Notizie.it logo

Orticaria cronica e acuta: rimedi naturali

orticaria

L’orticaria è un'eruzione cutanea, cronica o acuta, che si manifesta con macchie rosse sparse sparse sulla pelle. Scopriamola insieme

L’orticaria è un’eruzione cutanea che manifesta macchie rossicce e molto pruriginose che possiedono un diametro più o meno esteso. Generalmente questa condizione interessa solamente lo strato superficiale della pelle. La comparsa avviene, soprattutto, d’estate e colpisce principalmente i bambini. La manifestazione può avvenire sotto due diverse forme: orticaria acuta e orticaria cronica.

Orticaria

Si tratta di uno sfogo caratterizzato da pomfi rosati o rossi molto pruriginosi. Generalmente si tratta di macchie circoscritte e superficiali. Ciò nonostante, è possibile che colpiscano gli strati più profondi della cute, soprattutto nel caso di allergie. Una delle manifestazioni più seria è quella che viene definita angioedema, che è caratterizzata dal gonfiore degli strati più profondi e può causare dolore.

L’orticaria cronica si manifesta in modo intermittente e può durare mesi e perfino anni. Il trattamento per questa tipologia di eruzione cutanea è mirato al costante controllo dei sintomi per ridurre il rischio di recidive. Vengono, perciò, spesso somministrati antistaminici e cortisonici.

In alcuni casi, inoltre, si avviano terapie più aggressive e durature.

L’orticaria acuta si verifica rapidamente. Può durare fino ad un massimo di quattro settimane, ma normalmente si risolve in poche ore. La situazione inizia ad aggravarsi dopo 8-12 ore, nonostante anche in questo caso possa giungere a termine in uno o due giorni al massimo.

Cause

I motivi che portano a questo sfogo sulla pelle possono essere di varie tipologie. Le cause spaziano da alcuni alimenti (molluschi, pesce, uova, latte, cioccolato) a farmaci, soprattutto antiinfiammatori e antibiotici, fattori esterni (polline, punture, temperatura), infezioni, virus e batteri. E’ possibile manifestare una reazione anche come conseguenza di un evento particolarmente stressante. Anche lo sforzo fisico e la presenza di squilibri a livello della flora batterica intestinale possono favorirne la comparsa.

Orticaria: rimedi

I rimedi più diffusi e più efficaci per combattere l’orticaria, possono essere classificati in tre categorie: alimentazione, rimedi omeopatici e rimedi naturali.

Alimentazione

Si tende a sottovalutare molto spesso che la causa scatenante di un’irritazione cutanea possa essere di origine alimentare, specie in caso di orticaria cronica.

E’ proprio in questo caso, invece, che è opportuno seguire un’alimentazione a base di cibi che possano contenere o favorire il rilascio di istamina: un composto azotato molto diffuso nell’organismo, capace di reagire alle infiammazioni allergiche, nella secrezione gastrica e in alcune attività cerebrali.

Inoltre, è importante evitare sostanze infiammatorie che possono irritare ulteriormente il sistema immunitario.

Gli alimenti consigliati a questo scopo sono: tonno, salmone, sardine, cibi in scatola, salumi, formaggi fermentati, kiwi, ananas, mango, banana, uova, spinaci, pomodori crudi, fragole, dadi da brodo e cioccolato.

Rimedi omeopatici

La medicina omeopatica possiede una vasta gamma di sistemi utilizzati per alleviare i sintomi dell’orticaria. Tra i più diffusi vi sono i granuli omeopatici, che vengono prescritti quando per alleviare il prurito basta un po’ d’acqua fredda. Rappresentano una cura personalizzata per ridurre o far regredire i sintomi dell’orticaria.

Ovviamente i rimedi omeopatici devono essere trattati alla stregua dei farmaci e non possono essere presi senza una cura personalizzata, somministrata da parte di un esperto omeopata o un medico allopatico.

Rimedi naturali

Anche i rimedi naturali non devono essere sottovalutati, possono alleviare facilmente i sintomi dell’orticaria, anche se è necessario prestare attenzione alle quantità e assumerli con moderazione.

Il ribes nero, ad esempio, grazie alle sue proprietà è considerato un cortisone naturale contro l’orticaria.

I principi attivi contenuti al suo interno vanno a stimolare le ghiandole surrenali, favorendo la produzione di cortisolo; ossia un “cortisone naturale” in grado di fronteggiare qualsiasi tipo di risposta allergica nell’organismo.

Per sfruttare al meglio le proprietà del ribes nero è consigliabile assumerlo in forma di macerato glicerico, dalle 30 alle 50 gocce ogni mattina, così da modulare la risposta antiallergica dell’organismo e stimolare la produzione di ormoni antinfiammatori.

Ricordiamo che è possibile acquistare il ribes nero in supermercati, farmacie ed erboristerie rifornite. Vi proponiamo, ora, gli articoli migliori e più venduti su Amazon:

  • Ribes nero, gemmoderivato, Bioalma

Questo prodotto favorisce il sostegno delle difese immunitarie. E’ al 100% naturale e senza zuccheri aggiunti. E’ creato a partire da gemme fresche e pure. Possiede la certificazione del Ministero della Salute Italiano. E’ disponibile nel formato da 60 ml.

  • Ribes nero, gemmoderivato, Erbecedario

E’ indicato per allergia cutanea e respiratoria, infiammazione dell’apprato respiratorio e urinario.

Si tratta del macerato glicerico di ribes nero, un antiinfiammatorio naturale. E’ realizzato in modo artigianale nei laboratori erboristici a Sprea, utilizzando le giovani gemme delle piante. E’ disponibile nel flacone in vetro da 50 ml con contagocce.

  • Ribes nero, gemmoderivato, Dt.Giorgini

Si tratta di un concentrato liquido analcolico e del tutto naturale, venduto nel formato da 100 ml. Creato con gemme fresche e molto giovani. Un prodotto molto concentrato per dare maggior efficacia.

© Riproduzione riservata
Leggi anche