Palla medica: origine, caratteristiche e dimensioni

La palla medica viene impiegata in ambiti diversi che vanno dalla fisioterapia all’attività sportiva o, ancora, alla perdita di peso.

La palla medica è un dispositivo dalle molteplici applicazioni: può essere usato durante la riabilitazione dai fisioterapisti, dagli sportivi per aumentare la propria massa muscolare, durante pratiche legate alla home fitness o per facilitare il dimagrimento. Il dispositivo è fabbricato in vinile o in pelle e viene riempito con della sabbia o liquidi.

Origini della palla medica

Questo strumento ha origini antichissime che sembrano risalire a Ippocrate (460 a.C. – 377 a.C.), il quale forniva ai suoi pazienti dei sacchi in pelle di animale pieni di sabbia per guarirne gli infortuni. Altre manifestazioni di questo oggetto risalgono, invece, alla Persia del 1705.

Il nome dello strumento è stato oggetto di legende e, talvolta, è stato fatto risalire alla famiglia de’ Medici di Firenze ma è più probabile che, dato il suo impiego in questioni relative alla fisioterapia, l’espressione derivi dall’ambiente medico.

Advertisements

Caratteristiche e dimensioni

La palla medica può presentare peso e dimensioni differenti: di solito, si parte da una massa base pari a 1 kg – ma può arrivare a pesare anche 150 kg – e da un diametro di 35 cm.

Le dimensioni più commercializzate sono principalmente le seguenti:

  • piccola: dette soltanto “palle mediche”, possono essere adoperate al posto di pesi e manubri e presentano un buon rimbalzo;
  • media o Slam Ball: non rimbalza ed è adatta per effettuare esercizi che richiedono un lancio a terra;
  • grande o Wall Ball: ricoperta da ecopelle resistente e uno strato di gommapiuma, rimbalza meno della piccola ma può essere tirata verso una superficie dura o verso un’altra persona che dovrà prontamente afferrarla.

Tipologie di palla medica

Oltre alle differenti dimensioni, sono state sviluppate varianti specifiche di palle mediche per il mondo dello sport come:

  • la palla medica con maniglie, finalizzata al potenziamento del tono muscolare di aree specifiche del corpo come addominali, pettorali e spalle ed è destinata soprattutto al body building e al fitness;
  • la Tornado Ball, realizzata con un foro centrale all’interno del quale è posizionata una corda, viene usata per ottimizzare i movimenti nel tennis e nelle arti marziali e la rotazione delle spalle;
  • la Slam Ball, in PVC, ideata per gli sport di combattimento come, ad esempio, le arti marziali miste o lo slam a terra da cui prende il nome;
  • la Wall Ball;
  • la FluidBall, riempita per il 55% con del liquido che sostituisce il classico utilizzo della sabbia e, come la palla medica con maniglie, adoperata nel fitness.

Vantaggi

Come già accennato, l’impiego della palla medica al di fuori dell’ambito sportivo risulta fondamentale in riabilitazione e fisioterapia. Rispetto ai classici pesi, infatti, la palla medica consente all’individuo di migliorare il proprio equilibriomentre la forma sferica rende più semplice eseguire gli esercizi: dallo squat alle attività specifiche per braccia e addome.

L’attrezzo, inoltre, è particolarmente indicato per gli esercizi isometrici che hanno come caratteristica principale il mantenimento, per un tempo prestabilito, di una determinata posizione.

L’uso della palla medica, poi, facilita il dimagrimento in quanto la massa dello strumento si somma a quello corporeo comportando un più rapido rassodamento muscolare e raggiungimento del peso-forma ideale.

Scritto da Ilaria Minucci
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Capelli danneggiati dal sole: i migliori rimedi

Misofonia: cos’è e come si manifesta l’intolleranza ai suoni

Leggi anche
Contents.media