Notizie.it logo

Come usare olio di ricino per la stitichezza

ricino

L'olio di ricino, denso, incolore e dal sapore sgradevole, è un toccasana usato da sempre come rimedio immediato e naturale per la stitichezza.

Soffri di stitichezza e cerchi sollievo in modo sano ed efficace? Sono tante le cause che possono produrre questo disturbo. Consiste nell’avere difficoltà a defecare, e per risolverlo bisogna identificarne l’origine. Puoi provare a migliorare la dieta, fare esercizio fisico e ricorrere a farmaci o rimedi naturali. Uno dei rimedi più usati è l’olio di ricino che si estrae dai chicchi della pianta e che agisce come lassativo naturale.

Proprietà dell’olio di ricino

L’olio di ricino, o castor oil, proviene da una pianta chiamata Ricinus communis. E’ originaria dell’Africa orientale, ma che si trova in molte altre zone del pianeta. E’ stata sempre usata come rimedio naturale per la salute e per la cosmetica. Bisogna sapere esattamente come usarla e in che quantità, visto che assunta in eccesso può essere tossica.

Uno dei problemi che da secoli si è trattato con quest’olio vegetale è stato la stitichezza. Anche altri problemi digestivi correlati all’irregolarità del movimento intestinale sono stati curati attraverso l’olio di ricino.

Prima di cominciare a prenderlo per trattare questo problema, bisogna conoscere come agisce e perché è così benefico. Queste sono le proprietà dell’olio di ricino per la stitichezza:

Effetto lassativo

Questa pianta contiene acido ricinoleico che ha un effetto stimolante dell’intestino tenue e grasso, producendo così un maggior movimento degli intestini. Ma come fa a provocare questo effetto? Producendo una lieve irritazione nella mucosa dell’intestino, fa si che il fegato e il pancreas agiscano liberando enzimi che scompongono i grassi e sali biliari che facilitano la digestione. Il risultato è che il transito intestinale migliori.

Lubrificante

Questo prodotto naturale, solo per il fatto di essere un olio vegetale, aiuta a lubrificare le pareti di tutto il tratto intestinale. La sua azione lubrificante migliora il passaggio delle feci per l’intestino evitando che restino bloccate. Non assorbe l’umidità propria delle pareti intestinali come fanno altri prodotti naturali. Ciò aiuta a mantenere una maggior lubrificazione.

Pulisce il colon

Grazie alla sua composizione, l’olio di ricino è anche perfetto per disintossicare il colon e pulirlo, perché per il suo effetto lassativo aiuta ad eliminare tutte le tossine e i residui migliorando la salute gastrointestinale.

Aiuta nella perdita di peso

Il fatto di stimolare il transito intestinale e di disintossicare tutto l’apparato digestivo depurando l’organismo è un grande aiuto per perdere peso in modo naturale, specie se parte del nostro problema è rappresentato dalla ritenzione di feci, grassi e tossine.

Gli effetti di questo prodotto si notano tra 2 e 9 ore dopo a averlo assunto.

Se si prende nelle dosi giuste produce gli effetti attesi. Però, bisogna considerare che se eccediamo nella quantità d’olio, gli effetti commentati saranno maggiori e potremmo soffrire di un’irritazione forte alle mucose intestinali. Ci sono farmaci che già contengono questo prodotto nella dose adeguata. Se lo si prende in modo naturale bisogna attenersi alle indicazioni del medico.

L’olio di ricino contro la stitichezza

Per consumare questo prodotto e migliorare i problemi di transito intestinale bisogna conoscere bene quali dosi sono quelle raccomandate. Potete semplicemente seguire i suggerimenti del dottore, specie per usare l’olio di ricino come lassativo per bambini ed anziani. In generale, la dose di olio di ricino per la stitichezza non deve essere superiore alle seguenti:

  • Bambini: 3,75 mg al giorno
  • Adulti: tra 3,50 mg al giorno e 7,50 mg al giorno
  • Anziani: tra 1,75 mg al giorno e 3,75 al giorno

Il modo ideale di prendere olio di ricino per la stitichezza è berlo direttamente come se fosse uno sciroppo mischiato con un succo.

