Come eliminare il gonfiore addominale: dieta e consigli

Il gonfiore addominale può essere eliminato se si segue una dieta corretta e uno stile di vita sano

Il gonfiore addominale è un sintomo fastidioso tipico di numerosi disturbi all’apparato digerente. Questo disturbo causa una sensazione di eccessiva tensione addominale, dovuta ad un accumulo gassoso nell’intestino e nello stomaco.

Caratteristiche del gonfiore addominale

La pancia gonfia, conosciuta anche come meteorismo, di solito è accompagnata da alterazioni della frequenza di evacuazione, come stipsi o diarrea, crampi addominali, flatulenza ed eruttazione.

Alcune volte il gonfiore addominale è solo un sintomo passeggero, dovuto a un pasto troppo abbondante consumato velocemente oppure causato da un aumento di peso. Altre volte, invece, la pancia gonfia è sintomo di fenomeni fisiologici, come la sindrome premestruale o la menopausa. In altri casi ancora, questo disturbo può indicare disturbi più seri, come cancro al colon e all’ovaio, appendicite, fibrosi cistica, intolleranze alimentari, sindrome dell’intestino irritabile e via dicendo.

Qualora vi sia il sospetto di soffrire di uno di questi disturbi, è bene rivolgersi ad un medico competente ed effettuare tutti gli accertamenti richiesti. In ogni caso, esistono alcuni accorgimenti che, nei casi meno gravi, possono aiutare ad eliminare il gonfiore addominale.

Come eliminare la pancia gonfia?

Per eliminare il gonfiore addominale, bisogna fare attenzione ai cibi che si mangiano e abbinarli in maniera corretta.

Cosa fare

In caso di intolleranza al lattosio, così come in caso di celiachia, l’unico rimedio possibile è eliminare dalla dieta tutti quei cibi che contengono lattosio o glutine.

Seguire una dieta priva di questi elementi aiuterà di sicuro a sgonfiare l’addome.

Se, invece, siamo un po’ sovrappeso e ci sentiamo gonfi, la soluzione ideale è quella di perdere qualche chilo, diminuendo così la tensione addominale.

Per risolvere il problema, è bene mantenersi idratati e bere due litri d’acqua al giorno. Occorre anche apportare la giusta quantità di fibre attraverso cibi appositi e mangiare yogurt con fermenti lattici vivi.

Per ridurre il gonfiore addominale è utile anche alleviare lo stress e la pressione esterna.

Inoltre è utile praticare esercizio fisico costante, che si tratti di un allenamento in palestra, passeggiate quotidiane, yoga o pilates.

Se tutti queste soluzioni non funzionano e, oltre alla pancia gonfia, si presentano sintomi come febbre alta, diarrea, inappetenza e dolore è bene contattare subito un medico.

Cosa non fare

Mentre si sta a tavola è bene non mangiare troppo in fretta, ma masticare piano e con moderazione. Inoltre, per ridurre il gonfiore addominale, è bene non fumare e non parlare mentre si mangia. Occorre anche evitare le grandi abbuffate nonché le bibite gassate e il cibo spazzatura, e prediligere un regime dietetico bilanciato, senza eccessi.

Cosa mangiare

Il caso di gonfiore addominale, seguire una dieta a base di frutta e verdura ci aiuta a fare il pieno di antiossidanti. Anche gli alimenti integrali e ricchi di fibre come la pasta e il pane aiutano a sgonfiare la pancia. È bene anche associare le proteine a verdure non fritte.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cos’è e come funziona la dieta di Ippocrate

Utilizzare i suoni come terapia: alcuni consigli

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.