Come eseguire un massaggio al cuoio capelluto per la ricrescita ai capelli

Come si esegue un massaggio al cuoio capelluto, per la ricrescita ai capelli? Scopriamo i passaggi e i metodi del massaggio.

Il massaggio al cuoio capelluto è un’antica tecnica utilizzata come alternativa alla medicina. Recentemente però si è capita l’efficacia del massaggio al cuoio capelli contro la perdita dei capelli. Ecco come fare per favorire la ricrescita dei tuoi capelli.

Come eseguire un massaggio al cuoio capelluto per la ricrescita ai capelli

Il massaggio al cuoio capelluto consiste essenzialmente nella stimolazione manuale dello scalpo usando le mani o appositi dispositivi per effettuare il trattamento. Questo massaggio al cuoio capelluto un tipo di pratica effettuata per numerosi scopi, come alternativa alla medicina, anche per far passare il mal di testa o per ridurre lo stress. E’ vero che serve anche per la ricrescita ai capelli?

Esatto. Tra i principali benefici del massaggio al cuoio capelluto c’è proprio la ricrescita dei capelli, se effettuato nel modo giusto. Un regolare massaggio allo scalpo può avere effetti benefici sulla crescita dei capelli. Uno studio giapponese ha messo sotto esame 9 uomini sani che hanno ricevuto per 4 minuti al giorno un massaggio su un solo lato della loro testa.

Questo massaggio veniva effettuato con un dispositivo apposito, il Panasonic EH-HM75. Sono stati misurati con un folliscopo il numero totale di capelli, il loro spessore e la loro velocità di crescita per ognuno dei soggetti all’inizio dell’esperimento, dopo 4 settimane, dopo 12 settimane e, infine, dopo 24 settimane.

Mentre il tasso di crescita e il numero di capelli non sono aumentati significativamente, si è invece potuto notare un notevole miglioramento nello spessore dei capelli. I ricercatori hanno ipotizzato che ci fossero due spiegazioni plausibili. La prima, più ovvia, legata alla maggiore circolazione sanguigna garantita dal massaggio.

La seconda è che, attraverso il massaggio, sia stata esercitata una stimolazione meccanica diretta alle cellule della papilla dermica. Si ritiene infatti che questo favorisca la crescita dello spessore dei capelli.

Non è tutto. Con il massaggio al cuoio capelluto si hanno inoltre benefici immediati in termini di rilassamento: il massaggio agisce sempre come antistress perché allevia le rigidità e le tensioni che possono accumularsi anche sulla testa. I piccoli muscoli del cranio hanno nervi sensoriali che inviano segnali al cervello: il massaggio quindi stimola le funzioni del cervello migliorando la capacità di attenzione e la memoria.

Riguardo invece la ricrescita dei capelli, i tempi per poter apprezzare i risultati non sono rapidi. Ci possono volere dai tre ai sei mesi per vedere dei miglioramenti alla chioma. Ma la costanza e la pazienza ti guideranno ai giusti risultati.

Massaggio al cuoio capelluto per la ricrescita ai capelli: come realizzarlo?

Il massaggio al cuoio capelluto per la ricrescita dei capelli va eseguito almeno 3 o 4 volte alla settimana, avendo cura di effettuare alcuni esercizi di ginnastica del cuoio capelluto stesso.

I movimenti del massaggio devono essere delicati: le dita vanno fatte scorrere tra i capelli con pressioni ferme ma al tempo stesso leggere. È sempre bene procedere con lentezza piuttosto che con energia e vigore, il che aggredirebbe solo la cute. Per orientarti sui tempi, conta fino a 20 per ogni pressione.

Il massaggio va fatto a testa asciutta perché durante e dopo il lavaggio i capelli diventano più sensibili a traumi. Prima del lavaggio, massaggia delicatamente il cuoio capelluto con i polpastrelli, partendo dall’attaccatura dei capelli e procedendo sino alla nuca. Cerca di effettuare piccole ravvicinate pressioni con tutte le 10 dita.

Continua il massaggio sulla fronte e sulle tempie con movimenti circolari. Con il palmo delle mani, premi delicatamente a destra e sinistra, avanti e indietro su tutta l’area della testa. In questo modo si favorisce il mantenimento dell’elasticità cutanea, la circolazione sanguigna e linfatica.

Con il dorso delle dita premute sulle tempie, esegui leggeri movimenti dall’alto in basso e viceversa. In questo modo si massaggiano ulteriormente i muscoli facciali e si “smuovono” le zone antistanti l’attaccatura dei capelli. Piega in avanti la testa, in modo da far affluire maggior quantità di sangue, e ripeti il massaggio con una pressione ancora più delicata.

Scritto da Chiara Sorice

Lascia un commento

I benefici del massaggio thai contro la cellulite: 7 cose che non sai

Giovanni Allevi svela la sua dieta: cosa mangia il pianista?

Leggi anche
Contentsads.com