Come preparare sapone in casa per la pelle atopica

sapone

Perché è così utile poter realizzare un sapone fatto in casa? Con tutti i prodotti che si possono acquistare in negozio, fare il sapone in casa potrebbe sembrare completamente superfluo. Ma non è così: scopri perché.

Perché realizzare del sapone fatto in casa?

Oggi, sono sempre più le persone che soffrono di un qualche tipo di problema alla pelle. Questi disturbi possono essere prodotti da vari fattori, come lo stare in contatto con un ambiente contaminato, reazione allergica a determinati prodotti, intolleranze ad alcuni alimenti e/o per cause genetiche. In ogni caso, il sintomo più evidente della pelle atopica è la comparsa di eczema, ossia, una specie di brufoli che possono causare prurito, infiammazione e arrossamento dell’area interessata.

La pelle atopica o con eczema può essere un problema cronico e, pertanto, è necessario che venga trattata con prodotti che contengono ingredienti con proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Per questo, ti spieghiamo passo a passo come fare un sapone in casa per la pelle atopica.

Oltre ad utilizzare questo rimedio fatto in casa, ti raccomandiamo che, se soffri di questo tipo di disturbi, rivolgiti ad un dermatologo affinché ti prescriva un trattamento adeguato.

Passi da seguire

Prima di cominciare, è necessario che tu conosca alcune proprietà per la pelle degli ingredienti che utilizzeremo per fare un sapone per le pelli atopiche:

  • Olio di neem. Questo composto è importante per essere un potente antinfiammatorio e un eccellente battericida che aiuta a trattare in maniera efficace disturbi come la pelle atopica o la psioriasi. Inoltre, possiede proprietà idratanti che nutrono in profondità la pelle.
  • Olio di calendula. Questo ingrediente è ideale per una cute che soffre problemi come la psioriasi e l’eczema, in quanto possiede eccellenti proprietà antinfiammatorie e idratanti che prevengono la secchezza nella zona trattata.
  • Olio di oliva. È un ottimo idratante naturale che ti aiuterà ad idratare la pelle e ti aiuterà a riparare quelle zone danneggiate grazie alle proprietà oleose.
  • Olio essenziale di albero di tè (tea tree oil). È ideale per le pelli atopiche, in quanto possiede potenti proprietà antibatteriche e rigeneratrici che aiutano a riparare la pelle danneggiata o con eccessiva secchezza.

Gli ingredienti

Ora che conosciamo le proprietà per la cute dei nostri ingredienti, possiamo preparare il nostro sapone in casa.

Per farlo, abbiamo bisogno delle seguenti quantità e materiali:

  • 220 ml di olio di oliva
  • 30 g di soda caustica
  • 65 ml di acqua distillata
  • 30 gocce di olio di neem
  • 15 gocce di olio essenziale di albero di tè
  • 30 gocce di olio di calendula
  • base di una bottiglia o di un scatola di latte per modellare
  • occhiali di protezione
  • frullatore a mano
  • recipiente di cristallo.

Il procedimento

Il primo passo per preparare un sapone per la pelle atopica in casa è mettersi gli occhiali di protezione e prendere il recipiente di cristallo per metterlo nel lavandino. Dopo averlo posizionato, versa con attenzione la soda caustica e dopo l’acqua distillata. È importante che lo faccia in quest’ordine in modo che non ti schizzi.

Quando la miscela di soda caustica e acqua distillata comincia a produrre una specie di vapore, lasceremo riposare il recipiente fino a quando non si raffredda.

Il seguente passo sarà aggiungere in un pentolino l’olio di oliva e riscaldarlo a fuoco lento per parecchio tempo.

Quando avverti che è caldo toglilo dal fuoco e, dopo, lo devi aggiungere alla miscela nel recipiente di cristallo facendo molta attenzione. Dopo averlo aggiunto, lo batti con il frullatore fino a quando non viene un miscuglio denso.

Subito dopo, con la miscela ancora calda, devi aggiungere il resto degli oli (neem, calendula e albero di tè) e con un cucchiaio di legno, dovrai mescolare per qualche minuto.

Una volta fatto il composto, dovrai inserirlo in una forma. Per farlo, è raccomandabile tagliare la base di una scatola di latte o di una bottiglia e aggiungere il prodotto in ognuno dei contenitori. Dopo, dovrai chiudere la forma con il prodotto con una tovaglia affinché il calore rimanga dentro e produca la saponificazione.

La lasci riposare dalle 12 alle 24 ore fino a quando non diventa totalmente fredda.

Una volta passato il tempo di attesa e la forma è fredda, dovrai togliere il sapone dalla forma per utilizzarlo.

Conservare il sapone fatto in casa per pelle atopica in un posto fresco e secco in modo che possa indurirsi sempre più nei mesi seguenti.

Presto avrai il tuo sapone per le pelli atopiche.

Altri consigli per la pelle atopica

Se soffri di pelle atopica, realizzare il proprio sapone delicato fatto in casa è sicuramente un passo importante. Ma ci sono anche altre cose che puoi fare per favorire il benessere della tua pelle. Ecco alcuni consigli:

  • Lavare la faccia 1-2 volte al giorno. È importante che la pelle sia sempre ben pulita, ma lavaggi troppo frequenti possono essere pericolosi e irritare la cute.
  • Dopo il lavaggio, asciugare accuratamente la pelle con un tessuto morbido, meglio se lino o cotone.
  • Se pratichi sport, fai particolare attenzione alla pulizia della pelle prima e dopo l’allenamento.
  • Evitare gli scrub, che possono essere troppo aggressivi.
  • In estate favorire la traspirazione della pelle con indumenti freschi e leggeri.
  • Assumere sufficienti alimenti probiotici.
  • Proteggersi dal sole con un’adeguata crema solare.
© Riproduzione riservata
Leggi anche