Oli essenziali antibatterici: i benefici e le proprietà

Gli oli essenziali possono avere diverse proprietà a seconda dei loro componenti, vediamo i migliori antibatterici e tutte le proprietà e utilizzi.

Gli oli essenziali sono composti naturali di origine vegetale costituiti da miscele di sostanze volatili a temperatura ambiente, costituiti da una miscela di diverse molecole, generalmente aventi natura terpenica. Nella maggioranza dei casi le essenze vengono estratte dalla pianta (droga) fresca e non essiccata, talvolta è tuttavia possibile estrarre gli oli anche da materiali derivati, quali le resine.

Con oli essenziali antibatterici si intende oli essenziali che hanno origine da piante che corrispondono a chemiotipi più attivi per combattere infezioni batteriche, virali e fungine.

Molti oli essenziali possono vantare queste proprietà, vediamone ora nel dettaglio alcuni tra i più potenti.

I migliori oli essenziali antibatterici e le loro proprietà

TEA TREE (Melaleuca Alternifolia)

Tra gli oli essenziali antibatterici, quello di Tea Tree è in prima posizione. Estratto in corrente di vapore da foglie e rametti di un albero australiano già utilizzato dagli aborigeni come rimedio per tosse e ferite, è un sorprendente antimicrobico e antivirale, un immunostimolante ed antinfiammatorio che viene tollerato particolarmente bene dai tessuti.

  • Offre protezione da virus, batteri e funghi agendo su vari ceppi resistenti agli antibiotici. Ha un’azione anti-stafilococco più forte di alcuni antibiotici.
  • Idoneo per lavaggi e impacchi cutanei in caso di tagli, punture e bruciature, herpes e infezioni, è possibile utilizzarne poche gocce diluite come colluttorio (non ingerire).
  • Ideale contro qualsiasi tipo di fungo: candida e miceti che attaccano pelle e unghie.
  • Oltre a combattere i batteri, ha un’azione protettiva anche nei confronti dei virus.
  • Cicatrizzante e depurativo, è ottimale sulle lesioni cutanee, in particolare di natura acneica.

TIMO

L’olio essenziale di Timo, estratto dalla sommità fiorita della pianta, ha un profumo intenso e speziato e rafforza il sistema immunitario.

  • Indicato come antisettico delle vie respiratorie in caso di bronchiti, raffreddori, influenza, pertosse e sinusite. Di solito è sufficiente l’uso in inalazioni, consigliato in diffusione ambientale nei periodi freddi o durante le epidemie influenzali per depurare l’aria.
  • Diluito in un olio vegetale per unzioni al torace utili per trattare bronchiti e tracheiti.
  • Diluito in acqua per gargarismi in caso di infezioni a bocca o gola (non ingerire).
  • Decongestionante e antispasmodico, è consigliato anche per suffumigi.

EUCALIPTO

L’olio essenziale di Eucalipto ha un eccezionale potere germicida: spruzzandone una soluzione al 2% in un ambiente, il 70% degli stafilococchi moriranno.

  • Potenzia l’ossigenazione delle cellule di tutti i tessuti attivando la funzione dei globuli rossi, rigenera i tessuti dei polmoni, favorisce la soluzione e l’espettorazione del catarro e ne calma l’irritazione.
  • Un efficace rimedio contro raffreddori, bronchiti, influenze e sinusiti.
  • L’Eucalipto è un tradizionale antidoto alla malaria, oggi viene utilizzato come febbrifugo nelle malattie infettive.
  • E’ un buon disinfettante per ferite anche difficili, cura le ulcere, le punture di insetti, la pelle impura e l’acne.
  • Unito ad un olio vettore e utilizzato per massaggi e frizioni, avrà un effetto antinevralgico e antidolorifico.

LIMONE

Il frutto del Limone contiene, come tutti gli agrumi, vitamina C, che rafforza la resistenza alle infezioni, svolge azione tonificante, promuove i processi di cicatrizzazione, favorisce l’assorbimento del ferro con gli alimenti, favorisce l’eliminazione di sostanze tossiche che si accumulano nell’organismo.

  • Ideale per la disinfezione di cliniche e ospedali, sale d’attesa e scuole.
  • Ideale contro il raffreddore, le infezioni alla gola e le infiammazioni delle mucose, è anche febbrifugo, astringente, antiemorragico.
  • In generale il Limone stimola le autodifese dell’organismo, poiché attiva i globuli bianchi che proteggono dagli attacchi dei virus.

CHIODI DI GAROFANO

Antisettico, antibatterico, antivirale, antimicotico, antiparassitario e antinfiammatorio, l’olio essenziale di Chiodi di Garofano è un antibatterico molto potente, anche per inalazione, a largo spettro.

  • Per il sistema respiratorio una o due gocce possono essere aggiunte a dell’acqua bollente per fumigazioni o inalazioni in caso di asma, sinusite, bronchite, difficoltà di respirazione, raffreddore o tosse.
  • Purifica l’aria limitando la diffusione di malattie infettive, ideale quindi negli ambienti molto affollati, in particolare durante i mesi invernali e può contribuire alla prevenzione delle malattie respiratorie in ambienti con malati o convalescenti.

CANNELLA

Antisettico, esercita una potente azione antibatterica ad ampio spettro.

  • In uso interno, 2 gocce diluite in poco miele, è utile in caso di diarrea provocata da infezioni intestinali e parassiti.
  • È anche un rimedio efficace contro l’influenza, in presenza di tosse e raffreddore.
  • Qualche goccia in olio di mandorle, massaggiato sull’addome, favorisce l’eliminazione e l’assorbimento dei gas intestinali e aiuta il processo digestivo.

ORIGANO

Riconosciuto per la sua capacità antibatterica e disinfettante già nell’antica Grecia, dove è stato usato spesso per trattare le ferite e infezioni batteriche sulla pelle, è stato dimostrato che l’olio essenziale di origano protegge da molti ceppi di batteri come E. coli, stafilococco e salmonella, aiutando anche a ridurre la capacità dei batteri di creare tossine.

  • È stato utilizzato anche negli alimenti per proteggerli dalla proliferazione dei batteri.
  • Protegge dalle infezioni del colon e del tratto urinario
  • Aiuta a proteggere il corpo dalle infezioni cutanee, dalle piaghe, dal colera, dal tifo, e addirittura dall’avvelenamento alimentare.
  • Offre un’ampia protezione contro i raffreddori e le parotiti
  • Contribuisce inoltre a rinforzare il sistema immunitario stimolando la produzione di globuli bianchi.
Scritto da Alexandra Tubaro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Salute delle vie respiratorie: alla (ri)scoperta del suffumigio

A cosa serve e quali sono i benefici dell’arnica montana

Leggi anche
Contents.media