I migliori alimenti contro il colesterolo e i trigliceridi

Per tenere sotto controllo il colesterolo e i trigliceridi è bene assumere ogni giorno alcuni alimenti specifici. Scopriamo qual è la dieta migliore.

La migliore strategia per tenere sotto controllo colesterolo e trigliceridi è fare attenzione agli alimenti che si mangiano ogni giorno. Seguire una dieta sana ed equilibrata è fondamentale per restare in salute, per questo motivo vogliamo suggerirvi alcuni cibi che andrebbero consumati ogni giorno.

Alimenti contro colesterolo e trigliceridi

Gli alimenti che andrebbero mangiati ogni giorno per ridurre il colesterolo e i trigliceridi presenti nell’organismo sono numerosi e fanno tutti parte di una dieta sana e povera di lipidi. Gli alimenti ricchi di fibra sono in grado di ridurre l’assorbimento del colesterolo e anche il riassorbimento degli acidi biliari. La fermentazione delle fibre intestinali determina anche la liberazione e l’assorbimento di acido propionico.

I cibi ricchi si fibra sono quelli vegetali come verdura, frutta, cereali integrali, legumi e funghi.

Anche i cibi ricchi di omega-3 sono ottimi per migliorare la salute perchè migliorano il metabolismo dei lipidi che vengono trasportati nel sangue e quindi permettono di ridurre le quantità di colesterolo e di trigliceridi. Gli alimenti più ricchi di questi nutrienti sono le noci, i kiwi, il pesce azzurro, il salmone e l’olio di lino.

Suggeriamo anche di consumare ogni giorno alimenti che contengano acidi grassi omega-6 perchè hanno la capacità di ridurre il colesterolo totale. Questi alimenti sono soprattutto semi e frutta secca. Gli alimenti che contengono omega-9 riescono a ridurre solo il colesterolo cattivo e i trigliceridi, mantenendo intatta la quantità di colesterolo buono: questi sono contenuti nelle olive e nell’olio extravergine d’oliva.

I cibi ricchi di steroli e stanoli vegetali sono alimenti fortificati e quindi dietetici.

Questi legano il colesterolo (soprattutto se assunti insieme alle fibre alimentari) e ne ostacolano l’assorbimento a livello intestinale. Solo 2 milligrammi di steroli o di stanoli possono ridurre il colesterolo cattivo fino al 10% del totale mantenendo integra la frazione di colesterolo buono.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cos’è e quali sono i sintomi del botulismo?

Malattie neurodegenerative: quali sono i sintomi principali e le cure?

Leggi anche
Contents.media