Come calcolare il proprio peso senza l’aiuto della bilancia

Il peso è uno fra i primi indicatori della salute di ogni persona: come monitorarlo e tenerlo sotto controllo in modo semplice e veloce

Che sia per arrivare pronti alla prova costume, per raggiungere un obiettivo legato alla propria attività sportiva preferita o semplicemente per volersi mantenere in salute, il controllo del peso è un’attività che molte persone mettono in atto diverse volte durante l’arco della vita.

L’insieme delle varie componenti che determinano il peso, come la massa grassa e quella muscolare possono infatti essere soggette a oscillazioni dovute al cambiamento delle proprie abitudini, siano essere relative all’alimentazione o all’attività fisica. Il controllo del peso non è però utile solamente a fini estetici, ma anzi, se svolto in modo corretto è secondo gli esperti una vera e propria abitudine salutare. Quindi come capire quanto pesi senza bilancia? Alcuni consigli.

Advertisements

Capire quanto pesi senza bilancia

Rispondere a questa domanda è abbastanza semplice: è chiaro che nessuno strumento potrà restituire un calcolo preciso quanto quello offerto dalla bilancia. Le formule magiche infatti, non esistono. Oltre a salire sul pesapersone però, ci sono diverse azioni che si possono compiere per tenere sotto controllo il proprio peso. Sicuramente molte persone hanno già un’idea indicativa del numero chilogrammi raggiunto in vari momenti della propria vita: un paio di jeans che non entra più facilmente può essere un buon campanello d’allarme per far scattare il dubbio di essere ingrassati, così come un viso più spigoloso o braccia più sottili sono tipici indicatori di un processo di dimagrimento abbastanza avanzato.

Quali strumenti possono sostituire la bilancia?

La prima cosa da fare per capire se il proprio peso forma può aver subito delle variazioni consistenti è misurare le proprie circonferenze: i fianchi, la pancia e il petto sono le tre zone del corpo che possono indicare dove si è accumulato o bruciato il grasso. Misurare correttamente è semplice; in rete sono presenti numerose guide illustrate per capire quale sia il punto esatto su cui applicare il metro a nastro (quello comunemente usato in sartoria).

Esistono poi alcuni misuratori di circonferenza piuttosto economici, reperibili online o in farmacia a meno di dieci euro.

Anche usare uno specchio sufficientemente grande per osservarsi a figura intera può aiutare a capire se nel corso del tempo la forma del proprio corpo è cambiata. Gli occhi, che lo si voglia o meno, sono i primi strumenti utili per capire se il peso forma è rimasto inalterato o se sia necessario variare le proprie abitudini alimentari.

Fotografarsi periodicamente può essere un ulteriore modo utile per monitorare il proprio corpo: indicativamente, i periodi in cui si è più soggetti ad ingrassare sono l’inizio dell’inverno (in cui il corpo richiede più energia per far fronte al freddo, e in cui si tende a essere più sedentari), i giorni successivi alle festività (per via delle abbuffate in famiglia) e periodi di stress prolungato (in cui è possibile ripiegare sul cibo per trovare conforto).

Pesarsi senza bilancia: alcuni consigli utili

Se è vero che l’attenzione verso il corpo è importante, è bene rimanere vigili qualora l’abitudine di pesarsi e osservarsi diventasse troppo frequente. Le variazioni di peso infatti, possono anche dipendere da situazioni specifiche, come nel caso del ciclo mestruale. Per molte donne questo momento coincide con un accumulo di liquidi da parte delle cellule che può portare ad un aumento di peso di anche due kg. Rimanere in forma è un buon modo di provvedere alla propria salute, e anche se il controllo del peso è importante, sentirsi soddisfatti e sereni con il proprio corpo lo è ancora di più.

Scritto da Flavia Ferrero
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Benefici e caratteristiche dell’infuso al rosmarino

Scrub viso per pelle mista: come realizzarlo a casa

Leggi anche
  • AcrilamideAcrilammide: cos’è, dove si trova e rischi per la salute

    Acrilammide: sostanza genotossica e cancerogena che può portare alla formazione di cellule tumorali

  • zanzara tigre rimedi puntureZanzara tigre: i rischi e le cure per proteggersi

    La zanzara tigre è una specie molto diffusa in Italia: conoscere i rischi e i rimedi contro le punture può migliorare la tua estate

  • occhi stanchi sollievoOcchi stanchi: quali rimedi naturali donano sollievo?

    Gli occhi stanchi sono un problema per le numerose persone che lavorano ogni giorno davanti al pc. Vediamo come donare sollievo agli occhi.

  • mangiarsi le unghiePerché mangiarsi le unghie è tanto pericoloso?

    Mangiarsi le unghie è un’abitudine molto pericolosa per diversi motivi. Vediamo perché è bene non cedere alla tentazione di tormentarsi le unghie.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.