Notizie.it logo

Le migliori 5 tisane rilassanti: i consigli

le 5 migliori tisane rilassanti

Quali sono le migliori 5 tisane rilassanti? Tutti i consigli per prepararle in casa.

Prima di dormire, dopo una lunga e faticosa giornata, una bella tazza di tisana può rappresentare il miglior rimedio per conciliare il sonno, soprattutto se realizzata con erbe dall’azione tranquillante e sedativa. Ecco quindi le migliori 5 tisane dalla proprietà rilassanti che possono rivelarsi utili per favorire un riposo ristoratore in tutti quegli stati di stanchezza e stress transitori e di lieve entità.

Le migliori 5 tisane rilassanti

Tisana alla valeriana
La valeriana è forse il fitoterapico più utilizzato per favorire il rilassamento e conciliare il sonno grazie alle sue proprietà calmanti e sedative. Per preparare una buona tisana basterà utilizzare un cucchiaio di radice di valeriana e una tazza di acqua fredda. Dopo aver fatto bollire l’acqua in un pentolino, aggiungere la valeriana quindi spegnere la fiamma e coprire lasciando riposare il tutto per una decina di minuti; filtrare con un colino e consumare calda oppure tiepida tal quale o dolcificata con un cucchiaio di miele.

Tisana alla camomilla
La camomilla è il rimedio più famoso, consumato da grandi e piccini e a qualsiasi latitudine, per favorire il rilassamento e conciliare il sonno.

Per preparare una tisana sarà sufficiente mettere due cucchiaini di fiori di camomilla all’interno di una tazza di acqua bollente e lasciare in infusione per circa 10 minuti; filtrare e consumare tal quale o dolcificata con miele. Per aumentare il potere calmante e combattere ansia, stress e nervosismo, è possibile aggiungere alla camomilla un cucchiaino di fiori di biancospino dalla marcata funzione distensiva; il procedimento è il medesimo, varieranno, in proporzione, le quantità.

Tisana alla melissa
Anche la melissa, al pari della malva, è famosa per le sue proprietà rilassanti e calmanti e spesso i due fitoterapici sono utilizzati in sinergia all’interno di numerosi integratori per favorire il sonno. In commercio esistono anche filtri di melissa già pronti, simili a quelli del the ma è altrettanto facile realizzare una tisana anche partendo dalla materia prima, ossia le foglie.

Basterà munirsi di un cucchiaio di foglie essiccate e di una tazza d’acqua fredda. Travasare l’acqua in un pentolino e portarla a bollore poi spegnere la fiamma, aggiungere le foglie di melissa e lasciar riposare, coprendo il recipiente, per una decina di minuti; filtrare il tutto e consumare subito prima di coricarsi. La melissa ha un ottimo sapore e può essere consumata tal quale, senza l’aggiunta di dolcificanti; inoltre oltre a promuovere un buon sonno, è indicata per chi soffre di bruciore di stomaco, gonfiori addominali e disturbi gastrointestinali in generale.

Tisana alla passiflora
La passiflora è ampiamente utilizzata in ambito erboristico per contrastare stati d’ansia e insonnia in quanto agisce sul sitema nervoso centrale producendo effetti sedativi e rilassanti.

Per preparare un’eccellente tisana sono sufficienti due – tre cucchiaini di passiflora essiccata e una tazza di acqua fredda. Portare l’acqua a bollore quindi spegnere il fuoco e aggiungere la passiflora poi attendere dieci minuti prima di filtrare con un colino a maglie fitte. La tisana di passiflora può essere consumata tal quale o dolcificata con un cucchiaino di miele di corbezzolo dall’azione depurativa.


Tisana alla malva
La malva, conosciuta per le sue proprietà emollienti e lenitive a livello urinario, sa essere un ottimo alleato per rilassare la muscolatura corporea facilitando l’espulsione delle tossine. Le sue proprietà calmanti la rendono un eccellente rimedio per facilitare il sonno in modo naturale sopratutto se assunta in sinergia con altri fitoterapici dall’azione distensiva.

Per preparare una tisana alla malva serviranno un cucchiaio di foglie di malva secche ed una tazza di acqua. Quando l’acqua avrà raggiunto il punto di bollore aggiungere la malva, coprire il pentolino e lasciar riposare qualche minuto in infusione. Filtrare la tisana con un colino e consumare calda oppure tiepida a seconda delle preferenze, subito prima di coricarsi.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche