Abbassamento delle temperature: consigli e rischi

Il freddo può causare problemi di salute. E' bene affrontare i mesi invernali seguendo alcuni consigli. Quali?

Un repentino abbassamento delle temperature può causare shock termici e danni alla salute del nostro corpo, soprattutto se poco abituato a un freddo troppo rigido. Tuttavia, è possibile seguire alcuni comportamenti utili per evitare rischi e affrontare al meglio la situazione.

Abbassamento delle temperature: prevenzione

Prepararsi all’abbassamento delle temperature durante i mesi freddi è fondamentale per proteggere il nostro corpo da alcune patologie rischiose ad esso correlate. Vediamo alcuni consigli di prevenzione.

Mantenere calda la casa

E’ importante mantenere sempre ben calda la casa, controllando che gli impianti di riscaldamento e le caldaie funzionino correttamente e che non rischino di provocare incidenti domestici e danni. La temperatura ottimale per l’ambiente è di circa 18-22°C, e deve mantenersi in tutte le stanze.

E’ però fondamentale favorire il ricambio d’aria in casa, aprendo ogni tanto le finestre; e anche mantenere un certo grado di umidità, per evitare che l’aria diventi troppo secca e crei disturbi respiratori.

Coprirsi bene all’esterno

Quando si esce, è necessario coprirsi a sufficienza, con più strati di vestiti caldi e indossando soprabiti impermeabili per proteggersi da vento e pioggia. E’ altrettanto importante indossare cappelli, guanti e sciarpe, per evitare geloni e raffreddamenti, nonché infezioni respiratorie.

Un corretto abbigliamento eviterà anche alla pelle di seccarsi eccessivamente – è utile usare anche delle creme idratanti.

Questi consigli sono validi anche per bambini neonati e anziani, due categorie molto a rischio durante i mesi freddi, di cui bisogna prendersi cura maggiormente perché esposti a patologie talvolta gravi.

L’alimentazione è fondamentale

Con l’abbassamento delle temperature è essenziale seguire una dieta alimentare sana, che preveda un sufficiente consumo di acqua e liquidi – meglio se caldi -, nonché frutta, verdura e le vitamine e sali minerali in esse contenute.

Questi alimenti, se consumati nella loro stagione, sono perfetti per aiutare il nostro sistema immunitario a difendersi dalle minacce esterne.

Se gli esperti prevedono forti ondate di freddo è molto utile controllare che si abbiano scorte di cibo e viveri e farmaci sufficienti per affrontare i giorni seguenti.

Freddo gelido: la reazione corporea

Il freddo porta il nostro corpo ad attivare meccanismi di termoregolazione, affinché si mantenga un equilibrio termico tra il corpo e l’ambiente esterno.

Tra i diversi effetti del freddo sul nostro corpo ci sono la vasocostrizione, l’accelerazione del ritmo cardiaco, e l’innalzamento della temperatura interna.

Rischi

Sono diverse le patologie che il nostro corpo può dover affrontare durante le gelate, e diversi sono gli effetti. L’abbassamento delle temperature colpisce per primi naso, orecchie, mani e piedi: le estremità più esposte. Tra le patologie più comuni ci sono infatti i geloni, che colpiscono la pelle. Più grave è il rischio di congelamento, e perfino di ipotermia, che può essere fatale. Le persone più a rischio sono quelle che lavorano o vivono all’aperto – senza fissa dimora -, nonché persone anziane che vivono in ambienti non correttamente riscaldati. L’abbassamento delle temperature provoca anche un aumento della diffusione di epidemie influenzali.

Le persone che hanno patologie cardiovascolari, respiratorie o reumatiche, sono altrettanto a rischio durante i mesi più freddi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

In forma dopo le feste: come? Consigli pratici

Effetti del covid sull’endometriosi, una patologia cronica sottovalutat

Leggi anche
Contents.media