I grassi buoni che non devono mai mancare nella dieta quotidiana

I principali cibi che contengono grassi buoni sono olio d'oliva, avocado, verdure come i cavoli e il pesce

I grassi sono dei macronutrienti spesso additati come responsabili della cattiva qualità della nostra alimentazione. In realtà, vi sono dei grassi buoni che, nelle giuste proporzioni, sono davvero immancabili nella dieta. Scopriamo quali sono.

Grassi buoni: quali sono le loro funzioni?

I grassi in genere sono presenti in quantità variabili in quasi tutti gli alimenti e non possono mancare nella nostra dieta perché svolgono funzioni organiche essenziali per il benessere del nostro organismo. I grassi buoni, ad esempio, costituiscono una riserva energetica sia sottoforma di acidi grassi che di tessuto adiposo, trasportano le vitamine liposolubili, sintetizzano e riparano le membrane cellulari.

Ancora, i grassi buoni sono precursori di prostaglandine, sostanze che mediano la risposta infiammatoria, e di ormoni, in particolare quelli sessuali.

Infine, i grassi sono costituenti del sebo, sostanza che aiuta a proteggere la pelle da infezioni batteriche e fattori ambientali e chimici.

Grassi buoni: quali sono?

I grassi buoni sono i cosiddetti grassi insaturi, preziosi per la salute perché aiutano a combattere l’ipercolesterolemia riducendo i livelli di colesterolo LDL, o colesterolo cattivo. I grassi insaturi si dividono in monoinsaturi, ossia molecole che presentano un solo doppio legame tra gli atomi di carbonio, e polinsaturi, che invece presentano doppi legami nella molecola.

Vediamo ora quali cibi contengono i grassi buoni.

Grassi buoni: in quali alimenti sono contenuti?

Sono diversi i cibi che contengono un buon quantitativo di grassi buoni. L’avocado, ad esempio, è ricco di grassi insaturi benefici per la salute del cuore. Allo stesso modo, pesci come aringa, sgombro, salmone, tonno, trota e sardine sono un’ottima fonte di acidi grassi Omega-3, anch’essi utili a preservare la salute del sistema cardiovascolare e del cuore.

Altri cibi ricchi di grassi buoni sono i semi, come quelli di zucca, di girasole e semi di sesamo, che aiutano ad abbassare il colesterolo nel sangue. Gli stessi benefici si possono ricavare da noci e nocciole, anche se bisogna fare attenzione alle quantità che se ne consumano, dato che sono ricche di calorie.

Infine, l’olio d’oliva è un alimento eccellente per condire le pietanze e fare il pieno di grassi buoni, così come verdure quali cavoli, cavolini di Bruxelles e spinaci, tutti ricchi di Omega-3.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dormire troppo fa male alla salute: gli effetti

La classifica dei cibi a basso indice glicemico

Leggi anche
  • alimenti vietati e concessi cheto dietDieta chetogenica: alimenti consentiti e vietati, quali sono

    Tutti gli alimenti vietati nella dieta chetogenica, la lista

  • tornare in forma per l'estateCome rimettersi in forma dopo le vacanze

    Tutti noi abbiamo bisogno di qualche giorno di vacanza per ricaricare le batterie e goderci il meritato riposo, magari cogliendo anche l’occasione per cimentarci in nuove esperienze.

  • dieta chetogenicaDieta chetogenica: di cosa si tratta, menù, benefici e controindicazioni

    La dieta chetogenica non consente di consumare alimenti ricchi di carboidrati, da sostituire con cibi ricchi di grassi e omega-3

  • rabarbaroProprietà e benefici della tisana rabarbaro e malva

    La tisana rabarbaro e malva è una bevanda ricca di benefici soprattutto per l’intestino e per l’apparato digerente. Impariamo a conoscere le sue proprietà.

Contents.media