Notizie.it logo

Cosa succede quando le donne incinta fumano sigarette

sigarette

Le donne incinta che fumano sigarette minacciano la salute del proprio bambino, esponendoli a varie sostanze tossiche dannose.

Il fumo danneggia la propria salute e quella di chi ci sta attorno. Chi fuma le sigarette può avere dei problemi di salute come cancro, alte possibilità di ictus, problemi respiratori e molto altro ancora. Qualora una donna sia incinta è cosa buona che non fumi e non stia a contatto con fumatori perché il bambino potrebbe risentire di ciò. Tra i rischi a cui va in contro una donna incinta fumatrice c’è l’aborto spontaneo.



Danni del fumo sul feto

La maggior parte dei danni causati dal fumo di sigaretta non appare per anni o decenni, rendendo difficile convincere i fumatori a rinunciare all’abitudine. Tuttavia, quando una donna incinta fuma, la nicotina e altri composti trovati nel tabacco, rappresentano una minaccia immediata ed estesa per la salute del bambino in via di sviluppo. Questi pericoli includono:

  • Aumento del rischio di aborto spontaneo
  • Aumento del rischio di sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS)
  • Nascita prematura
  • Basso peso alla nascita
  • Problemi comportamentali (ad esempio iperattività)
  • Ridotta abilità verbale e matematica

Ironia della sorte, il fumo riduce in primo luogo anche la possibilità di una donna di rimanere incinta! Come fa il fumo a devastare così tanto in soli nove mesi? La differenza sta in tre cose.

Il tempo di esposizione

Alcuni cambiamenti piuttosto spettacolari si verificano in nove mesi di gravidanza.

Una singola cellula appena fecondata si trasforma in un organismo complesso, speciale e autocosciente. Le cellule non devono solo moltiplicarsi in numero, devono anche cambiare il loro aspetto e il loro modo di lavorare, per formare tutti i diversi tessuti e organi che compongono il corpo umano. L’intero processo è altamente regolato. I cambiamenti devono avvenire nel momento giusto e nel posto giusto. In alcune aree del cervello in via di sviluppo, l’esposizione alla nicotina intacca questa progressione ordinata.

Effetto nicotina

In che modo la nicotina di poche sigarette (così come l’azione provocata dalla nicotina è simile a quella del neurotrasmettitore, l’acetile, che si trova contenuto nei cerotti che si usano per smettere di fumare) provoca un effetto così profondo? La risposta risiede nella colina.

Durante lo sviluppo del cervello, ogni neurotrasmettitore che agisce attraverso il proprio recettore può dire a un neurone di iniziare o interrompere a dividersi, a differenziarsi, a formare connessioni con altre cellule e persino morire.

Il modo in cui il neurone interpreta la stimolazione da parte del neurotrasmettitore dipende dal contesto in cui si verifica. Un segnale ricevuto nel momento sbagliato può danneggiare tutte le regioni del cervello. Poiché la nicotina si lega ai recettori colinergici, può stimolarli proprio come l’acetilcolina. Ma a differenza dell’acetilcolina, la nicotina non è regolata internamente. I neuroni lo vedono ogni volta che la mamma fuma un’altra sigaretta. A seconda di quando si verifica l’esposizione al cervello, la nicotina può ridurre il numero di neuroni in una regione del cervello o modificare il modo in cui i neuroni mandano segnali.

Il modo in cui funziona la gravidanza

Anche un bambino in via di sviluppo dipende interamente dal corpo della madre per:

  • fornire nutrienti
  • fornire ossigeno
  • rimuovere i prodotti di scarto come il biossido di carbonio (CO2)

A causa di questa relazione, i cambiamenti nel modo in cui il corpo della madre funziona hanno conseguenze sul feto.

La nicotina nelle sigarette altera la pressione sanguigna di un fumatore, la frequenza cardiaca e persino il metabolismo. Gli altri componenti del fumo di sigaretta, come il monossido di carbonio (CO), possono anche modificare o interrompere i processi fisiologici di base. Il CO è un gas inodore e incolore prodotto dalla combustione di composti contenenti carbonio. Il combustibile nel motore di una macchina, ad esempio, produce molto monossido di carbonio.

Il CO sposta l’ossigeno dalla molecola che normalmente lo trasporta attraverso il flusso sanguigno verso i vostri organi e tessuti. Livelli elevati di CO possono essere mortali. Semplicemente non si riesce a fornire ossigeno a sufficienza per mantenere i processi cellulari in tutto il corpo. Quando una donna incinta fuma, le tracce di CO che lei inala vogliono dire che meno ossigeno sarà consegnato ai suoi tessuti e al suo feto.

Prodotti chimici tossici

L’incredibile numero di sostanze chimiche nel fumo di tabacco

Ci sono più di 4000 diversi composti nelle sigarette che fumi.

Alcuni di questi composti si trovano naturalmente nella pianta del tabacco, mentre altri vengono aggiunti durante il processo di produzione, per aggiungere sapore o conservanti. C’è anche un gran numero di sostanze chimiche create dalla combustione dopo aver acceso una sigaretta.

Sostanza chimiche nelle sigarette

Molte sostanze chimiche, inclusa la nicotina, possono facilmente spostarsi dal flusso sanguigno della madre, a quello del feto (questo è il motivo per cui i medici sono così cauti riguardo ai medicinali da banco o da prescrizione che le donne assumono quando aspettano un bambino). Quando una donna incinta inala il fumo di sigaretta, espone sé stessa e il suo feto a:

  • Nicotina – Se fumi durante la gravidanza, il tuo bambino sarà esposto quasi al tuo stesso livello alla nicotina. Ciò significa che una volta nato/a e non riceve più nicotina per via endovenosa, si presenteranno probabilmente i sintomi di astinenza da essa.
  • Cianuro – Le persone adulte ricorderanno il panico che è seguito dopo che qualcuno ha manomesso il Tylenol con il cianuro negli anni ’80. Il cianuro impedisce alle cellule di utilizzare l’ossigeno per vari processi metabolici, ed è uno dei veleni più letali in circolazione.
  • Cadmio: presente in batterie ricaricabili, questo metallo pesante danneggia i reni. Senza un corretto filtraggio ed escrezione dai reni, gli scarti prodotti da diversi processi cellulari si accumulano nel sangue.
  • Arsenico: un altro metallo pesante che interferisce con la conversione del cibo (glucosio) in carburante (ATP) all’interno delle tue cellule.
  • Formaldeide – blocca le proteine in una conformazione rigida.

Con l’eccezione della nicotina, non si trovano grandi percentuali di queste sostanze chimiche nel fumo di sigaretta tali da causare gravi danni al fumatore o al loro bambino. È più probabile che tutti questi composti in combinazione abbiano l’effetto netto di ridurre l’insieme di nutrienti e altre risorse che il feto ha bisogno per crescere. Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui i bambini nati da fumatori, sono più piccoli della media.

Ti ricordiamo che se vuoi smettere di fumare è possibile acquistare un libro su Amazon al prezzo di 8.50€ che si promette di farvi perdere questo vizio

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche