Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale ūüöÄ
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it ūüöÄ
Notizie.it logo

Quali sono i sintomi dei vermi intestinali

vermi

I vermi sono microrganismi che colonizzano l'intestino. E' una condizione che, se non trattata correttamente, può causare danni all'organismo

I vermi intestinali possono venire a chiunque. Uno dei sintomi più frequenti è un forte dolore addominale. Vediamo in che modo si possono contrarre questi parassiti e quali sintomi si manifestano.

Vermi intestinali

I vermi intestinali sono un tipo di parassiti che si attaccano all’intestino umano e provocano alterazioni nell’apparato digerente. E’ importante individuarli per poter iniziare il trattamento adeguato. Possono manifestarsi sia nei bambini che negli adulti, con maggiore frequenza nei primi. Si formano quando si ingeriscono involontariamente le uova microscopiche di questi parassiti. Si nascondono generalmente nelle unghie o negli indumenti delle persone che hanno l’infezione. Una volta ingeriti, prima arrivano all’intestino tenue, dove nascono le larve che poi si spostano all’intestino crasso, organo dove diventano vermi adulti bianchi e di 1 cm di lunghezza circa. Quando i vermi femmine si riproducono, depositano le uova sui bordi dell’ano, provocando prurito e irritazione.

Nonostante tutte le persone possano soffrire di questa infezione, esiste una serie di fattori che aumentano il rischio di averla, come vivere in posti sovrappopolati, essere tra la folla, avere cattive abitudini igieniche, vivere o frequentare climi caldi o avere un familiare con ossiuriasi.

Vermi intestinali: sintomi

In primo luogo, è probabile che i parassiti intestinali non provochino sintomi apparenti, per cui in certi casi non è facile determinare se ci sono vermi nell’intestino.

Quando invece si manifestano i sintomi, i pazienti presentano generalmente questi segni:

  • Problemi digestivi, perdita dell’appetito inusuale o nausea davanti al cibo.
  • Diarrea e/o vomito. In certi casi, feci con sangue possono essere sintomo di questo parassita.
  • Gonfiore e dolore addominale
  • Stitichezza
  • Prurito nell’area genitale ed anale, che a loro volta possono provocare eruzione cutanee
  • Perdita di peso.

Vermi intestinali: cura

Per eliminare questi parassiti, si dovrà ricorrere ad un farmaco orale antiparassitario che con una sola dose eliminerà tutti i parassiti adulti, mentre per eliminare anche le uova servirà una seconda dose dopo due settimane. E’ importante non sospendere il trattamento e rispettare le indicazioni mediche per guarire completamente.

Essendo un’infezione molto contagiosa, è probabile che altri membri della famiglia siano infettati e debbano sottoporsi al trattamento.

Per evitare una ricaduta o che altri si contagino, è importante adottare alcune accortezze e misure igieniche:

    • Non grattare la zona genitale e perianale per evitare che la pelle si irriti.
    • Lavarsi le mani con molta frequenza.
    • Mantenere le mani pulite e le unghie corte e curate.
    • Non toccarsi la bocca e il naso con le mani.
    • Cambiare e lavare la biancheria da camera, gli asciugamani e i capi intimi della persona infettata.
    • Pulire e disinfettare bene il bagno per evitare contagi, stesso dicasi per i posti che ha frequentato la persona con i parassiti.

La prevenzione è un fattore importante.

Su Amazon sono disponibili alcuni prodotti ideali per la salute del tratto gastrointestinale, per evitare la formazione e la diffusione dei parassiti. Di seguito elenchiamo i prodotti migliori e i più venduti.

  • Tenafer con aglio, di Dr Giorgioni: è un integratore alimentare che aiuta le difese dell’organismo, sopratutto contro i parassiti.
  • Pulizia intestinale. Noce nera e assenzio: antibatterico e antiparassitario, è una miscela a base di noce nera e assenzio, noti per essere detergenti naturali di organismi nocivi, parassiti intestinali compresi.


© Riproduzione riservata
Leggi anche