Come realizzare creme per massaggi rilassanti

i massaggi rilassanti possono portare diversi benefici. vi suggeriamo alcune ricette per creme fatte in casa

I massaggi rilassanti vengono eseguiti in quasi tutte le culture del mondo perché sono molto utili ed efficaci. Tuttavia, in alcuni luoghi il loro utilizzo è stato approfondito più che in altri, creando anche delle scuole di massaggi. Lo scopo del massaggio rilassante, a differenza di quello terapeutico che viene effettuato su zone doloranti, è permettere a tutto il corpo di raggiungere uno stato armonico e quasi piacevole.

Per questo esistono molte tecniche, anche se l’ideale sarebbe accompagnare questi massaggi con creme fatte in casa a base di oli essenziali, non solo perchè il massaggio ottiene maggiori risultati, ma perché questi oli hanno proprietà rilassanti e curative . Se vuoi sapere come realizzare creme per massaggi rilassanti, qui ti spieghiamo tutto ciò che devi sapere.

A cosa servono i massaggi rilassanti

Il massaggio è la più antica forma di terapia fisica.

Advertisements

Viene praticato in diverse civiltà, ed è utile per alleviare i dolori e rilassare la muscolatura. I massaggi rilassanti non solo aiutano, così come indica il loro nome, a rilassare; Sono anche molto utili quando soffriamo di un’altra serie di disturbi fisici, mentali ed emotivi. I principali benefici dei massaggi rilassanti sono:

  • Aiutano a combattere lo stress: questo è uno dei benefici più evidenti. Con lo stress, la muscolatura si contrae a causa della tensione.

    Se eseguiamo un massaggio rilassante con una crema fatta in casa, riusciremo a ridurre sia il dolore muscolare che il nostro livello di stress.

  • Migliora la depressione: con la depressione, il contatto fisico con un’altra persona può aiutarci a secernere gli ormoni della felicità, cioè la serotonina, la dopamina, l’endorfina e la feniletilamina.
  • Diminuisce l’ansia: con l’ansia, tutto l’aiuto è utile. Un lento massaggio con oli essenziali ci aiuterà a rilassarci a poco a poco.

    Tuttavia, a seconda del nostro livello di ansia, oltre al massaggio rilassante, possiamo bere infusioni di valeriana, tiglio o altri prodotti naturali per aiutare a controllare lo stato dei nostri nervi.

  • Favorisce la circolazione del sangue e il drenaggio di liquidi: eseguendo un massaggio rilassante ed esercitando una leggera pressione sul corpo, stimoleremo la circolazione del sangue e aiuteremo il drenaggio dei liquidi in modo dolce.
  • Migliora la comunicazione della coppia: se il massaggio è fatto in coppia, questo momento intimo aiuterà a rafforzare maggiormente il legame.

    Lo stesso effetto si ottiene tra amici.

  • Riduce i dolori muscolari: come lombalgie, problemi di cervicale, ecc. Se non si tratta di disturbi lievi, è meglio optare per un massaggio rilassante professionale.

Come preparare una crema fatta in casa per massaggi con oli essenziali

Per preparare una buona crema fatta in casa per massaggi rilassanti, la cosa migliore è utilizzare oli essenziali, sostanze estratte dalle piante aromatiche. Possono essere utilizzati sia per inalazione che per assunzione orale, ma anche per assorbimento epidermico, con passaggi e pediluvi.

Proprietà degli oli essenziali

L’inalazione è l’applicazione più diretta e immediata, in quanto le stimolazioni olfattive sono le uniche ad essere trasmesse direttamente al cervello. Per questo motivo gli oli essenziali vengono utilizzati, specialmente in aromaterapia, per riequilibrare la sfera psichica. Inoltre le molecole degli oli essenziali riescono facilmente ad essere assorbite dalla cute, entrando poi in circolo attraverso il sangue.

Tutti gli oli essenziali hanno proprietà antisettiche e antibiotiche e contribuiscono a rafforzare le difese immunitarie. Potrebbero quindi essere assunti anche per via orale, consultando il parere di un esperto.

Per la realizzazione di una crema agli oli essenziali fatta in casa, devi solo prendere una crema che si usa abitualmente (la più semplice possibile, neutra e senza profumazione) e quindi aggiungere circa 12 gocce di questi oli essenziali che ti suggeriamo.

Tuttavia, a seconda di quanto è abbondante la crema e della necessità della persona cui è destinato il massaggio, è possibile aggiungerne di più. Ora ti indicheremo i migliori oli essenziali da aggiungere alla tua crema abituale.

Come realizzare l’olio essenziale di geranio

Il geranio possiede diverse proprietà utili a contrastare alcune patologie. Possiede infatti dei principi attivi, che lo rendono adatto al trattamento delle infiammazioni, dolori muscolari, stress, ansia e depressione ecc. L’essenza estratta dal geranio ha un’azione calmante, efficace per contrastare l’ansia e lo stress. Inoltre il geranio si è rivelato utile come trattamento per curare ferite, ulcere e ritenzione idrica. In questi casi si può massaggiare la zona interessata con alcune gocce di essenza di geranio. Questa pianta ha un effetto equilibrante sul sistema nervoso, perciò è adatta anche ai bambini.

