Notizie.it logo

Cetrioli: proprietà, benefici e controindicazioni

cetrioli

I cetrioli sono degli ortaggi molto diffusi. Hanno innumerevoli proprietà benefiche e possono essere preparati in modi differenti. Scopriamoli insieme

I cetrioli sono ortaggi appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae. Possiedono numerose proprietà benefiche e possono essere utilizzati con modalità differenti.

Cetrioli

Hanno la struttura di una pianta rampicante e strisciante, che si serve dei fusti e dei rami di struttura quadrangolare, per definire il suo spazio sulla terra. Le foglie dei cetrioli sono piuttosto grandi e ruvide, dotate di un picciolo verde scuro, dal quale ha origine un frutto polposo e ricco d’acqua.

La forma dei cetrioli è allungata, molto simile a quella della zucchina, ma con una buccia verde, spessa, leggermente bitorzoluta e leggermente acidula, i cui semi risiedono nella parte centrale. In quanto ortaggio privo di calorie, il cetriolo è molto indicato nelle diete, grazie anche alla grande quantità di acqua al suo interno. Il cetriolo può essere raccolto anche se non del tutto maturo. Il cosiddetto cetriolino, dalle piccole dimensioni, viene conservato sotto aceto.

Proprietà

Il cetriolo possiede molteplici proprietà benefiche.

E’ utile contro la ritenzione idrica e nelle diete dimagranti. Il suo utilizzo è molto rinomato anche in ambito cosmetico. E’ l’ingrediente principale di diverse ricette di bellezza create appositamente per la salute della pelle.

Il cetriolo è uno dei vegetali più ricchi di acqua in assoluto, in particolare, il 95% è composto da acqua. La ragione della sua straordinaria quantità idrica sta anche nel fatto che questa pianta cresce in paesi a clima temperato-caldo come India ed Egitto, ma anche Paesi che si affacciano sul mediterraneo.

Oltre alla notevole quantità d’acqua, il cetriolo contiene una buona quantità di sali minerali:

  • Il potassio è un tipo di minerale che favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso, contrastando la ritenzione idrica e abbassando la pressione arteriosa.
  • Il fosforo ha una struttura costituita da varie proteine ed enzimi e partecipa all’attivazione di alcune vitamine, intervenendo anche nei processi di riparazione cellulare.
  • La vitamina C, chiamata anche acido ascorbico, è essenziale per il buon funzionamento del sistema immunitario.

    Tra le altre proprietà della vitamina C, vi è anche la capacità di assorbire il ferro a livello intestinale e permettere la formazione di collagene.

  • I folati sono in realtà delle provitamine, ossia degli elementi convertiti, all’interno dell’organismo, nell’Acido Folico, che intervengono in numerosi processi cellulari, regolando la crescita, la riproduzione e il funzionamento cellulare. Le provitamine del cetriolo sono essenziali per la funzione cerebrale e per la sintesi di emoglobina e amminoacidi.
  • La vitamina K svolge un’importante funzione protettiva per le ossa e, data la sua azione antiemorragica, combatte le possibili infiammazioni.
  • L’acido tartarico impedisce la conversione di una parte di carboidrati ingeriti nello stesso pasto in grasso, facendoli eliminare direttamente con le feci. Questo fa sì che il cetriolo sia una risposta completa a chi vuol perdere peso.

Benefici

Il cetriolo offre numerose proprietà benefiche. Innanzitutto, contrasta l’ipertensione grazie al contenuto di potassio, il quale favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso, determinando un effetto benefico sulla pressione.

In secondo luogo, essendo ricco di acqua e potassio, il cetriolo è un ottimo alleato per l’idratazione del corpo ed è quindi utile per contrastare la ritenzione idrica, depurare l’organismo, liberarsi da tossine e sostanze estranee.

Il cetriolo, grazie all’azione depurativa e drenante aiuta a prevenire la formazione di calcoli renali e alla vescica.

Il cetriolo aiuta, inoltre, ad abbassare i livelli di acido urico, facilitando il processo di guarigione da malattie come la gotta.

I cetrioli contengono steroli, ossia sostanze che aiutano a contrastare il colesterolo alto e favoriscono il benessere cardiovascolare.

Essendo un ortaggio povero di carboidrati e ricco in fibre, il cetriolo aiuta a mantenere bassi i livelli di glicemia, per questo è molto consigliato in caso di diabete. Grazie alla presenza di silicio, il cetriolo contribuisce ad alleviare i dolori articolari, come l’artrite o la fibromialgia.

Controindicazioni

Nonostante la quantità di nutrienti e proteine benefiche per il corpo umano, il cetriolo possiede anche qualche piccolo effetto collaterale. In primis la poca digeribilità, ragion per cui il suo consumo è sconsigliato a chi soffre di cattiva digestione. Inoltre, è ricco di fibre insolubili, quindi sconsigliato a chi soffre di colon irritabile. Il consumo dei cetrioli è, inoltre, fortemente sconsigliato ai soggetti allergici.

Ricette

Durante l’acquisto di un prodotto alimentare, è importante controllarne la qualità.

Per quanto riguarda i cetrioli, è importante verificarne l’integrità.

In genere il cetriolo si consuma sotto forma d’insalata con olio, sale, pepe ed aceto. Una delle ricette più conosciute è costituita dai cetriolini sottaceto. È possibile ottenere delle squisite salse e succhi con un estrattore, creando ottimi abbinamenti tra cetriolo, mele, cavolo e limone.

Tra le varietà di cetriolo presenti in natura, vi è anche una combinazione ibrida tra cetriolo e melone tipica pugliese denominata “Carosello Bianco Barese”, spesso chiamata “Cocomero”. Vi sono diverse ricette capaci di dare un tocco di freschezza in piatti saporiti, anche dal gusto esotico, sia in bevande rinfrescanti e salutari. I cetrioli sono tra gli ingredienti principali del gazpacho: una zuppa fredda di ortaggi tipica della Spagna e apprezzata soprattutto in Andalusia.

La Grecia è invece la terra della salsa tzatziki, uno dei condimenti più popolari del Paese, che potrete preparare con cetriolo, yogurt greco, olio extravergine, aglio e ingredienti variabili.

Spostandosi in Giappone, vi è l’alga wakame, utilizzata a crudo nelle insalate e che si sposa bene con il gusto dei cetrioli.

La raita di verdure miste, invece, è un piatto tipico dell’India e tra i suoi ingredienti vi sono i cetrioli, assieme a ravanelli, pomodori ben maturi, erba cipollina, yogurt magro al naturale, prezzemolo fresco e le tipiche spezie indiane come curry e cumino.

© Riproduzione riservata
Leggi anche