Proprietà ed effetti collaterali dell’iperico

Le proprietà benefiche dell'iperico sono davvero molte, ma esistono anche degli effetti collaterali da tenere in considerazione.

L’iperico è una pianta ricca di proprietà benefiche per chi l’impiega, infatti è riconosciuta da secoli per la sue grande azione antidepressiva e sedativa. In realtà però l’iperico ha anche alcuni effetti collaterali che è bene tenere in considerazione per non avere alcun rischio legato alla propria salute.

Impariamo a conoscere bene questo importante rimedio naturale.

Proprietà dell’iperico

Le proprietà dell’iperico sono riconosciute da molto tempo e sono legate al fitocomplesso formato principalmente da flavonoidi come l´ipericina, la rutina, la quercetina e l´iperoside. Queste sostanze sono utili in quanto garantiscono una grande azione antidepressiva e sedativa. La pianta è anche molto utile per combattere l’insonnia in modo naturale dal momento che consente di aumentare la secrezione di melatonina.

Uno dei motivi per cui l’iperico è molto utilizzato è la sua capacità di migliorare l’umore in modo naturale in quanto accresce i livelli si serotonina. L’infuso della pianta è anche utile per trattare le infiammazioni dei bronchi e delle vie urinarie, inoltre è utile anche per eliminare la tosse per via della sua grande attività balsamica.

Effetti collaterali

L’iperico ha anche alcuni effetti collaterali da tenere in considerazione prima di assumerlo.

Questa pianta ha un’azione fotosensibilizzante per la pelle soprattutto nelle persone che hanno capelli e occhi chiari. L’utilizzo di questa sostanza naturale a volta provoca arrossamenti, bruciori o pruriti nelle parte del corpo esposte al sole e per tale motivo è bene stare attenti al raggi UV nel caso lo si utilizzi.

Tra le controindicazioni dell’iperico c’è anche la possibilità di veder insorgere tachicardia, agitazione e senso di affaticamento.

La bocca a volte tende ad essere secca e c’è anche una riduzione della libido. Non è raro che insorgano reazioni allergiche e per tale motivo è bene non esagerare con l’assunzione di questo rimedio.

VI consigliamo di non utilizzarlo se siete in gravidanza e di non farlo assumere a bambini con meno di 12 anni.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sindrome dell’ovaio policistico: perché la dieta è importante

Bere caffè prima dello sport: i benefici sul corpo

Leggi anche
Contents.media