Verza: proprietà salutari e usi dell’ortaggio

Buona ma soprattutto ottima per la salute: la verza è ricca di proprietà e nutrienti benefici per il nostro organismo. Scopriamoli.

La verza è un tipo di cavolo e fa parte delle verdure crocifere: è ricca di nutrienti e proprietà benefiche per la nostra salute. Scopriamoli.

Verza: proprietà nutrizionali

La verza è un ortaggio che possiamo gustare soprattutto in inverno, in zuppe, pasta, e tanti altri tipi di ricette: le sue proprietà le permettono di essere un alimento consigliato nella dieta, ma senza eccedere per non incorrere in effetti collaterali.

Questo cavolo è come molte altre verdure ricco di acqua e dunque di sali minerali come potassio, calcio, magnesio, sodio, zinco, fosforo. Presenta inoltre un’alta quantità di vitamine: del gruppo B, C, A ed E. Contiene inoltre fibre e davvero pochissime calorie. La verza è anche altamente ricca di amminoacidi, tra cui: arginina, serina, leucina, glicina, e molti altri.

Benefici e consigli

La verza presenta talmente tante buone proprietà da risultare un alimento altamente benefico per molte nostre funzioni vitali.

Sono tanti i campi in cui agisce grazie ai suoi nutrienti, ma attenzione a qualche controindicazione.

Detox e digestione

La consistente quantità di acqua – quasi il 90% – e sali minerali rende questo ortaggio ottimo per la diuresi, nonché per combattere problemi di stitichezza e anche di digestione. Tuttavia, proprio per questo motivo, essa non dovrebbe essere consumata in dosi eccessive, soprattutto da coloro che soffrono di colon irritabile, in quanto potrebbe avere un effetto lassativo e causare gonfiore.

Effetto ricostituente

Il suo alto contenuto di vitamine (C, B, A, E, K) la rende un ottimo aiuto per le nostre difese immunitarie, nonché per contrastare problemi quali anemia e avinamitosi. Tuttavia, essendo ricca di vitamina K, le persone che si sottopongono già ad una terapia anticoagulante dovrebbero limitarne il consumo.

Azione antinfiammatoria: uso esterno

Le foglie della verza hanno proprietà antinfiammatorie e possono essere utilizzate per impacchi. Basta schiacciare le foglie per liberarle dal succo ed applicarle sulla zona interessata.

Sembra essere molto utile per patologie quali la bronchite e l’asma, oppure mal di testa o denti, nonché per le distorsioni in quanto aiuta l’assorbimento dei versamenti. Può essere utilizzata anche per alleviare i sintomi di congiuntivite e fastidi agli occhi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come affrontare le malattie neurologiche legate al Covid

Orzo e farro, due cereali per la salute dell’intestino

Leggi anche
Contents.media