Sovrappeso: cosa c’è da sapere

Sovrappeso: i miti da sfatare per ottenere una perdita di peso duratura e mantenere un buon stato di salute

Tantissimi i falsi miti che hanno invaso il web e plagiato l’opinione comune sul concetto di sovrappeso. Si parte dal canonico “dobbiamo eliminare i carboidrati” al “per dimagrire si deve correre”, passando per “sudare fa dimagrire” fino a “saltare i pasti fa bene”.

In realtà per dimagrire c’è solo un modo: ridurre l’apporto calorico, seguire uno stile alimentare sano, avere uno stile di vita regolare e fare attività fisica.

Sovrappeso: i miti da sfatare

Un elenco di falsi miti da deflaggare uno alla volta al fine di comprendere quali sono i criteri base su cui fare affidamento per un percorso mirato alla perdita di peso.

Se sudo perdo grasso: sudare non ha niente.

Advertisements

a che fare con la perdita di peso, né, tanto meno di grasso. Sudare significa espellere liquidi ed è il sistema che il nostro organismo utilizza per raffreddare il corpo quando è troppo accaldato. Infatti si suda anche stando fermi in estate per esempio, senza che la sudorazione sia connessa ad una precisa attività fisica né all’intenzione di perdere qualche chilo. Sudando si perdono liquidi, che, attenzione, vanno reintegrati per mantenere nel giusto equilibrio il nostro organismo.

Il sudore è una reazione al calore, ovvero una processo di termoregolazione.

Le calorie sono uguali, sono calorie punto e basta: per caloria si intende il valore energetico di un alimento, ma le calorie non sono tutte uguali e non producono lo stesso effetto sul nostro peso. Gli alimenti hanno tipologie di calorie diverse, ci sono calorie proteiche, calorie di grasso e calorie di carboidrati. Una giusta miscelazione di questi tre tipi di calorie stimola e velocizza il metabolismo, riduce il senso di fame ed equilibra gli ormoni regolatori del peso.

Se mangio cibi dimagranti perdo peso: al via la grande corsa a ricorrere a barrette sostitutive del pasto e integratori con la speranza di ottenere un dimagrimento veloce. Ma non funziona così, infatti, nella maggior parte dei casi questi integratori producono un risultato solo perché hanno prodotto un effetto placebo. Utilizzando prodotti dietetici infatti si diventa maggiormente consapevoli di ciò che mangiamo e tendiamo a modificare la nostra dieta per non rendere lo sforzo vano.

Gruppi di ricerca hanno oramai dimostrato come la maggior parte degli integratori più famosi al mondo sia completamente inutile mentre, una dieta bilanciata unita all’attività fisica è decisamente efficace.

Se soffro la fame dimagrisco: non è vero che saltare i pasto aiuti nel dimagrimento. Infatti, se anche potrebbe verificarsi una perdita di peso, nel momento in cui si ricomincia a mangiare normalmente, il peso verrebbe recuperato. Saltare un pasto significa privare il corpo del carburante rallentando il metabolismo e provocando un eccessivo appetito in seguito.

Saltare la colazione fa dimagrire: non è affatto vero, la colazione è il pasto sovrano della giornata. Ci sono centinaia di studi che hanno oramai dimostrato che saltare la colazione provoca un aumento di peso.

Dunque è bene mangiare regolarmente in modo sano e misurato e, sopratutto, fermarci appena avvertiamo il senso di sazietà. Tenere sotto controllo la gola ed evitare nella maniera più assoluta di arrivare a essere così famelici da non aver più il controllo della situazione.

Scritto da Chiara Cichero
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I cibi da evitare per chi soffre di reflusso gastroesofageo

Proprietà e benefici dell’acqua ossigenata

Leggi anche
Contents.media