Notizie.it logo

Perchè gli anziani puzzano, scopriamo le cause

perchè gli anziani puzzano

L'odore delle persone anziane è inconfondibile, ed è rilasciato da una sostanza chiamata 2-nonenale. Ma per quale motivo?

Spesso le persone anziane hanno degli odori che certe volte sono fastidiosi. Le case dei nonni hanno sempre un’odore stantio a cui si attribuisce il classico odore di vecchio. Un esperimento ha evidenziato come non sia colpa loro. Nei corpi delle persone anziane infatti si scatenano dei processi chimici che sono al causa scatenante del loro odore.

L’odore visto dai ricercatori

“Andiamo nella stanza del nonno e vediamo se l’odore è ancora strano”, disse Tommy.

“L’ultima volta odorava di formaggio…” Rispose Lil.

Questo scambio di battute di “I Rugrats”, un cartone animato degli anni ’90, vuole essere divertente. Ma potrebbe basarsi su qualcosa di reale, collegato al fatto che le persone anziane hanno un odore particolare, e facilmente riconoscibile.

Mentre noi descriviamo questo odore come di vecchio, di medicine o di muffa, i giapponesi utilizzano un termine più elegante: kareishu. In uno studio, dei ricercatori giapponesi hanno ricondotto l’odore a una sostanza chimica chiamata 2-nonenale.

Il composto è un sottoprodotto di altre due decomposizioni chimiche. Emette un odore “di unto” quando le molecole fuoriescono dalla pelle e vengono rilasciate nell’aria. I ricercatori hanno scoperto che il 2-nonenale è l’unico composto che odora che aumenta con il passare degli anni.

L’esperimento

Nello studio è stato chiesto a 22 persone tra i 26 e i 75 anni di indossare a letto delle magliette che raccolgono gli odori, e poi sono state analizzate le molecole presenti su di esse. La quantità di 2-nonenale era 3 volte maggiore nei soggetti più anziani. I membri più giovani dello studio ne hanno prodotto la quantità minore.

I ricercatori credono che l’aumento di questa sostanza potrebbe aver a che fare con la decomposizione degli acidi grassi insaturi omega-7, poiché anche queste molecole erano presenti sulle magliette dei partecipanti allo studio più anziani. È probabile che il 2-nonenale sia un sottoprodotto dell’omega-7 che si deteriora a causa dei cambiamenti del metabolismo dovuti all’invecchiamento o dei cambiamenti nella quantità di altre sostanze chimiche rilasciate attraverso la pelle.

Un altro studio ha misurato le capacità dei partecipanti di identificare l’età delle persone odorando dei campioni di sudore.

Si è scoperto che è quasi impossibile capire la differenza tra il gruppo di 20-30 anni e quello di 45-55. I partecipanti, però, hanno riconosciuto facilmente l’odore delle persone anziane (75-95 anni). Nonostante ciò, essi non hanno giudicato questo odore come particolarmente intenso o spiacevole. È semplicemente riconoscibile.

Nonostante non sia ancora chiaro lo scopo biologico che si nasconde dietro l’odore delle persone anziane, alcuni ricercatori credono sia connesso a una caratteristica di riconoscimento dell’età presente anche negli animali. Per esempio, alcuni possono distinguere tra animali più anziani e più giovani solamente odorando, mentre altri si accoppiano con animali più vecchi. È possibile che la possibilità di determinare con l’odore gli animali più anziani indichi dei vantaggi genetici che aumentano le probabilità di sopravvivenza e riproduzione. In pratica, l’odore che definiamo di “persona anziana” potrebbe voler portare l’attenzione su una qualità genetica superiore.

Se riscontrate anche voi questo tipo di sensazione, consigliamo l’acquisto su Amazon di appositi prodotti volti a dare un maggiore senso di freschezza e di sollievo.

Di seguito vi riportiamo alcuni articoli molto utili per la cura e l’igiene della persona, indicati per gli anziani.

© Riproduzione riservata
Leggi anche