Meliloto, la pianta che aiuta a dimagrire

Il meliloto non aiuta solo a dimagrire, ma è utile anche per placare stati d'ansia e per attenuare le vampate da menopausa e il mal di testa

Il meliloto è una pianta che appartiene alla famiglia delle Leguminosae e che possiede proprietà utili per dimagrire e tornare in forma. Scopriamola insieme.

Meliloto, le proprietà per dimagrire

Il meliloto deve le sue proprietà benefiche alle sostanze che contiene al suo interno.

La pianta, infatti, è ricca di tannini, glucosidi, cumarine, flavonoidi, saponine triterpeniche e costituenti chimici.

Queste sostanze insieme rendono il meliloto una pianta antinfiammatoria, diuretica e sedativa. Il meliloto, infatti, viene utilizzato in caso di insufficienza venosa e linfatica, in caso di insonnia e ansia, nonché in caso di ritenzione idrica.

Meliloto: perché fa dimagrire?

Il meliloto aiuta a dimagrire perché, come già accennato, possiede proprietà diuretiche che sono utili per chi soffre di ritenzione idrica.

La pianta aiuta infatti ad eliminare i liquidi in eccesso e a migliorare la circolazione sia venosa che linfatica, migliorando l’ossigenazione dei tessuti e aiutando così a perdere peso.

Questa caratteristica del meliloto è utile anche per coloro che soffrono di edemi infiammatori e congestizi, di insufficienza linfatica, di gambe pesanti, crampi notturni agli arti inferiori e dolore.

Il meliloto, però, non aiuta solo a dimagrire, ma aiuta anche a risolvere altri disturbi.

Di solito, l’infuso della pianta viene utilizzato per trattare il mal di testa, ed è un rimedio utilizzato perfino per placare stati d’ansia e favorire il sonno.

In omeopatia, invece, il meliloto viene utilizzato in caso di emorroidi, per curare il mal di testa da ciclo, per attenuare le vampate dovute alla menopausa, e in caso di cicli mestruali abbondanti o epistassi.

Meliloto per dimagrire: le controindicazioni

Il meliloto, pur aiutando a dimagrire e ad attenuare diversi fastidi, può provocare anche degli effetti indesiderati.

Dosi troppo elevate del rimedio naturale, infatti, possono provocare debolezza, nausea, mal di testa e vomito.

Inoltre, nei soggetti sensibili, il meliloto potrebbe provocare un aumento dei livelli sanguigni di enzimi epatici.

Per queste ragioni, prima di assumere il rimedio naturale, è bene rivolgersi prima ad un medico per sapere quali dosi della pianta assumere.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Aumentare le difese immunitarie con l’omeopatia: i consigli

Dieta vegetariana autunnale come seguirla

Leggi anche
  • Dieta digiuno serale: benefici e integratoriDieta digiuno serale: benefici e integratori

    La dieta è fondamentale per garantire il benessere psicofisico del proprio organismo. Scopriamo insieme come funziona quella del digiuno serale.

  • Stufetta elettrica portatile: i benefici per la casaStufetta elettrica portatile: i benefici per la casa

    La stufetta elettrica è uno strumento di nuova generazione, grazie al quale mantenersi al caldo e mantenere calda la casa, mantenendo bassi i consumi.

  • mal di testaI rimedi naturali contro il mal di testa forte al risveglio

    I rimedi naturali per contrastare il mal di testa forte che si prova a volte al risveglio sono numerosi: scopriamo i migliori.

  • Capelli radi a ottobre: come rinforzarli naturalmenteCapelli radi a ottobre: come rinforzarli naturalmente

    I capelli radi a ottobre sono una condizione comune, sia a uomini che a donne, perché dipendono da cause diverse. Scopriamo come curarli.

Contents.media