Helicobacter: come sconfiggere il batterio dello stomaco

helicobacter

L’helicobacter pylori è un batterio che sopravvive nello stomaco, ma che in certi casi può provocare un’infiammazione dell’organo stesso o addirittura un’ulcera. È fondamentale in questi casi rivolgersi al medico che diagnostichi la presenza del batterio e prescriva il miglior trattamento. Tuttavia le cure mediche possono essere rafforzate anche da alcuni rimedi naturali.

Olio essenziale di erba luisa

In presenza di sintomi tipici dell’helicobacter pylori come dolore addominale, vomito o indigestione è di fondamentale importanza accudire al medico che diagnostichi il problema e prescriva la cura più adatta in base al caso; sarà poi con lui che si può ipotizzare di rafforzare il trattamento prescritto con qualche rimedio naturale.

Ad esempio, uno dei rimedi casalinghi più utilizzati contro l’helicobacter pylori è l’olio essenziale di erba luisa, conosciuta anche come cedrina o citronella. È una pianta digestiva che allevia il bruciore di stomaco e il vomito grazie ad alcuni componenti quali flavonoidi, limonene, cineolo, cariofileno e linalolo che le conferiscono proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.

Si consiglia di assumere 15-20 gocce di quest’olio essenziale diluite in mezzo bicchiere d’acqua dopo ogni pasto per una settimana, o anche meno, a seconda delle necessità.

L’alternativa è quella di preparare l’infusione di questa pianta aggiungendo 3-4 foglie all’acqua bollente e lasciare in infusione 5 minuti circa, e consumarla dopo i pasti per una settimana.

Liquirizia

La liquirizia viene utilizzata per alleviare le ulcere allo stomaco, e in presenza dell’helicobacter pylori può evitarne la diffusione o l’adesione alle pareti dello stomaco. Per questo si consiglia di consumare la liquirizia all’inizio dell’infezione. La radice di questa pianta infatti contiene alcuni componenti a cui il batterio non sopravvive, ad esempio alcuni acidi (glicirretico e malico), tannini e flavonoidi (formononetina, glicerolo e licoflavonol). Queste sostanze conferiscono alla liquirizia proprietà antispasmodiche, antiacido, antibatteriche e antinfiammatorie.

La modalità più comoda e efficace è quella di succhiare o mordere direttamente la radice. Potete anche preparare un’infusione aggiungendo all’acqua bollente una cucchiaiata di polvere di liquirizia per ogni bicchiere d’acqua che verrà utilizzato. Lasciar riposare e raffreddare 5 minuti circa e berne 2-3 tazze al giorno per 4 giorni di seguito.

Propoli

La propoli è una sostanza prodotta dalle api con notevoli proprietà antibiotiche, antinfiammatorie e antibatteriche, particolarmente indicata quindi come rimedio casalingo per sconfiggere l’helicobacter pylori, dato che aiuta l’organismo a combattere infezioni e problemi digestivi.

Inoltre, migliora anche le difese immunitarie.

In questo caso l’opzione migliore è assumere la propoli in commercio nelle dosi indicate sulla confezione o secondo indicazione del medico, altrimenti esiste la tintura madre o l’estratto da diluire in acqua o miele.

Zenzero

Uno dei prodotti naturali più utilizzati per trattare problemi digestivi è lo zenzero, un potente antinfiammatorio, antibatterico, antiemetico e antispasmodico, che può aiutare ad alleviare i sintomi prodotti dall’helicobacter pylori ed eliminarlo.

Oltre ad aggiungerlo ad alcune pietanze, lo zenzero può essere consumato sotto forma di tisana. Basterà aggiungere all’acqua bollente due fettine di radice fresca o due cucchiaiate di radice in polvere. Lasciar bollire 5 minuti, rimuovere dal fuoco e lasciar riposare altri 5 minuti prima di berla. L’infusione può essere consumata 3 volte al giorno dopo i pasti per una settimana.

Curcuma

La curcuma, conosciuta anche come oro indiano o stecca di zafferano, è innanzitutto una spezia da utilizzare in cucina.

