Tè verde, amico dell’intestino e del nostro organismo: i benefici

A volte la soluzione a piccoli problemi quotidiani è più semplice del previsto: una tazza di tè verde può dare grandi benefici al nostro intestino.

Avere qualche problema intestinale è molto comune, soprattutto durante i cambi di stagione o quando la nostra alimentazione non è del tutto sana e bilanciata. Una soluzione a questi piccoli fastidi legati all’intestino è il tè verde: berlo abitualmente può essere fonte di grandi benefici.

Tè verde: proprietà e benefici intestino

Il tè verde è la bevanda giusta quando vogliamo aiutare il nostro organismo in maniera naturale e senza rinunciare al gusto. Essendo infatti ricco di antiossidanti – grazie alle cosiddette catechine – svolge una perfetta azione protettiva e drenante. E’ inoltre una bibita energetica perché contiene una piccola dose di caffeina, dunque non crea troppi problemi dal punto di vista dell’insonnia.

Ma qual è la funzione che lo rende così utile per il nostro intestino? Senza dubbio la sua capacità di regolarizzare l’attività intestinale.

Ma vediamo come.

I benefici del tè verde sull’intestino

Il tè verde è astringente, spasmolitico e protettivo: insomma, chi più ne ha più ne metta! Grazie alla presenza di flavonoidi è infatti un grande aiuto per l’attività dell’intestino e i suoi movimenti. Ma è anche un ottimo astringente in quanto contiene tannini.

Un altro tra i grandi benefici del tè verde per l’intestino risiede nell’alto contenuto di polifenoli: grazie a queste sostanze, infatti, l’intestino risulta protetto da microrganismi nocivi e batteri dannosi per l’organismo.

E’ dunque un perfetto alleato del microbioma intestinale.

Tè verde: benefici su intestino e pancia gonfia

Quando non seguiamo l’alimentazione corretta per noi o semplicemente poco sana, un valido aiuto è rappresentato da una tazza di tè verde ogni mattino. Spesso, infatti, ci troviamo ad avere una fastidiosa pancia gonfia, che si lega a pesantezza, dolori e anche flatulenza. In questi casi bere tè verde può rappresentare un modo per migliorare la situazione intestinale.

Il consiglio, infatti, è quello di consumarlo dalle tre alle cinque volte a settimana, per regolarizzare l’attività intestinale e riequilibrare la flora batterica.

Scritto da Francesca Iodice
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Curcuma per il bene della propria salute: quali sono le proprietà

Caldo: come trovare sollievo in casa

Leggi anche
Contents.media