Rinite allergica: come curarla? I cosnigli

La rinite allergica è un disturbo che interessa le vie aeree causato da un'eccessiva reazione del sistema immunitario a polvere e polline

La rinite allergica è un tipo di allergia che colpisce le prime vie aeree come naso, gola e occhi, provocando sintomi simili a quelli di un comune raffreddore. Sapere con esattezza di cosa si tratta consente di intervenire in maniera mirata e di evitare ulteriori fastidi.

Rinite allergica: tutto ciò che c’è da sapere

Cos’è?

Si tratta di una reazione allergica che si verifica nel momento in cui si entra in contatto con allergeni presenti nell’ambiente, come pollini, peli di animali domestici e acari. I sintomi sono molto simili a quelli del raffreddore, come lacrimazione, starnuti, prurito, congestione delle mucose nasali e difficoltà a respirare.

Cause

A differenza del raffreddore, è causata da una risposta eccessiva del sistema immunitario agli allergeni dispersi nell’ambiente.

La maggior parte delle persone in presenza di questi agenti non manifesta sintomi, ma chi soffre di rinite allergica subisce una reazione anomala del sistema immunitario. Esso, infatti, produce anticorpi e innesca il rilascio di istamina, una sostanza che irrita le vie aeree e la mucosa nasale. Chi soffre di rinite allergica di solito non sopporta i pollini, i peli di animali e gli acari della polvere.

Sintomi

I sintomi più comuni della rinite allergica sono un’eccessiva lacrimazione, prurito al naso, starnuti, naso che cola, congestione delle vie aeree, difficoltà a respirare e disturbi del sonno.

Prevenzione

Per prevenirla, occorre mettere in atto una serie di comportamenti volti ad evitare il contatto con gli allergeni.

Ad esempio, per evitare il contatto con gli acari della polvere è utile pulire frequentemente la propria casa, facendo attenzione a tappeti, tende, cuscini, letti, poltrone e divani. Inoltre, bisognerebbe mantenere il livello di umidità costante negli ambienti della propria casa, evitando quindi climi troppo secchi o troppo umidi.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi di rinite allergica prevede una visita approfondita dall’allergologo, che analizzerà lo stile di vita, i sintomi e la familiarità della condizione.

Verranno poi eseguiti dei test cutanei e sierologici volti ad appurare l’effettiva allergia del paziente alle sostanze testate.

La rinite allergica può essere trattata in diversi modi. Per prima cosa, si consiglia di evitare gli allergeni responsabili della rinite allergica.

In secondo luogo, si prosegue con il trattamento vero e proprio, utilizzando farmaci broncodilatatori e corticosteroidi somministrati sottoforma di spray o di compresse. Anche gli antistaminici sono molto utili per combattere la rinite allergica, dato che alleviano la maggior parte dei sintomi e bloccano la produzione di istamina, responsabile delle irritazioni alle vie aeree.

Infine, anche i decongestionanti spray sono di aiuto per liberare le vie respiratorie e tornare a stare bene.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Crisi epilettiche generalizzate: cosa fare nel primo intervento?

Dolore al seno: le possibili cause e i consigli per rimediare

Leggi anche
Contents.media