È considerata una sorta di “superfood” per le sue proprietà antisettiche, antinfiammatorie e digestive. Tutto questo grazie alla presenza di componenti quali curcumina, eugenolo, borneolo, acidi organici e fenoli.

La radice di questa pianta può essere utilizzata come condimento per diversi piatti, o in alternativa per preparare un tè alla curcuma. In questo caso, una volta che l’acqua abbia raggiunto il bollore aggiungere una cucchiaiata di radice di curcuma in polvere ogni 4 bicchieri d’acqua utilizzati. Lasciar bollire 3-5 minuti, rimuovere dal fuoco e lasciar riposare altri 5 minuti prima di berlo. Questa infusione va consumata 2-3 volte al giorno per 4 giorni di seguito o comunque fino a che l’infezione non sia migliorata, tuttavia si consiglia di non prolungarne l’assunzione per più di una settimana.

Se invece aggiungete la curcuma ai piatti, ricordatevi di condirli poi con del pepe nero per attivare al meglio la curcumina.

Altri alimenti per sconfiggere l’helicobacter pylori

Naturalmente nel caso in cui si soffra di quest’infezione diventa importante lo stile alimentare, che va adattato per aiutare a sconfiggere il batterio. Di seguito gli alimenti consigliati:

  • Cavolfiore o verza.
  • Broccoli.
  • Probiotici, come miso, kefir, kombucha, crauti e tempeh.
  • Mirtilli.
  • Aglio.

Aggiungere questi alimenti alla dieta è fondamentale grazie alla presenza nella loro composizione di antibatterici e acidi in grado di riequilibrare la flora intestinale e di eliminare quindi il batterio responsabile dell’infezione.

Consigli per combattere l’helicobacter pylori

Oltre a tutte le raccomandazioni sopra citate, ci sono altre indicazioni che è bene seguire per evitare il contagio e combattere il batterio in maniera efficace:

  • Per prevenire l’infezione è importante seguire una dieta sana e equilibrata. Questo significa uno stile alimentare vario che eviti possibilmente cibi processati e industriali. Inoltre, bisogna sempre consumare acqua potabile ed evitare quella di fiume o proveniente da zone possibilmente contaminate. L’acqua non sicura potrebbe aumentare il rischio di contrarre l’infezione.
  • Nel caso in cui già si soffra di problemi derivanti dall’infezione, prestare particolare attenzione alla dieta. Questa deve essere non solo sana ma adeguata alle condizioni in corso. Per esempio, una dieta molto leggera nel caso di gastrite o che preveda alimenti adatti all’ulcera allo stomaco.
  • Se si presentano sintomi di qualsiasi tipo, rivolgetevi immediatamente al medico per un controllo e per farvi prescrivere il trattamento adeguato. Discutete con lui/lei la possibilità di assumere anche rimedi naturali. A seconda della ragione che ha scatenato l’infezione, non sempre tutti i rimedi sono adeguati. Inoltre va considerata anche la possibilità di soffrire di qualche allergia.
  • Per concludere quindi, consigliamo di combinare metodi differenti per combattere l’helicobacter pylori. Questi variano, a partire da una dieta adeguata e dal trattamento medico. Solo così potrete ottenere i migliori risultati.

Quest’articolo è meramente informativo, non vuole quindi prescrivere alcun trattamento medico o realizzare diagnosi. Nel caso si presentino sintomi o malessere, rivolgersi al proprio medico.

Su amazon è disponibile un test specifico per controllare se nell’organismo è presente l’helicobacter

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Diadora Tapis Roulant Magnetico Trend Dark
139 €
279 € -50 %
Compra ora
Prozis Corehr - Smartband With Heart Rate Monitor
29.99 €
41.67 € -28 %
Compra ora
Myprotein Active Women Vegan Blend™ - 1kg - Sacchetto - Mela ...
19.77 €
Compra ora
Phytogarda Phyto Garda In Forma Riduci Carboidrati Dispositivo ...
25.08 €
29.5 € -15 %
Compra ora