Aglio per il cuore: quali sono i benefici principali che offre

L'aglio è un alimento ricco di benefici per la salute e in particolare risulta utile per migliorare le condizioni del cuore.

L’aglio è uno degli alimenti più benefici per la salute dell’organismo e per questo motivo deve essere sempre presente nella dieta. Tra i numerosi motivi per consumarlo, uno dei principali riguarda la sua capacità di migliorare la salute del cuore.

Scopriamo quali sono i benefici che l’aglio offre al cuore in modo del tutto naturale.

Aglio per regolare la pressione del sangue

L’aglio è in grado di abbassare in modo naturale la pressione alta. Proprio per questo motivo risulta essere un valido aiuto per migliorare la salute del cuore e per prevenire la comparsa di malattie cardiache.

Questo beneficio si ottiene però solo consumando l’aglio crudo. Cocendolo infatti le sue proprietà ipotensive scompaiono.

Aglio per ridurre colesterolo e trigliceridi

Questo alimento è in grado di ridurre il colesterolo presente nel sangue. Proprio per questo motivo è possibile ricorrere ad integratori a base di aglio per migliorare le condizioni dei vasi sanguigni. Riducendo il colesterolo si riducono le possibilità di avere dei problemi di cuore e per questo è bene consumare aglio di frequente.

L’aglio è anche molto utile per chi soffre di trigliceridi alti. I trigliceridi sono dei lipidi che rischiano di ostruire le artere e proprio per questo quando sono in eccesso ci possono essere dei problemi seri a livello cardiaco.

Per tale motivo consigliamo di consumare regolarmente aglio allo scopo di combattere i grassi cattivi e mantenere il sangue depurato.

Aglio come anticoagulante

L’aglio contiene grandi quantità di ajoene, una sostanza in grado di regalare all’alimento una grande capacità anticoagulante. I risultati offerti dall’aglio sono simili a quelli dei farmaci normalmente impiegati per prevenire la formazione di pericolosi coaguli nel sangue.

Chi assume farmaci anticoagulanti non dovrebbe però consumare aglio.

In questi casi è bene parlarne con il proprio medico allo scopo di evitare che ci siano delle controindicazioni anche serie.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Capelli grassi: ecco come migliorarne la condizione usando oli vegetal

Tè matcha, un concentrato di benessere

Leggi anche
Contents.media