Quali sono i vantaggi e i benefici dei legumi

I legumi sono un alimento essenziale in ogni dieta: contengono numerose sostanze nutritivi per il nostro organismo.

Scegliere tra differenti tipi di legumi disponibili sul mercato non è facile: ogni varietà possiede proprietà specifiche e controindicazioni possibili. Sono alcuni degli alimenti più consumati al mondo: tutte le culture hanno i loro prodotti a base di legumi. Si tratta di alimenti di origine vegetale che si trovano sotto forma di semi all’interno di un baccello.

Esistono in commercio diverse varietà di legumi e anche il loro stato di cottura è differente: si possono trovare freschi, in scatola, oppure secchi. Questo perché anche legumi hanno una stagionalità, infatti in base al periodo è possibile trovare alimenti diversi.

Sono prodotti importanti in ogni dieta in quanto sono una fonte inestimabile di proteine vegetali. Vengono consumati al posto della carne nei regimi alimentari vegetariani. Sono anche un’incredibile fonte di carboidrati e quindi aiutano a generare quel senso di sazietà che li rende perfetti per le diete dimagranti.

Sono anche un contorno molto utilizzato nei secondi piatti.

Legumi: tipi, proprietà e controindicazioni

I legumi sono alimenti molto facili da coltivare e quindi sono diffusi in tutto il mondo. Fanno parte della famiglia dei legumi numerosi prodotti che siamo abituati a consumare quasi tutti i giorni. Arachidi, carrube, ceci, fagioli, fave, lenticchie, lupini, piselli e soia sono solo alcuni dei legumi disponibili in commercio.

Come accennavo prima, i legumi sono un’incredibile fonte di proteine vegetali.

Inoltre sono anche fonte di energia, infatti sono ricchi di carboidrati. La povertà di grasso contenuto nei legumi li rende alimenti perfetti per chi soffre di colesterolo alto. Forte presenza di vitamine e sali minerali: in particolare vitamina B, ferro, calcio, zinco e magnesio. Inoltre possiedono anche un elevato grado di fibre. Tutto ciò le rende un elemento perfetto per creare un senso di sazietà e prevenire la stitichezza, quindi sono l’ideale nelle diete ipocaloriche.

La loro ricchezza di antiossidanti li rende un alimento perfetto per prevenire i tumori. Inoltre non contengono glutine, quindi sono adatti anche nelle diete per chi soffre di celiachia.

Controindicazioni dei legumi

I legumi però comportano anche alcune controindicazioni piuttosto importanti. Tra queste le più rinomate, anche nell’immaginario popolare, sono meteorismo e flatulenza. Infatti i legumi sono ricchi di oligosaccaridi: delle sostanze che nell’intestino fermentano grazie ai nostri batteri.

Il risultato di questa fermentazione è il metano, che non viene assorbito, se non in minima parte, dal nostro organismo. Un modo per limitare questi effetti collaterali è quello di togliere la buccia ai legumi cotti.

Un’altra controindicazione importante è la funzione anti-nutrizionale: la digestione dei legumi comporta una riduzione dell’efficacia digestiva di proteine e amidi. Questo vuol dire che associando i legumi alle proteine animali si corre il rischio di non assorbire del tutto queste ultime. Una soluzione è quella di mangiarne in quantità minori oppure consumare legumi isolatamente dagli altri elementi proteici della nostra dieta. In generale possiamo comunque affermare che i legumi rappresentano un alimento con più proprietà benefiche che controindicazioni.

Scritto da Amos Granata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I consigli migliori per prendersi cura del proprio corpo

Cos’è la glutammina e perché è essenziale in allenamento

Leggi anche
Contents.media