Notizie.it logo

Perché ho mal di gola persistente

mal di gola

Il mal di gola persistente è un disturbo associato a malattie da raffreddamento. Vediamo le cause del dolore cronico e i rimedi migliori

Il dolore alla gola è un segnale molto chiaro che il corpo invia nel momento in cui la gola si infiamma. Solitamente si avverte prima di un forte raffreddore e può essere causato da virus o batteri. Non è nulla di grave, ciò nonostante è bene curarlo nel modo corretto. Esiste, poi, un mal di gola cronico, ovvero persistente e duraturo.

Mal di gola

I sintomi che si possono provare sono molto vari, nonostante si faccia riferimento allo stesso disturbo. Ci sono dolori irritanti, dolori secchi, “punture” e dolori sordi. Oltre a questi fastidi momentanei, che generalmente scompaiono in qualche giorno, esiste un dolore più persistente.

Si può parlare di mal di gola cronico quando questo si amplifica per oltre due settimane. In alcuni casi può durare mesi o, addirittura, anni. Questo dolore può presentarsi sotto due diverse forme: costante nel tempo ed intermittente. Il secondo caso è molto frequente. Il corpo, infatti, si abitua a questo continuo disturbo e, di conseguenza, ne comincia a sentire la presenza solo nelle fasi più acute.

Potrà, perciò, capitare che il fastidio si provi per qualche giorno per, poi, riapparire settimane dopo.

Infezioni croniche

Diverse infezioni, causate da virus e batteri, come quelle che provocano raffreddore o influenza possono diventare croniche. Questi microrganismi possono proliferare nella gola e rendere più complicata la fase di cura, durante la quale continuerà a persistente un forte dolore.

Reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è una delle cause principali dei dolori cronici alla gola. Gli acidi dello stomaco salgono fino all’esofago bruciando ed irritando la gola. Generalmente, questa patologia mostra i suoi effetti durante la notte provocando forti bruciori che riescono ad interrompere il sonno. Per alleviare le conseguenze è bene evitare cibi piccanti o speziati.

Sistema immunitario debole

Fattori come ansia, stress e una cattiva alimentazione provocano una debilitazione del nostro sistema immunitario. Di conseguenza, i virus e i batteri proliferano facilmente nella gola provocando dolori ricorrenti. I risultati possono essere un’infezione cronica o continue ricadute. Seguire una corretta alimentazione, riposare ed evitare l’accumulazione di stress sono accortezze importanti affinché le difese del nostro corpo siano sempre sufficientemente alte.

Cancro dell’orofaringe

Il cancro può essere un’altra delle possibili cause.

In questo caso, appaiono altri sintomi che permettono la creazione di un quadro più riconoscibile. Tra i sintomi troviamo la sensazione di avere un nodo alla gola, dolore che può espandersi al collo o alle orecchie ed espettorato con sangue.

Allergie

Le allergie sono reazioni del nostro corpo, che si difende da un alimento, un prodotto o una sostanza che l’organismo percepisce come nocivi. Il tipo di manifestazione dipende dalla persona e dalla tipologia di allergia. Vi sono, dunque, eruzioni cutanee o eczemi, irritazione oculare, starnuti e irritazione alle vie respiratorie. In quest’ultimo caso, ad esempio, un’allergia può essere causa del dolore persistente.

Generalmente, le allergie che provocano dolore e irritazione alla gola sono quelle alla polvere e al polline, elementi trasportati dal vento che entrano nell’organismo attraverso le vie respiratorie.

Aria secca

La continua esposizione ad un’aria troppo secca o troppo fredda può essere un’altra causa.

In particolar modo, le mucose della gola si asciugano provocando prurito e irritazione. Questo risulta esser uno dei motivi per cui questi fastidi si avvertano soprattutto nel periodo invernale. Per quanto riguarda il periodo estivo, la diffusione dei condizionatori d’aria fredda e calda ha provocato un aumento del numero di persone colpite da questo disturbo anche in estate.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è la qualità dell’aria. Il mal di gola persistente è molto abituale tra i fumatori, che espongono le vie respiratorie a un’irritazione costante. E’ anche comune in quelle persone abituate a respirare sostanze chimiche o polveri.

Trattamento mal di gola

Il male alla gola persistente si deve a una moltitudine di cause. Il trattamento per curarlo dipende, perciò, dall’origine dell’affezione. In particolare, in caso di faringite batterica il trattamento prevederà l’assunzione di antibiotici. Al contrario, un’allergia sarà curata con antistaminici.

Oltre al trattamento farmacologico esistono misure preventive fondamentali per evitare il mal di gola cronico:

  • Evitare di esporsi a fumo e polvere
  • Non fumare
  • Non bere alcolici
  • Mantenere una dieta sana
  • Praticare regolarmente esercizio fisico

Trattamenti migliori mal di gola

I diversi trattamenti per la cura del mal di gola si possono trovare in modo pratico e veloce, oltre che nelle comuni farmacie, anche su Amazon.

Riportiamo, di seguito, i più venduti:

  • Compresse gola Propolis

Si tratta di un prodotto utile per garantire le normali funzioni del sistema immunitario. Contribuisce alle funzionalità delle prime vie respiratorie. Senza glutine.

  • Melicinal compresse, Miele bio e Sambuco

E’ un immunostimolante, utile contro gli stati influenzali. Il miele combatte le infezioni alla gola e la stanchezza, il sambuco viene impiegato per la cura del raffreddore comune e dell’influenza. La pappa reale è un potente antiossidante e svolge funzioni antinfiammatorie, antivirali e antibatteriche. Lo zinco è un micronutriente essenziale per il regolare funzionamento del sistema immunitario e per la prevenzione delle infezioni.

  • Tisana erbecedario per mal di gola e tosse

Una tisana per il benessere delle vie respiratorie, dal piacevole gusto balsamico. E’ un valido aiuto in caso di tosse, raffreddore e mal di gola. Viene realizzata in modo artigianale con una miscela di erbe officinali secche.

© Riproduzione riservata
Leggi anche