Roncopatia: come curare il disturbo respiratorio

Cos'è la roncopatia e come si può risolvere questo disturbo del sonno? Esistono diversi metodi. Scopriamoli assieme.

La roncopatia è un disturbo respiratorio che non è grave, ma che può essere fastidioso. Come si può curare? Cerchiamo di scoprirlo in questo articolo e vediamo quale rimedio che può essere utile.

Roncopatia cronica

Per roncopatia cronica si intende, in parole povere, il russare.

Si parla, infatti, anche di russamento cronico patologico, che si traduce in una forte rumorosità, con tanto di sonno disturbato e disturbi della respirazione. Non è quasi mai grave, tranne casi di apnee notturne, che possono essere causa anche di problematiche piuttosto gravi. Le persone, in genere, russano perché il tono dei muscoli del palato molle, compresi quelli dell’ugola, ha perso il tono. E’ per questo che, spesso, sono più gli anziani rispetto ai giovani a russare.

Advertisements

E’ vero, però, che russare è un qualcosa che interessa tutte le età, spesso anche i bambini.

Le cause del russamento possono essere molteplici. Nel caso, ad esempio, di un forte raffreddore, la presenza di adenoidi, tonsille gonfie per qualche infezione, accumulo di secrezioni a livello delle vie respiratorie o un setto nasale congenito, è molto frequente russare. E’ possibile che vi siano anche polipi nasali a seguito del russare, ma anche una sinusite può provocare questo fastidioso problema.

Nel caso del troppo rilassamento dei muscoli della gola, al russare sono associate le apnee notturne. Il russare è un qualcosa di molto frequente in chi beve alcool, in chi usa farmaci ad azione sedativa e in chi è obeso. Il grasso in eccesso che si deposita attorno al collo è, infatti, una causa di russamento.

Come smettere di russare

Come smettere di russare? Può essere utile rivolgersi ad un centro specialistico per la cura dei disturbi del sonno.

E’ necessario, in ogni caso, accertarsi che oltre al russamento non vi siano altre problematiche. Per questo motivo, è sempre meglio affidarsi al medico. Si deve, infatti, cercare di capire qual è la causa scatenante che provoca il russare. Una volta trovata questa, si potrà meglio agire sulla problematica. In alcuni casi gravi, il medico consiglia la chirurgia, che serve a ripristinare una ventilazione efficace ed efficiente.

Si consiglia anche un’alimentazione sana, ricca di frutta e di verdura e povera di grassi animali e saturi.

E’ opportuno valutare di smettere di fumare, nel caso in cui si abbia questo vizio. Esistono, inoltre, dei cerotti nasali che servono ad aumentare il flusso d’aria nelle narici. In tal modo, la respirazione risulta migliore. Ci sono, poi, oli essenziali e balsamici da inalare, magari a base di eucalipto, che sono utili a sciogliere il muco e che riducono un’eventuale infiammazione nelle vie aeree superiori. In alcuni casi, si può beneficiare di tisane con estratti sedativi, del calibro di valeriana, passiflora o camomilla. Questi estratti favoriscono, infatti, il sonno della persona, con la possibilità di migliorarne la qualità e, magari, di far smettere di russare.

Vi sono dei casi in cui il medico prescrive anche dei farmaci, che servono per prevenire la letargia diurna e per favorire il sonno notturno. Vi troviamo, ad esempio, la teofillina, il modafinil, caffeina citrato, le destroamfetamine. Per ciò che, invece, riguarda gli interventi chirurgici, il medico può pensare di intervenire con la settoplastica, con la tonsillectomia, l’adenoidectomia o la riduzione dei turbinati, andando a valutare caso per caso le esigenze del paziente.

Easy night

Per eliminare il fastidioso problema legato alla roncopatia, si possono utilizzare anche diversi prodotti molto validi. Uno di questi è Easy night. Si tratta di un prodotto che si applica nel naso e che ha un effetto davvero immediato. Si riesce, così, a respirare meglio fin dal primo utilizzo. Il suo filtro speciale anti batterico permette, inoltre, di trattenere i microbi all’interno, così che questi non entreranno nel nostro naso, andando a causare asma, allergie e disturbi respiratori vari. Viene inserito all’interno delle narici e si adatta perfettamente alla forma del naso. Dopo un paio di minuti, non ci si accorge nemmeno di averlo inserito.

E’ un prodotto che non ha controindicazioni, al contrario di altre soluzioni come gli spray, che sono molto più invasivi. Si può, inoltre, riutilizzare lo stesso prodotto più volte. E’ necessario sciacquarlo, facendo però attenzione a non bagnare il filtro interno. Così il prodotto si può tranquillamente riutilizzare. E’ acquistabile su internet, ad un prezzo estremamente concorrenziale. Questo è un prodotto che possiamo utilizzare solo contro la roncopatia. Facendo un giro in farmacia o nelle erboristerie, è possibile trovare altri tipi di articoli molto validi, che possono essere utili alla causa.

Scritto da Erika Vettori
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le migliori tisane con semi di papavero

Come curare il ginocchio con l’argilla verde

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.