Notizie.it logo

Bacche di goji: calorie e come assumerle per dimagrire

quante calorie hanno le bacche di goji ricette dimagranti con bacche di goji

goji-2170629_960_720

Le famosissime bacche di Goji, i frutti rossi della salute, sono uno dei super food del momento: cibi dal basso contenuto calorico e dalle grandissime proprietà, ricchi di amminoacidi e antiossidanti. Come le si può usare al meglio, e integrarle al proprio percorso per dimagrire?

Quante calorie hanno le bacche di goji

E’ piuttosto comune trovare all’interno di una dieta dimagrante le bacche di goji come cibo integratore. Vengono consigliate da nutrizionisti e dietologi, infatti, come corroborante per un’alimentazione sana e leggera. Sono un alimento estremamente nutriente e dal valore glicemico molto basso, ma garantiscono un sapore al palato molto gradevole.

Per queste caratteristiche sono spesso utilizzate per integrare diete estremamente rapide, in quanto sono capaci di influire sulla quantità di peso corporeo che viene perso. Questa proprietà è ovviamente inficiata nel caso di alimentazioni non corrette. Perché le bacche abbiano il proprio effetto benefico, infatti, bisogna abbinarle a un’alimentazione sana e nutriente e buona e costante attività fisica.

Solo così si avranno gli effetti sperati.

Nonostante sia importante sottolineare come non siano un frutto in grado di sostituire uno stile di vita equilibrato e sano, ci sono anche altri punti da sottolineare a favore delle bacche. Data la loro ricchezza dal punto di vista degli antiossidanti naturali, non solo aiutano a prevenire i radicali liberi, ma sono un validissimo aiuto contro il cancro. Come ultima nota va segnalato che: abbassano il colesterolo e hanno lievi proprietà antinfiammatorie.

In quale modo possono questi piccoli frutti dal colore rosso essere così importanti per la nostra dieta? Il segreto delle bacche sta nella loro composizione nutraceutica, in quanto contengono in percentuale notevole, varie sostanze nutritive estrememente utili. Possono essere, quindi, efficaci nella lotta al grasso e nel raggiungimento del peso forma.

Le sostanze in questione sono, principalmente: zinco e cromo. Questi due nutrienti sono importantissimi per la riattivazione del metabolismo. Capaci, presi nelle giuste quantità, di far ripartire il “motore del corpo”, incidono direttamente sul dimagrimento e sulla correlata perdita di peso.

Entrambi sono utili in quanto riducono la sensazione di fame, aumentando di contro il senso di sazietà.
Un altro punto fondamentale, uno dei cavalli di battaglia delle bacche di goji è la loro capacità antiossidante e metabolizzante. Queste proprietà hanno la capacità di combattere l’invecchiamento di pelle e muscoli. Contribuisco, inoltre, a conferire una pelle luminosa e vitale, contrastando l’accumulo del grasso nella zona addominale. Prevenendo il formarsi di “pancetta” e maniglie dell’amore. Il bassissimo indice glicemico, inoltre, evita di stimolare la produzione di nuova insulina. In questo modo il livello di zuccheri nel sangue è limitato e la fame ulteriormente limitata.

Dal momento che le bacche di goji sono un frutto leggero fare il calcolo delle calorie non è difficile. Per una porzione media, di circa 30 grammi, l’apporto è di 22 grammi di carboidrati di qui 15 circa di zuccheri, quasi il 10% di apporto di vitamina A e il 2% di vitamina C.

L’ammontare di calorie e di circa 110 kcal.

Ricette dimagranti con bacche di goji

Per poter godere di tutti i benefici delle bacche di Goji, bisogna innanzitutto assumerle nelle giuste forme e quantità. Esattamente come fosse un integratore in capsule.
La prima possibilità è assumerle essiccate. Questa è infatti la forma più comune sul mercato delle bacche e una delle più semplici e veloci. Vanno usate e pensate come fossero uva passa: è quindi indicato reidratarle un po’ prima di utilizzarle.

La quantità perfetta è tra i 30 e i 40 grammi al giorno, magari accompagnate da un po’ di yogurt per una colazione completa, leggera ed equilibrata.

Sono ugualmente gustose nelle insalate, come complemento in sostituzione a semi di lino, ad esempio. Per chi volesse un equivalente facile da seguire, la quantità giornaliera corrisponde semplicemente a 3 cucchiai da cucina.

Non bisogna sottovalutare la potenzialità del succo delle bacche di Goji. Facile da trovare al supermercato, soprattutto sotto forma di mix con altri estratti di frutti rossi, è ottimo assunto anche da solo.

Molti nutrizionisti ne consigliano un bicchiere, più o meno, al giorno, differendo nelle opinioni solo per quanto riguarda la qualità. Per alcuni va assunto nella quantità di una ventina di millilitri, come un concentrato, mentre per altri i millilitri sono almeno 120 e fungono da complemento alimentare.

Nel caso non abbiate trovato il succo di bacche di Goji, un’ottima alternativa è prepararne l’infuso in casa. Stando bene attenti a riprodurre fedelmente la ricetta. La procedura è comunque semplice: un cucchiaino di bacche per ogni tazza che si vuole bere o offrire, dopodiché lasciare in infusione per circa cinque minuti, preferibilmente all’interno di un colino.

© Riproduzione riservata
Leggi anche