Polpastrelli raggrinziti senza acqua: le cause

Perché capita di avere i polpastrelli raggrinziti senz’acqua? Scopriamo le cause

Dopo aver immerso le mani in acqua ci ritroviamo con i polpastrelli che appaiono raggrinziti, ed è una reazione naturale. Ma perché capita di averli anche senza acqua? Ecco le cause.

Polpastrelli raggrinziti senza acqua: le cause

Ritrovarsi con i polpastrelli raggrinziti e stropicciati è fisiologico dopo che abbiamo immerso le mani in acqua per un po’ di tempo. Alcune persone, però, segnalano di avere i polpastrelli “segnati” anche se non li hanno messi in acqua: ma perché?

I polpastrelli raggrinziti sono un sintomo noto dello stress a cui molte persone possono essere soggette. Questi piccoli segni sulla punta delle dita possono essere causati da un’ampia gamma di fattori, come il lavaggio eccessivo delle mani, l’esposizione a sostanze chimiche, l’invecchiamento o addirittura il clima secco. Tuttavia, molti esperti concordano sul fatto che lo stress sia uno dei maggiori colpevoli per la formazione di questo fenomeno anche senza acqua.

Lo stress infatti può manifestarsi anche attraverso le dita delle mani. In particolare, i polpastrelli i cui tessuti si contraggono e si raggrinziscono possono essere un segnale di squilibrio psicologico e fisico. Questo fenomeno si verifica sia nei periodi di forte tensione emotiva che a causa di problemi di circolazione sanguigna. Per monitorare il benessere dell’organismo è importante prestare attenzione ai segnali che il corpo ci invia, tra cui le dita delle mani.

Cause dei polpastrelli raggrinziti senza acqua 

E’ normale ritrovarsi con i polpastrelli delle mani raggrinziti e con segni di “invecchiamento” quando li immergiamo in acqua per un determinato periodo. Ma sapete che accade ad alcuni anche senza contatto con l’acqua? Cosa significa? Oltre a un fattore di stress ed emotività, come detto, questo può avvenire con l’invecchiamento della pelle delle mani. Questo causa infatti rugosità diffuse, fino ad avere anche rughe sui polpastrelli delle mani. La pelle delle mani sembra invecchiare prima rispetto a quella del viso e di altre zone del corpo a causa di diversi fattori. 

Perché? Questa parte del corpo viene, in genere, trascurata, senza che riceva la quantità di idratazione necessaria di cui avrebbe bisogno per rimanere morbida ed elastica; ciò porta ad avere mani secche e segnate. 

Tuttavia, incide fortemente sull’invecchiamento cutaneo anche l’esposizione solare. Le mani, infatti, subiscono un’esposizione prolungata ai raggi UV senza essere quasi mai protette con appositi schermi solari, il che ne determina un invecchiamento precoce. 

Scritto da Chiara Sorice

Lascia un commento

Lo snack preferito di Dargen D’Amico? L’alga nori. I benefici

Eutanasia, richiesta cala 10 volte dove si applicano cure palliative: lo studio

Leggi anche
Contentsads.com