Per preparare una crema fatta in casa con olio essenziale di geranio passo dopo passo, dobbiamo:

  1. Scegliere un olio. Può essere quello che preferisci, noi ti consigliamo di scegliere l’olio vegetale di Enotera, che aiuta a stimolare la circolazione sanguigna, o l’olio vegetale di germe di grano, che agisce da conservante e prolunga la scadenza di qualsiasi prodotto sia fatto con questo olio, oltre ad essere economico e contenere grandi quantità di vitamina A, D ed E.
  2. Quindi, introdurre l’olio in un contenitore. Assicurati che non sia troppo stretto perché in seguito dovrai introdurre i fiori di geranio. Inoltre, a seconda della quantità di olio essenziale di geranio che desideri ottenere, tieni conto delle dimensioni del recipiente.
  3. Ora aggiungiamo i petali di geranio e lasciamo riposare la miscela per 15 giorni. Meglio se i petali sono freschi, poiché conterranno maggiori proprietà rispetto a quelli secchi.
  4. Passati i 15 giorni, filtriamo l’olio, strizziamo accuratamente a parte il resto dei petali e versiamo ciò che otteniamo nuovamente nell’olio. Ecco, il nostro olio essenziale di geranio per i massaggi è pronto!

Se desideri utilizzare l’olio vegetale di Enotera, puoi acquistarlo comodamente su Amazon. Arriverà a casa tua in meno di 48 ore.

Come realizzare l’olio essenziale di lavanda

La lavanda ha una proprietà speciale: se miscelata con un olio, i suoi effetti si potenziano. La lavanda è antinfiammatoria, rilassa i muscoli, aiuta ad equilibrare il sistema nervoso ed è, in generale, un eccellente rilassante. Segui questi passaggi per preparare una crema fatta in casa con olio essenziale di lavanda:

  1. Scegli un olio e mettilo in un contenitore di dimensioni a tua scelta. In questo caso, ti consigliamo di utilizzare olio vegetale di germe di grano.
  2. Aggiungi fiori e foglie di lavanda. Le foglie possono essere fresche o secche, mentre i fiori è consigliabile che siano freschi per potenziare l’effetto dell’olio essenziale per i massaggi.
  3. Lascia riposare la miscela per 15 giorni.
  4. Dopo, filtra l’olio e separare i resti di lavanda. Schiacciali con un mortaio per estrarre più succo e aggiungilo all’olio.

Se volete seguire il suggerimento, acquistate su Amazon l’olio di germe di grano. Arriverà a casa vostra in meno di 48 ore.

Come realizzare l’olio essenziale di rosmarino

Il rosmarino è spesso utilizzato in aromaterapia perché è efficace sia per i dolori muscolari e ossei, che per dolori emozionali e neurologici. Pertanto, fare una crema fatta in casa con olio essenziale di rosmarino è l’ideale per i massaggi rilassanti:

  1. Scegli un olio e mettilo in un contenitore. Ti consigliamo di utilizzare l’olio vegetale di Onagra per completare gli effetti del rosmarino.
  2. Aggiungi all’olio i fiori e le foglie di rosmarino. Le foglie stesse hanno molti vantaggi, ma è meglio utilizzare anche il suo fiore.
  3. Lascia riposare la miscela per 15 giorni.
  4. Infine, filtra l’olio e metti da parte i resti del rosmarino. Spremili con un mortaio e rintroduci novamente nell’olio. E’ pronto!

Come fare massaggi rilassanti

I movimenti del massaggio vanno eseguiti in direzione delle fibre muscolari e devono rispettare il senso della circolazione venosa. La direzione perciò va dalle estremità verso il cuore. Per eseguire correttamente il massaggio, l’ideale è che la persona si sdrai su un lettino alto, in modo che l’altro possa effettuare il massaggio senza doversi chinare troppo. Oltre a ciò, ora vi diamo alcuni suggerimenti:

  • Metti una musica in sottofondo: questo aiuterà chi riceve il massaggio a rilassarsi ancora di più.
  • Meglio poco vestiti: è consigliabile che chi si sottopone al massaggio stia poco vestito, in modo che il massaggio venga eseguito con maggior successo.
  • Massaggio delicato: il massaggiatore dovrebbe fare massaggi delicati per la maggior pare del tempo. In generale, specialmente sulle gambe e sulle braccia, i massaggi dovranno essere effettuati in linea retta, dall’alto verso il basso, senza effettuare cerchi. Sulla schiene invece puoi fare movimenti circolari, ma con attenzione. In alcuni punti, potrai esercitare una maggiore pressione.
  • Non superare un’ora: è consigliabile sia per il massaggiatore che per chi riceve il massaggio, poiché un’ora è il tempo massimo consigliato e 40 minuti quello minimo.

Tipi di massaggio

Esistono vari tipi di massaggio, a seconda degli effetti desiderati. I massaggi possono essere anti-dolore, anti-stress, estetici, curativi, sportivi e drenanti. Per un effetto rilassante il massaggio deve essere lento e delicato. Deciso e rapido invece per un effetto tonificante.

Controindicazioni

Di solito questi massaggi sono adeguati per tutte le persone, tuttavia, come per tutto, esistono alcuni rischi a seconda dei casi:

  • Non è consigliato per le persone che soffrono di cancro linfatico, dal momento che con il massaggio le cellule maligne possono espandersi attraverso il flusso sanguigno.
  • E’ anche sconsigliato se si soffre di ipotensione, poiché questi massaggi, durante il rilassamento, tendono ad abbassare la pressione. D’altro canto, i massaggi rilassanti sono l’ideale per chi soffre di ipertensione.
  • Inoltre, non è raccomandato quando ci sono lesioni cutanee o funghi della pelle.
Scritto da Marina Bernasconi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come truccarti senza che si noti – I migliori consigli

A cosa serve la Cascara sagrada e come si assume

Leggi anche
Contents.media