Cistite: tutte le cause e i rimedi di quella interstiziale

La cistite interstiziale è una malattia - talvolta anche particolarmente dolorosa - che colpisce soprattutto le donne. Scopriamo insieme tutti i rimedi.

La cistite interstiziale è una condizione dolorosa che implica l’infiammazione della vescica. La condizione può causare un dolore significativo con attacchi che sembrano non avere cause specifiche. Non sappiamo con precisione la causa generale della cistite interstiziale (IC). Prima della diagnosi, i pazienti si sentono frustrati e i medici diventano talvolta confusi su come trattare questa difficile condizione.

Spesso è attraverso molte prove ed errori che il paziente scopre cosa funziona e cosa no. Le terapie devono essere diverse per ogni paziente, quindi è importante che i pazienti affetti da cistite interstiziale conoscano le varie opzioni di trattamento.

La cistite interstiziale: un enigma

La cistite interstiziale è stata nel tempo un enigma sia per la causa che per il trattamento. È caratterizzata da dolore pelvico e maggiore frequenza ed urgenza ad urinare.

Alcuni pensano che la frequente assunzione di antibiotici per infezioni alla vescica possa aver giocato un ruolo nell’avvio del processo. Altri pensano che le stesse infezioni alla vescica possano essere una probabile causa. Le donne sono colpite per il 90% delle volte e sono più soggette a infezioni ricorrenti alla vescica. Anche gli spasmi muscolari nell’area del bacino e della vescica sono stati coinvolti tra i sintomi aggravanti.

Cistite interstiziale e alimentazione

Come vale per la maggior parte delle malattie, ciò che mangiamo e beviamo sembra riguardare anche la cistite interstiziale. Clinicamente, molti pazienti notano un miglioramento quando eliminano l’aspartame dalla loro dieta. L’aspartame è un dolcificante artificiale utilizzato al posto dello zucchero nelle bevande analcoliche e in molti alimenti senza zucchero. Francamente, si dovrebbe fare attenzione a qualsiasi dolcificante artificiale quando si ha a che fare con la cistite interstiziale, ma l’aspartame sembra essere particolarmente irritante ed è consigliabile evitarlo.

Alcuni pazienti osservano che durante gli attacchi acuti può essere utile evitare altri fattori scatenanti come l’alcol, la caffeina, il caffè e il tè. Inoltre, prestare attenzione a determinati alimenti come pomodori e succhi di frutta può aiutare a calmare i sintomi. I pazienti con sintomi di cistite interstiziale frequenti o giornalieri sono fortemente incoraggiati a studiare una dieta personalizzata e a controllare tutti gli alimenti che sembrano aggravare in modo considerevole il dolore alla vescica. Per alcuni pazienti, anche l’integrazione di vitamina C può aggravare i sintomi.

Come curare la cistite

Altri trattamenti sono necessari per cercare di migliorare la salute generale della vescica. Ad esempio, i probiotici possono essere presi per promuovere i batteri sani nel corpo. Alcuni pazienti hanno riscontrato che l’integratore D-mannosio può essere utile contro la cistite interstiziale. Il D-mannosio è usato principalmente per trattare i primi segni di disagio vescicale causato da un’infezione alla vescica. Ciò non significa necessariamente che la cistite interstiziale sia causata da un’infezione alla vescica. In effetti, molte persone ritengono che non sia affatto dovuta a un’infezione, ma il D-mannosio può lo stesso aiutare ad alleviare i sintomi. Può essere assunto da 1500 a 3000 mg al giorno in dosi divise.

Quercetina

Uno dei trattamenti più semplici e sicuri da provare contro la cistite interstiziale è la quercetina, nutriente bioflavonoide. La quercetina è un nutriente presente in natura in molti frutti. Come integratore, 500 mg di quercetina due volte al giorno possono essere utili nel trattamento dei sintomi di cistite interstiziale. La quercetina è ben tollerata dall’organismo e può anche aiutare a combattere i sintomi di allergia.

Dimetilsolfossido

È interessante notare che gli urologi utilizzano il DMSO (dimetilsolfossido) nel trattamento della cistite interstiziale. Il dimetilsolfossido è un trattamento che per lungo tempo venne considerato non tradizionale. Le infusioni di DMSO hanno dimostrato di aiutare a combattere i sintomi di cistite interstiziale. Il DMSO è anche usato per trattare il dolore da artrite o può essere usato in combinazione con altri trattamenti perché è ben assorbito dalla pelle e può aiutare altri farmaci ad essere assorbiti. Se crampi e spasmi muscolari avvengono frequentemente, possono aggravare i sintomi alla vescica. Solitamente vengono trattati con integratori di magnesio (250-500 mg al giorno).

La crema di testosterone usata per via intravaginale può anche aiutare contro il dolore muscolare alla pelvi (solo a seguito di prescrizione medica).

Ulteriori trattamenti contro la cistite interstiziale comportano il mantenimento di abitudini di vita sane, in particolare per la vescica. Ciò significa assumere le giuste quantità di acqua: 1,5 L al giorno o più. La vescica deve essere svuotata regolarmente durante il giorno e sempre dopo un rapporto sessuale. Ancora una volta, il miglioramento della dieta sembra giocare un ruolo significativo nel ridurre i sintomi.

È necessario inoltre prestare attenzione all’esposizione alle tossine, in quanto alcuni pazienti malati di cistite interstiziale hanno subito un’esposizione a varie tossine. Si consiglia inoltre di bere acqua filtrata, come per esempio attraverso la filtrazione ad osmosi inversa.

La cistite interstiziale può essere molto dolorosa. La sua causa originale è sconosciuta, molto probabilmente perché coesistono diverse cause. I cambiamenti nello stile di vita, nella dieta e l’assunzione di integratori alimentari mirati possono spesso aiutare a migliorare le condizioni di vita in modo tale che il dolore non sia più un problema ricorrente.

Scritto da Elisa Secci
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vaccino antinfluenzale: quale è il miglior momento per farlo

Germi: quanto si diffondono con gli asciugamani ad aria

Leggi anche
  • vitamina aVitamina A: a cosa serve e in quali alimenti si trova

    La vitamina A aiuta la crescita forte e robusta delle ossa, svolge un’azione antiossidante ed è benefica per la pelle

  • carenza ferroCarenza di ferro: cause, sintomi e come intervenire

    La carenza di ferro causa una mancanza di ossigeno nel nostro organismo, ma si può rimediare intervenendo sull’alimentazione

  • saluteAlimenti ed esercizi per migliorare la circolazione delle gambe

    Per migliorare la circolazione del sangue nelle gambe è necessario fare attenzione agli alimenti che si consumano e praticare alcuni esercizi.

  • saluteSintomi e rimedi contro la bronchite asmatica

    Scopriamo quali sono i sintomi con cui si manifesta la bronchite asmatica e impariamo a conoscere anche i migliori rimedi.

Contents.media