Cos’è e cosa comporta la sindrome metabolica

La sindrome metabolica è un insieme di fattori che aumentano il rischio di sviluppare patologie anche gravi come quelle cardiovascolari e il diabete.

La sindrome metabolica, chiamata anche sindrome da insulino resistenza, è una combinazione di alcuni fattori che determinano un grande rischio d’insorgenza di patologie cardio-vascolari.

Sindrome metabolica: cos’è

La sindrome metabolica è una combinazione molto pericolosa i diversi fattori di rischio cardiovascolare che, se correlati tra loro, possono portare a gravi situazioni di salute e persino a infarti e ictus.

La sindrome metabolica può anche incrementare il rischio della formazione di alcuni tumori, in particolare quelli alla mammella, alla prostata, alle ovaie, al fegato, ai reni e anche al cervello.

Si può parlare di questa sindrome quando in un individuo si rilevano tre o più tra le seguenti situazioni:

Fattori di rischio della sindrome metabolica

La sindrome metabolica aumenta il rischio di insorgenza di problemi cardiovascolari in maniera proporzionale rispetto al numero di fattori di rischio presenti. Le cause che possono portare all’insorgenza dei fattori di rischio possono essere molte. In generale si tratta di scorrette abitudini alimentari e di una vita troppo sedentaria. A volte invece c’è una predisposizione genetica che viene ereditata dalla propria famiglia.

Queste cause portano all’accumulo di grasso addominale che, a sua volta, ha un ruolo determinante nel favorire la combinazione dei fattori di rischio.

L’obesità addominale infatti è uno dei motivi che possono portare ad attacchi di cuore.

Riconoscere la sindrome metabolica non è semplice perchè non ci sono sintomi specifici. Spesso sono persone che appaiono sane e che si sentono bene quelle che ne soffrono. Addirittura persone non in sovrappeso potrebbero soffrirne senza saperlo. Per questo è davvero importante prestare attenzione ai fattori di rischio e cercare di ridurli e curarli prima che possano provocare problemi.

Sindrome metabolica: come prevenirla

La prevenzione è essenziale per restare in salute. Per contrastare il problema infatti è necessario mantenere uno stile di vita attivo e una dieta equilibrata. Solo in questo modo potrete restare nel vostro peso forma e preservare il benessere dell’organismo. Vi consigliamo di fare almeno 30 minuti al giorno di esercizio aerobico di moderata intensità (corsa, nuoto, cyclette).

Fare attività fisica quotidianamente garantisce infatti di tenervi in forma e di non prendere chili in più. Una sana alimentazione vi aiuterà anche a ridurre il livello del colesterolo cattivo e a tenere a bada i trigliceridi nel sangue. Suggeriamo di non saltare i pasti e di mangiare molta frutta e verdura per introdurre i nutrienti necessari a restare in salute.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Quali sono i benefici del massaggio decontratturante schiena e collo?

Ponte per glutei su fitball: come svolgere l’esercizio

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.