Segui questi consigli:

  1. Prima devi comprarne uno che sia organico perché deve essere il più naturale possibile.
  2. La cosa migliore è prendere olio di ricino a digiuno insieme al succo perché sia efficace. Bisogna berne la dose adeguata, misurandola con un bicchierino o una siringa.
  3. Mischia questa quantità di olio con un bicchiere grande di succo di mirtillo, prugna, arancia o zenzero. Questi frutti sono regolatori del transito intestinale e non alterano gli effetti del ricino.
  4. Dopo averlo preso, dovrai aspettare 2 o 3 ore almeno perché cominci a fare effetto.

In casi gravi di stitichezza ma che non arrivano ad essere ostruzione, lo si può prendere ogni giorno per una settimana a digiuno. Invece, in casi di stitichezza puntuale, si raccomanda di berlo una volta sola e aspettare gli effetti. Dopo averlo preso in caso di stitichezza lieve possono passare tra 2 e 3 giorni senza defecare.

Olio di ricino per la pulizia del colon

Per trattare problemi di ritenzione di feci solo nella zona del colon o per pulire il colon da tossine, la modalità di assunzione dell’olio di ricino è la stessa ma le dosi cambiano.

La dose di olio di ricino per pulire il colon e usarlo come purgante è tra 10 e 30 mg al giorno per adulti, la metà per anziani, e per i bambini non è consigliato.

Alla stessa maniera, è sempre meglio consultare il medico quale dose sia la più adeguata secondo il nostro problema, o quale altro trattamento farmacologico o naturale possiamo usare.

Olio di ricino come lassativo per dimagrire

A parte usarsi per la stitichezza e per pulire il colon, l’olio di ricino è anche molto popolare come lassativo per dimagrire. Se non si soffrono di problemi di stitichezza, quest’olio può produrre irritazione eccessiva alle mucose. Il modo migliore di usarlo per perdere peso è con succhi e a digiuno una volta al giorno, con dosi dimezzate rispetto a quelle indicate nel paragrafo della stitichezza. Non si consiglia prenderlo per oltre una settimana consecutiva.

Dove comprare olio di ricino

Questo prodotto si può comprare in vari formati, più o meno puro, ma bisogna sempre cercare e scegliere uno che sia organico e adatto ad alleviare la stitichezza e non uno al 100% puro.

L’olio puro infatti potrebbe danneggiare le mucose dell’apparato digestivo a causa della sua eccessiva acidità.

Ma dove si può comprare olio di ricino a scopi lassativi? Devi dirigerti al negozio di dietetica, in erboristeria o farmacia, dove hanno prodotti a base di quest’olio efficaci per trattare problemi digestivi come questo.

Controindicazioni dell’olio di ricino

Naturalmente, come tutti i prodotti naturali, anche questo va evitato in determinate circostanze perché potrebbe essere più dannoso che utile. Perciò, prima di decidere di consumarlo per alleviare la stitichezza, devi considerare le controindicazioni dell’olio di ricino:

  • Durante il ciclo mestruale;
  • In gravidanza;
  • in caso di appendicite;
  • Persone con ostruzione fecale;
  • Persone con ferite o perforazioni nelle pareti intestinali.

In tutti questi casi è necessario consultare il medico sull’uso di questo olio vegetale organico.

Per di più alcuni dei possibili effetti secondari dell’olio di ricino, se ne prendiamo in quantità eccessiva, sono:

  • Dolore addominale
  • Diarrea acuta
  • Nausea e vomito
  • Vertigini

Se individuiamo questi sintomi, bisognerà smettere di prendere questo prodotto e andare dal dottore per trattare i sintomi ed alleviare la stitichezza.

Questo articolo è meramente informativo: su Tuo Benessere non prescriviamo trattamenti medici né forniamo diagnosi alcuna. Consulta il tuo medico se avverti qualunque malessere.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Occhiali horror con schizzi di sangue
4.99 €
Compra ora
Borsa zaino donna in vera pelle EMPORIO TITANO mod. GRIGNA ...
35.28 €
43.56 € -19 %
Compra ora
Profumo Donna Varens Indra Eau De Parfum 100 Ml
4.54 €
Compra ora