Orzo e farro, due cereali per la salute dell’intestino

L'orzo e il farro, ricchi di vitamine e minerali, proteggono stomaco e intestino dal rischio di tumore, contribuendo anche alla motilità intestinale

L’orzo e il farro sono due cereali di origine antichissima e dalle molte proprietà benefiche per l’organismo. Possono essere consumati sia in purezza che sottoforma di farine per la produzione di pasta e pane.

Le proprietà benefiche di orzo e farro

Orzo

L’orzo è un cereale originario del Medio Oriente ed è utilizzato per preparare le pietanze più svariate, come pasta, pane o birra.

Consumare regolarmente l’orzo apporta molti benefici all’organismo. Innanzitutto, il cereale allevia infezioni e infiammazioni dell’apparato intestinale e di quello urinario, attenuando eventuali fastidi legati a patologie di questo genere. Inoltre l’orzo, essendo ricco di fibre, regolarizza il funzionamento intestinale, ed è perciò utilissimo per chi soffre di stipsi e dolori addominali.

Le proprietà antinfiammatorie del cereale possono tornare utili anche per alleviare fastidi come il mal di gola: basta effettuare dei gargarismi con un decotto di questa pianta. Il decotto ha anche un ottimo potere energizzante grazie alla presenza di sali minerali, perciò può essere assunto durante periodi di elevato stress o di convalescenza.

L’orzo contiene anche fosforo, che stimola le capacità intellettive, agendo in associazione con altri minerali come il potassio, il magnesio, il ferro ed il calcio.

Inoltre il fosforo è utilissimo per rinforzare e rimineralizzare le ossa.

Farro

Insieme all’orzo, anche il farro è un prezioso cereale per la nostra salute. Innanzitutto, è ricchissimo di proteine vegetali, oltre che di fosforo, potassio e magnesio. Il farro contiene anche vitamina A, B2 e B3, oltre che amminoacidi.

È consigliato come sostituto del grano, dato che risulta più facilmente digeribile.

Se consumato nella sua versione integrale, può attenuare patologie legate all’apparato digerente come tumori o gastriti.

Come l’orzo, anche il farro possiede proprietà lassative, e previene l’insorgere di tumori dell’apparato intestinale. Infatti, il farro aiuta a ridurre il ristagno della bile nell’intestino crasso e favorisce il transito intestinale.

Inoltre, il cereale è ricco di fibre, elemento che favorisce la motilità intestinale, ed è consigliato anche per le diete dimagranti per via dell’alto potere saziante e del basso contenuto di grassi.

Il consumo di farro è sconsigliato a color che soffrono di coliti croniche, a causa dei potenti effetti lassativi.

Inoltre, non è adatto a chi è allergico al grano, perché al suo interno contiene glutine.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Verza: proprietà salutari e usi dell’ortaggio

Citomegalovirus: perché è importante conoscerne i sintomi

Leggi anche
Contents.media