Notizie.it logo

5 segni che tuo figlio soffre di allergie

allergie

È primavera, e stai chiedendo se gli starnuti del tuo piccolo si diffonderanno quando si unirà ai suoi amici al gioco. O è l’autunno e l’insegnante di tuo figlio suggerisce un paio di giorni di malattia a casa per i sintomi del tuo piccolo. O l’inverno o l’estate… perché è proprio questo il fatto: le allergie possono verificarsi in qualsiasi momento. Se tuo figlio sembra ammalarsi di più della media, forse è il momento di chiederti se soffre di qualche allergia.

Allergie infantili: la frequenza

Secondo le statistiche di un Centro per il controllo delle malattie del 2010 (CDC) dei residenti statunitensi (i dati più recenti disponibili):

  • 7,1 milioni (9,5%) dei bambini riportarono febbre da fieno
  • 8,6 milioni (11,5%) hanno riportato allergie respiratorie
  • 3,4 milioni (4,6%) hanno riportato allergie alimentari
  • 9,4 milioni (12,6%) hanno riportato allergie cutanee

È possibile vedere dalle percentuali che le allergie sono ancora l’eccezione piuttosto che la regola.

Ma le allergie, che possono variare da fastidiose a minacciose per la vita, regolano sicuramente la vita di coloro che le subiscono.

I più comuni sintomi delle allergie

L’allergia viene diagnosticata dal medico attraverso determinati esami che variano a seconda del tipo di problema che si sta cercando. Tuttavia, i genitori sono probabilmente i primi a capire che c’è qualcosa che non va. Se ti accorgi che il tuo bambino presenta uno o più dei sintomi seguenti, è probabile che soffra di una qualche allergia.

1. Naso che cola e occhi che pizzicano

Per il primo giorno o due di un raffreddore, i nasi possono colare in una tonalità chiara, ma il muco prende presto una tonalità giallognolo o verde. Se il tuo bambino ha il naso che perde da una settimana o più e il muco rimane chiaro, è un segno classico di una reazione allergica. Sorprendi tuo figlio strofinarsi continuamente gli occhi, anche grattare con i pugni nelle orbite arrossate? I raffreddori e le febbre possono rendere gli occhi rossi o gocciolanti, ma il prurito negli occhi di solito significa allergia.

2.

Febbre e mal di gola

Le allergie non causano mai una febbre o un mal di gola. Ma le allergie possono rendere il vostro bambino più suscettibile ad ammalarsi perché le cavità nasali che fanno la casa invitano a batteri e virus. Il tuo pediatra può trattare l’influenza e perdere la causa sottostante, mascherata dai sintomi della malattia reale. Informa il tuo pediatra se le malattie sono precedute da lunghi periodi di chiarini o occhi che pizzicano.

3. Famiglia e amici

Le allergie frequentemente si susseguono in famiglie. Quando i fratelli o i genitori soffrono di allergie, deve essere esercitata una ulteriore diligenza nella diagnosi e nel trattamento della condizione. Viceversa, se il naso o la tosse correnti di un bambino sono saltati in amici e in famiglia, probabilmente soffrono di raffreddore o di influenza. L’allergia non è contagiosa.

4. Tosse e rantolo

Si spera che una tosse o un rantolo significhino un raffreddore comune, ma c’è una correlazione tra allergie e asma.

Se i sintomi allergici di tuo figlio sono progrediti a tosse o affanno, è decisamente tempo di parlare con il pediatra.

Oltre a cercare sintomi medici che differenziano le allergie dalle malattie, il pediatra probabilmente ordinerà un test di patch. Ciò consiste nel fissare una griglia con piccole quantità di allergeni diversi, come polline vegetali, sulla pelle del vostro bambino. Dopo un periodo di tempo, la patch viene rimossa. Punti rossi sulla pelle indicano un’allergia alla sostanza in quel quadrante della griglia di patch.

Le allergie e l’asma sono condizioni croniche che richiedono il trattamento e il controllo, perciò assicurati di condividere i tuoi sospetti con il pediatra. Le tue osservazioni come genitore forniscono il migliore aiuto al medico del tuo bambino mentre sceglie i gruppi di potenziali allergeni da test e ti aiuta a decidere sui migliori

5. Allergie al cibo o di contatto

Diarrea, eruzioni cutanee o arrossamenti della pelle possono indicare allergie di contatto o alimentari.

Può essere molto difficile capire quali sono le cause.

Solo perché il tuo bambino ha mangiato qualcosa o ha indossato qualcosa senza problemi prima, non puoi escluderlo come un innesco di una reazione allergica. Le allergie richiedono “sensibilizzazione“. Si presentano solo dopo che una o più esposizioni hanno portato il corpo a diagnosticare l’allergene come un un intruso pericoloso e preparare il sistema immunitario per combattere la prossima volta che si verifica l’allergene.

Se pensi che il tuo bambino abbia una reazione allergica, semplifica la sua dieta o riduce il numero di cose (saponi, tessuti, gioielli, ecc.) che vengono a contatto con la pelle. Reintroduci lentamente le cose diverse nella vita del tuo bambino e guarda per vedere se la reazione si ripete. Se sospetti che un prodotto di consumo abbia provocato la reazione, puoi cercare di trovare “informazioni segrete” sul prodotto in una scheda di dati di sicurezza online.

Le principali allergie

Potrebbe esserti utile un elenco dei principali elementi a cui i bambini sono allergici.

Ti aiuterà a pensare a cosa potrebbe aver causato a tuo figlio in areazione allergica:

  • Pollini e piante stagionali
  • Polvere
  • Acari
  • Pelo di cane e gatto
  • Alimenti vari: glutine, grano, frutta secca, uovo, carne bianca, latte, pomodori, fragole, ecc
  • Nichel e altri metalli
  • Puntura di insetto
  • Lattice
  • Medicinali.
© Riproduzione riservata
Leggi anche
Reflex Diet Protein 2 kg
57.99 €
Compra ora
ALGAMED Srl Algamed Fango Cr 350g (900414463)
19.71 €
21.9 € -10 %
Compra ora
PASQUALI Srl Dermovitamina Filmocare A/sfre (934424476)
9.45 €
10.5 € -10 %
Compra ora
Xiaomi A1 4/32GB Black
154 €
Compra ora