September blues: come affrontare il rientro dalle vacanze

Il September blues è un problema per tantissime persone che stanno facendo i conti con il rientro dalle vacanze: ecco come affrontarlo.

Il rientro dalle vacanze estive, l’arrivo del freddo e le giornate sempre più buie rendono molto difficile il ritono alla quotidianità. Conosciuta anche come sindrome da rientro, il September Blues è un problema che riguarda praticamente chiunque. Scopriamo allora di cosa si tratta e impariamo a conoscere sintomi e rimedi per ritrovare la serenità.

Cos’è il September blues?

Conosciuto in inglese come Post vacation blues, il September blues è conosciuto in Italia anche come sindrome da rientro oppure depressione da rientro. Questo tipo di dindrome è sempre più diffusa in tutto il mondo e si traduce in un senso di apatia e stordimento che segue il rientro dalle vacanze.

Lo stress e la tristezza, quindi, predominano proprio nel mese di settembre si tratta del periodo in cui di dice addio tornando alla propria quotidianità lavorativa.

A peggiorare le cose, ovviamente, c’è anche il fatto che le giornate si accorciano, le ore di sole diminuiscono e le temperature si abbassano.

Sintomi del September blues

Il September blues si riconosce per la presenza di alcuni sintomi tipici quali:

A questi sintomi se ne aggiungono anche altri che cambiano da persona a persona. In generale, comunque, possiamo dire che la sindrome da rientro causa una sensazione di preoccupazione per tutte le attività che si devono riprendere.

Il malessere nasce dunque come psicologico, ma si riversa anche sull’aspetto fisico.

Rimedi per combattere il September blues

Gli esperti hanno stilato un vademecum vero e proprio per aiutare tutti coloro che sono afflitti dal September blues. I consigli che vanno per la maggiore sono:

  • riprendere la propria routine quotidiana un po’ prima di tornare al lavoro dopo le ferie;
  • praticare qualche attività piacevole tutti i giorni in modo da ridurre lo stress;
  • riprendere lo sport che si praticava precedentemente o iniziare una nuova attività fisica;
  • regolare il sonno.
Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Propositi di settembre: come sceglierli e quali ha senso mantenere

I siti per incontri scambisti: la via più semplice per l’eccitazione di coppia

Leggi anche
  • capire se piaci a un ragazzoCome capire se piaci ad un ragazzo: la guida

    Come capire se piaci ad un ragazzo? Se il dilemma ti tormenta, ecco la guida che fa per te per capire i segnali lanciati da un ragazzo.

  • Sindrome di Rebecca: cos'è e perché si chiama così?Sindrome di Rebecca: cos’è e perché si chiama così?

    La sindrome di Rebecca, ecco di cosa si tratta e perché ha questo soprannome. Scopriamolo in questo articolo.

  • Sindrome di Wendy: cos'è, sintomi e come uscirneSindrome di Wendy: cos’è, sintomi e come uscirne

    Cosa è la Sindrome di Wendy? Ecco in questo articolo spieghiamo di cosa si tratta, quali sono i sintomi da riconoscere e come fare per superarla.

  • Sindrome di Parigi: cos'è, come riconoscerla e chi colpisceSindrome di Parigi: cos’è, come riconoscerla e chi colpisce

    Cos’è la sindrome di Parigi? Ecco di cosa si tratta, chi viene colpito maggiormente da questo disturbo e come fare per riconoscerla.

Contentsads.com