Notizie.it logo

Carbonara senza glutine: ingredienti e preparazione

carbonara senza glutine

La carbonara senza glutine è un piatto rivisitato che proviene dalla tradizione romana ed è molto gustoso. Essa mette d'accordo i celiaci.

La carbonara senza glutine è un piatto che può essere gustato anche dai celiaci. E’ senza dubbio un’alternativa molto gustosa a quella classica, con la sola differenza che non vengono utilizzati prodotti con il glutine, ovvero la sostanza presente nel frumento che provoca problemi a chi è sensibile o intollerante.

Carbonara senza glutine

La carbonara senza glutine è un piatto piuttosto semplice da preparare e molto gustoso. Si tratta di un primo piatto a base di alimenti di origine animale. Non è, quindi, indicato ai vegani e ai vegetariani, in quanto sono presenti il guanciale e le uova. Chi, invece, è solo intollerante al glutine ma non vuole rinunciare ad una vera carbonara, avrà la possibilità di gustare questo ottimo piatto della tradizione italiana, soprattutto romana.

La ricetta tradizionale prevede anche l’uso del pecorino: questo non contiene glutine e può essere comunemente usato da chi ne è allergico.

Anche il guanciale, in teoria, non dovrebbe contenerlo. Sempre meglio, in ogni caso, chiedere al macellaio di fiducia prima di acquistarlo. In soli venti minuti avremo la possibilità di preparare un ottimo primo piatto, sicuramente non dietetico, ma molto buono. Esistono molte versioni: alle zucchine al posto guanciale se siamo vegani, con prosciutto al posto del guanciale se vogliamo dimagrire. Con un po’ di fantasia si può realizzare la versione che vogliamo.

La ricetta originale era dedicata ai carbonai dell’Appennino che, appunto, in romanesco venivano chiamati carbonari. Era un piatto molto veloce e, inoltre, dava la possibilità di essere molto nutriente. Il carbonaro, infatti, aveva bisogno di molte calorie per poter svolgere il suo duro lavoro. Altre persone, invece, affermano che l’origine della carbonara provenga da Ippolito Cavalcanti, che ne ha pubblicato su un libro la ricetta durante la liberazione di Roma nella Seconda Guerra Mondiale.

E’ in questo periodo che, infatti, nei mercati di Roma ha iniziato ad apparire il bacon, cibo delle truppe angloamericane, prima di allora sconosciuto in Italia. Successivamente, al bacon sarebbe succeduto il guanciale, più aromatico e saporito.

Ingredienti

Partiamo, innanzitutto, dagli ingredienti. Contrariamente a ciò che affermano molti, la ricetta originale non prevede la presenza di cipolla e nemmeno di panna. Per realizzare una ricetta per quattro persone, avremo bisogno nel dettaglio di:

  • 400 g di spaghetti senza glutine (in alternativa va bene anche un altro tipo di pasta, corta o lunga, a piacere)
  • 150 di guanciale (se volete, potete sostituire con pancetta oppure prosciutto crudo se volete una versione più magra.
  • 1 uovo intero
  • 4 tuorli
  • 70 g di pecorino romano grattugiato
  • 30 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • sale
  • pepe

Preparazione

Adesso, invece, passiamo alla preparazione degli spaghetti alla carbonara.

  1. In primo luogo, si parte dalla salsa a base di uova. Mettiamo in una ciotola piuttosto grande un uovo intero più quattro tuorli.

    Si conta, infatti, circa un tuorlo a persona, oltre all’uovo intero. Dato che questa ricetta prevede quattro persone, andremo a considerare quattro rossi d’uovo. Andiamo ad aggiungere il pecorino e il parmigiano, mescolando con una forchetta il tutto. Aggiungiamo anche il pepe fresco macinato al momento e continuiamo a mescolare, fino a che non avremo ottenuto una salsa omogenea.

  2. Mettiamo in una padella antiaderente il guanciale tagliato a listarelle piuttosto sottili. Non ci sarà bisogno di mettere olio, poiché il grasso del guanciale si andrà a sciogliere con il calore, andando a cuocere così senza bisogno di condimento in più. Quando questo inizierà a diventare trasparente e, quindi, perderà il suo naturale colore bianco, si potrà abbassare la fiamma e far cuocere ancora per un paio di minuti.

    In genere, il guanciale dovrà diventare ben croccante. Si va, poi, a scolare il grasso in eccesso e si fa riposare la preparazione.

  3. In una grossa pentola, cuociamo i nostri spaghetti senza glutine, aggiungendo sale a piacere. A metà cottura della pasta, sarà necessario prendere mezzo bicchiere di acqua di cottura. Questo, infatti, ci servirà alla fine della cottura per bagnare il tutto e rendere cremosa la carbonara.
  4. Scoliamo al dente gli spaghetti e uniamoli alla crema, mescolando bene ma veloce per non far rapprendere l’uovo. Alcune persone preferiscono far cuocere leggermente l’uovo, poiché non amano la salsa a base di uovo crudo. Se non volete far rapprendere le uova, potete fare questa operazione in una ciotola ben fredda, così il calore non le cuocerà ulteriormente.
  5. Successivamente, andiamo ad aggiungere il mestolo di acqua di cottura che abbiamo precedentemente prelevato alla pasta.

    Serviamo ben caldo con una macinata di pepe.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • dieta chetogenicaDieta chetogenica: esempio e schema

    La dieta chetogenica rappresenta un particolare regime alimentare che prevede l’apporto di grassi e proteine: quali sono i cibi consigliati?

Leggi anche