Sali minerali: quali sono e a cosa servono

I sali minerali sono dei micronutrienti preziosissimi per la nostra salute, che devono essere introdotti nell'organismo con una dieta corretta.

I sali minerali sono micronutrienti di natura inorganica che partecipano a molti processi vitali. Proprio per questo motivo essi risultano essenziali e devono essere assunti tramite l’alimentazione.

Caratteristiche dei sali minerali

I sali minerali svolgono due funzioni: regolano il bilanciamento idrosalino, favorendo così un buono stato di salute di cellule e tessuti, fondamentale per la contrazione muscolare e la funzionalità del sistema nervoso; aiutano gli enzimi a produrre energia dai macronutrienti.

Esistono due categorie distinte di sali minerali: i macroelementi e i microelementi. I macroelementi sono presenti in quantità maggiori, mentre i microelementi sono presenti solo in tracce, ma sono ugualmente indispensabili per il corretto svolgimento di numerose funzioni.

I sali minerali, proprio per il ruolo importante che svolgono per la nostra salute, devono essere assunti seguendo un’alimentazione corretta e bilanciata, ricca di frutta e verdura fresca e di stagione.

I rischi per la salute sono seri, infatti i sintomi tipici da carenza di sali minerali sono stanchezza, spossatezza, debolezza muscolare, difficoltà di concentrazione, nausea, vomito, sonnolenza e nervosismo.

Tipologie

Esistono diverse tipologie di sali minerali e di seguito ne verranno citati solo alcuni.

Il calcio è il più conosciuto, soprattutto per la sua importanza strutturale per ossa e denti. Se si verifica una carenza di calcio nel corpo, vi è il rischio di sviluppare l’osteoporosi. Inoltre il calcio interviene nel metabolismo energetico, è indispensabile per la coagulazione del sangue e contribuisce alla normale funzione muscolare. Esso si trova in abbondanza il latte e latticini, broccoli e cavoli, pesce, frutta secca, legumi e alcuni tipi di acqua minerale

Anche il fosforo contribuisce a mantenere in salute ossa e denti.

Contribuisce inoltre al metabolismo energetico ed è un componente delle membrane delle cellule, del DNA e dell’ATP. Di solito si trova nei legumi, uova, carne, latte, cereali e verdure.

Il potassio è un minerale importante per il funzionamento dei muscoli, contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e ha un ruolo nella regolazione della pressione arteriosa. Si trova nelle verdure a foglia verde, numerose varietà di frutta e verdura, legumi, frutta secca, cacao amaro e cioccolato fondente.

Lo iodio è essenziale per la sintesi degli ormoni tiroidei e per il funzionamento ottimale della tiroide, ghiandola importante per il controllo del metabolismo basale. Lo iodio inoltre contribuisce alla funzione cognitiva, al metabolismo energetico e al funzionamento del sistema nervoso. Può essere assunto sottoforma di sale iodato oppure attraverso pesce e molluschi.

Il ferro è un minerale essenziale che contribuisce alla normale formazione dei globuli rossi e dell’emoglobina, alla produzione di collagene e di neurotrasmettitori e al normale funzionamento del sistema immunitario.

Soffrire di carenza di ferro può portare all’anemia e causare disturbi di salute molto seri. Per questo è importante introdurlo nell’organismo attraverso la carne, il pesce e le verdure a foglia larga.

Infine, il magnesio ha un ruolo strutturale nell’osso, influenza la conduzione degli impulsi nervosi e la contrazione muscolare. È coinvolto anche nei processi energetici e interviene nel metabolismo di grassi e carboidrati. Il magnesio si trova negli ortaggi verdi, i legumi, la frutta secca, i cereali integrali, il cacao amaro e il cioccolato fondente.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La corsa sul tapis roulant è migliore di quella all’aperto?

Cos’è e quali sono le cause della perimplantite

Leggi anche
Contents.media