Mal di schiena da zaino: perché viene e rimedi veloci

Il mal di schiena per lo zaino è una condizione molto comune, che arreca fastidio ma che può essere risolta con qualche consiglio e rimedio veloce.

Quando, a settembre, ricomincia la scuola, o riprendiamo attività sportive che richiedono l’utilizzo di uno zaino ben capiente, possono ricominciare anche dei piccoli problemi legati al mal di schiena. Ci sono però dei consigli che possiamo seguire per evitare che questo ci capiti: sono delle tips riguardanti la postura, il tipo di zaino da usare, la proporzione con il peso.

Vediamoli e capiamo di più sull’argomento.

Mal di schiena da zaino: le cause

E’ capitato a tutti, almeno una volta, di avvertire fastidio o dolore nella zona lombare, di avere un forte mal di schiena una volta tornati a casa dopo una lunga camminata con lo zaino in spalla, o quando, usciti da scuola sentivamo sulle spalle tutto il peso di quel “sacco” di libri. Le cause che portano al mal di schiena dovuto allo zaino esistono e sono di diversa natura: spesso è proprio la nostra scelta sul tipo di zaino ad essere errata.

Postura

La prima cosa che dobbiamo correggere quando mettiamo in spalla uno zaino è proprio il concetto di spalla. Cosa vuol dire? Semplicemente che lo zaino va portato su entrambe le nostre spalle! A volte, ritenendolo più comodo oppure più alla moda, facciamo ricadere il peso del nostro borsone su una sola spalla, ma questo è un grave errore che avrà delle conseguenze sulla nostra postura.

La postura è dunque una delle prime cose cui si dovrebbe fare attenzione.

Mantenere la schiena dritta è importante per far aderire correttamente lo zaino, affinché quello che portiamo con noi non sia sballottolato a destra e sinistra e il peso sia scaricato in maniera equilibrata su tutta la schiena e i fianchi.

Peso

Riempire a dismisura il nostro zaino per portare più cose possibili ma non tenendo conto di quanto questo possa affaticarci, è una delle prime cause del mal di schiena. Il peso dello zaino dovrebbe essere ben proporzionato a quello corporeo: non dovrebbe infatti superare il 15 per cento.

Imbottitura e disposizione

Un’altra regola importante da seguire per non soffrire di mal di schiena da zaino è quella di scegliere quest’ultimo sì, per capienza, ma anche per il tipo di imbottitura. Meglio lo zaino sarà imbottito ed ergonomico, più sarà aderente e più gli urti dovuti al peso saranno ammortizzati. Inoltre, ricordiamoci di distribuire le cose al suo interno in modo da bilanciare il peso al centro e ai lati in maniera uniforme.

Mal di schiena da zaino: consigli utili

Ci sono altri piccoli consigli che possono risultare molto utili quando siamo “costretti” a portare con noi uno zaino per le varie attività, per evitare che il mal di schiena si manifesti. Anzitutto, quando sappiamo di doverlo portare per giornate intere, è bene fare delle piccole pause e far riposare di tanto in tanto le nostre spalle e la schiena. Quando abbiamo possibilità di fermarci, ricordiamo di toglierlo.

I bambini dovrebbero evitare di portare lo zaino pesante per più di 30 minuti al giorno, potrebbero sviluppare anche alla loro età i primi dolori lombari.

Mal di schiena da zaino: rimedi

Quando avvertiamo un mal di schiena da zaino di lieve entità (che dunque non richiede l’intervento di un esperto), possiamo fare dei piccoli esercizi per scaricare. Se il dolore ci prende nella parte bassa della schiena, quella lombare, dei fianchi, è consigliabile stendersi a terra ed alzare le gambe per rilassare la zona. Se il dolore prende alla cervicale, dunque la parte posteriore bassa del collo, è bene rilassarsi totalmente stendendosi a letto e poggiando la testa sul cuscino (non troppo alto/basso).

Scritto da Francesca Iodice
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Semi di zucca: quali sono i benefici e le proprietà del prodotto

Acido lipoico per la pelle: quali sono i principali benefici

Leggi anche
Contents.media