Notizie.it logo

Panca a inversione gravitazionale per ernia iatale

panca a inversione gravitazionale

L'ernia iatale è un disturbo che non si può curare con i farmaci. Vediamo se la panca a inversione gravitazionale può essere un valido aiuto e come funziona

L’ernia iatale è un problema molto fastidioso che non si può curare con farmaci appositi. Si può ricorrere all’operazione oppure agire sui sintomi con esercizi mirati. Vediamo se la panca a inversione gravitazionale può aiutare a risolvere questo problema.

Ernia iatale

L’ernia iatale è un disturbo caratterizzato dal passaggio di una porzione di stomaco attraverso il foro del diaframma. Non ci sono farmaci per curarla. Si può intervenire o con un’operazione chirurgica oppure con degli esercizi mirati. Innanzitutto di procede con la RPG, ovvero la Rieducazione Posturale Globale. Questo trattamento prevede la valutazione della postura del paziente in modo tale da capire quali atteggiamenti posturali influiscono sul problema.

Una volta individuata la causa, vengono insegnati al paziente movimenti specifici che per permettere il rilascio del diaframma, il suo allungamento e la sua flessibilità. Bisogna mettersi in posizione supina ed eseguire un particolare lavoro respiratorio. Questi esercizi, una volta eseguiti ed insegnati da esperti, vanno eseguiti anche a casa.

Per ottenere buoni risultati, vanno ripetuti almeno 4 volte a settimana.

Alimentazione

Non è possibile curare definitivamente l’ernia iatale una volta comparsa, si può solo agire sui sintomi. In genere è associata al reflusso acido e all’incontinenza dello sfintere esofageo inferiore. Comunque, adottando uno stile di vita salutare, è possibile prevenirla o comunque migliorare i sintomi. Spesso questa malattia apporta eccessi di acidità nel nostro stomaco.

Dobbiamo cercare, quindi, di evitare alimenti particolarmente acidi, come i cibi ricchi di grassi, le fritture, sale e zucchero e latticini. E’ meglio consumare cibi ricchi di flavonoidi e che hanno un carattere alcalino, come i frutti rossi, i fichi, l’uva, le carote, la lattuga, gli spinaci, i cetrioli, il sedano e le rape. Ci sono inoltre alimenti che proteggono e rigenerano la mucosa gastrica come la vitamina C, il succo di carota, l’aloe vera, i semi di lino, la piantaggine, l’altea comune.

Panca a inversione gravitazionale

La panca a inversione gravitazionale è uno strumento che serve ad alleviare i dolori alla schiena.

Agisce, quindi, sui sintomi dei dolori da ernia, ma non è utile per l’ernia iatale, che è un tipo di ernia differente. Questo attrezzo viene usato per migliorare la trazione della spina dorsale: in questo modo viene alleggerito il peso a carico della schiena. Non è, quindi, un attrezzo ginnico comune, ma viene usato per curare alcuni tipi di patologie.

Sicuramente, questo particolare tipo di panca, può portare diversi benefici, ma ha anche diverse controindicazioni. Intanto, non è indicata per coloro che soffrono di problemi al cuore. Il suo utilizzo, infatti, determina un innalzamento della pressione sanguigna. Tra le controindicazioni, oltre alla fuoriuscita di ernia iatale, si può avere il distacco della retina, alcuni casi di congiuntivite, l’ictus celebrale e altri disturbi che possono essere anche gravi.

Il suo utilizzo è altamente sconsigliato alle donne in gravidanza, a chi soffre di infezione dell’orecchio medio, di obesità, di ipertensione, e a chi ha determinati traumi alla schiena, come quelli a carico del rachide.

Anche chi ha avuto un ictus recente, protesi ossee, fratture recenti e terapie anticoagulanti in atto non deve usare questa panca. Anche nel caso di ernia iatale è altamente controindicato.

Proprio per queste controindicazioni, prima di usarla è necessario chiedere consiglio al proprio medico.

Come funziona

Ma come funziona la panca a inversione gravitazionale? Questo attrezzo sfrutta la forza di gravità. Il soggetto sarà messo a testa all’ingiù, secondo l’inclinazione desiderata. I modelli sono regolabili in base all’altezza: si va da un minimo di 150 cm a un massimo di 198 cm circa. La portata di carico massima è di circa 130 Kg. In molti modelli sono regolabili anche velocità e rotazione.

E’ molto utile in caso di ernia del disco: la posizione a testa in giù aiuta la distensione dei nervi della schiena alleviando il dolore. Per chi fosse interessato all’acquisto di questa panca, sempre dopo aver parlato con il proprio medico, è possibile acquistarla comodamente da casa su siti come Amazon.

© Riproduzione riservata
Leggi anche