Come fare l’olio essenziale di gelsomino: la guida step by step

Come fare l’olio essenziale di gelsomino? Scopriamo la guida step by step.

Il gelsomino è considerata una delle piante più belle, oltre a contare su molteplici proprietà sia medicinali sia cosmetiche. Ecco svelata la guida step by step per fare l’olio essenziale di gelsomino.

Come fare l’olio essenziale di gelsomino: la guida step by step

Il gelsomino, oltre a essere una pianta bellissima, è ricco di proprietà essenziali per la mente e per il corpo. L’infusione di gelsomino ci aiuta a combattere tra l’altro l’insonnia e a calmare l’ansia, oltre ad essere un ottimo diuretico naturale. L’olio essenziale di gelsomino è ideale per evitare la perdita dei capelli e prevenire il crespo o capelli crespi.

Preparare olio di gelsomino in casa, dunque, fai da te è molto semplice ma dovrai avere pazienza, poiché è necessario un certo tempo di fermentazione prima di poterlo utilizzare. Avrai bisogno di: 100 g di fiori di gelsomino; Olio di mandorle e un barattolo di vetro con chiusura ermetica. Ecco la guida step by step per fare l’olio essenziale a base di gelsomino.

Step 1: Per preparare l’olio di gelsomino avremo bisogno di 100 grammi di fiori. Il fiore del gelsomino è uno di quelli che meno olio produce, pertanto occorrono maggiori quantitativi rispetto a quelli che useremmo per fare un olio preparato con piante che producono una maggiore quantità, come le rose.

Step 2: Sminuzza i fiori del gelsomino con l’aiuto di un mortaio. Quando li hai sminuzzati per bene, prendi un barattolo di vetro con chiusura ermetica. Poiché il gelsomino è una pianta che produce una scarsa quantità di olio, abbiamo bisogno di un olio di base che assorba tutta la sua essenza.

Il migliore per questo scopo è l’olio di mandorle. Pertanto, introduci i fiori sminuzzati in un mortaio e coprili completamente con quest’olio.

Step 3: Chiudi il flacone e lascialo per un mese a macerare in un luogo in cui non arriverà la luce diretta del sole e dove non ci sia umidità. Dovrai agitare un po’ il barattolo ogni giorno o ogni due. A piacere, puoi aggiungere alla miscela di fiori e olio di mandorle alcune gocce di vitamina E per conservarlo in condizioni migliori e, in caso di voler utilizzare l’olio di gelsomino per la pelle, aumentare i suoi profitti.

Step 4: Dopo un mese, dovrai colare l’olio, introdurlo in un’altra boccetta con coperchio e incorporare fiori nuovi. Come per lo step 2, devi sminuzzare i fiori prima di aggiungerli. Lascia riposare l’olio di gelsomino altre tre settimane.

Step 5: Per ottenere un migliore olio di gelsomino, passate le tre settimane puoi ripetere il procedimento di prima. Filtrare l’olio di nuovo, inserirlo in un’altra boccetta, cambiare i fiori e lasciar riposare tre settimane. Una volta al termine di tale periodo, avrai già il tuo olio di gelsomino pronto per l’uso.

L’olio di gelsomino deve essere solo utilizzato sulla pelle, per eseguire massaggi o da applicare sui capelli. Per prendere il gelsomino per sfruttarne le sue proprietà medicinali, dovrai farlo sotto forma di tisana, non di olio essenziale.

Olio essenziale di gelsomino: come fare e le proprietà

Come anticipato l’olio essenziale di gelsomino ha interessanti e numerose proprietà. In aromaterapia è usato per le sue proprietà calmanti e lenitive. In casa può essere usato per profumare in modo naturale gli ambienti dedicati al relax, sembrerebbe essere utile per alleviare lo stress.

L’aroma del gelsomino è considerato un ottimo afrodisiaco naturale, infine in erboristeria, l’olio essenziale di gelsomino è usato per le sue proprietà antisettiche e come agente anti-infiammatorio.

Scritto da Chiara Sorice

Lascia un commento

La beauty routine di Laura Harrier: tutti i suoi segreti di bellezza

Dieta estiva della menopausa: consigli e rimedi

Leggi anche
  • 2148700266Protezione solare: come scegliere la crema giusta

    Il sole può essere un vero amico del nostro organismo. Fondamentale per la sintesi della vitamina D, aiuta a produrre serotonina e può contribuire a tenere sotto controllo alcuni problemi dermatologici, come l’acne e la psoriasi.

  • image 8fa69758 10a8 462b 9b4f 2647462dc137Crema idratante per rughe: quale scegliere

    La crema idratante, a base di componenti come acido ialuronico, dona una pelle dall’aspetto giovane e ben idratato e levigato.