Cosa mangiare in caso di reflusso gastrico?

In caso di reflusso gastrico bisogna evitare cibi fritti o molto conditi e preferire invece carne magra, verdure, cereali e frutta

Il reflusso gastrico è un fastidio che si verifica quando i succhi gastrici che si trovano nello stomaco vengono in contatto con l’esofago, provocando bruciore nella zona dello sterno. Tuttavia, è possibile porre rimedio seguendo un’alimentazione corretta.

Reflusso gastrico: come identificarlo?

Per capire se si soffre realmente di reflusso gastrico, bisogna fare attenzione ad una serie di sintomi che tale disturbo comporta.

Il reflusso, infatti, non causa solo bruciore di stomaco, ma anche acidità in bocca, raucedine, a volte tosse, e dolori e bruciori che si irradiano nella parte alta dello sterno. Questi disturbi possono acuirsi durante la notte, se si dorme in posizione supina che facilita la risalita dei succhi gastrici nell’esofago.

Reflusso gastrico: cosa si può mangiare?

L’alimentazione gioca un ruolo molto importante nel contrastare il reflusso gastrico. In questo senso, sono ottimi i cereali integrali, la frutta fresca e le verdure crude, cotte al vapore o centrifugate perché più leggere e facili da digerire.

Bisogna anche bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e preferire la carne magra, come quella di pollo, tacchino, coniglio e vitello.

Bisogna fare attenzione alle uova, da evitare se fritte, e ai latticini. Infatti, vanno bene solo yogurt e latte parzialmente scremati e formaggi leggeri come il primo sale, la ricotta, formaggio di capra, fiocchi di latte e parmigiano.

Per limitare il reflusso gastrico bisogna fare attenzione al consumo di alcuni cibi, da mangiare in quantità moderate.

Di questa categoria fanno parte i crostacei, salmone, molluschi, agrumi, cioccolato, pomodoro, peperoncino, pepe, aglio, cipolla, peperoni e menta. Da limitare anche caffè, tè e bevande gassate, perché possono scatenare il bruciore.

Reflusso gastrico: i cibi da evitare

Per non soffrire di reflusso gastrico, vi sono dei cibi che sono assolutamente da evitare. Tra essi, vi sono i cibi fritti o molto conditi, salse a base di panna o ricchi di burro, margarina, strutto, sughi molto oleosi e creme dolci.

Tutte queste pietanze, infatti, sono altamente disturbanti per il nostro stomaco e causano bruciore.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dieta della Terza Età: i migliori cibi e integratori

I benefici dell’eucalipto per la tosse

Leggi anche
  • La correlazione tra alimentazione e memoriaAlimentazione e perdita di memoria: la correlazione

    Scopriamo la correlazione tra alimentazione e salute cerebrale. Quali sono gli alimenti nocivi che influiscono sulla perdita di memoria?

  • fruttoDatteri contro ictus e colesterolo alto

    I datteri sono dei frutti in grado di regalare grandi benefici a chi soffre di colesterolo alto, inoltre sono utili anche per prevenire gli ictus.

  • dieta alzheimerLa dieta contro l’Alzheimer per prevenire la malattia degenerativa

    La dieta contro l’Alzheimer non prevede il consumo di superlacolici e carne rossa, ma predilige invece il consumo di acqua, verdure e legumi

  • Dieta Virginia Raffaele: i segreti della sua formaDieta Virginia Raffaele: i segreti della sua forma

    La dieta di Virginia Raffaele è semplice da seguire e ricca di benefici. Scopriamola insieme, nei paragrafi che seguono.

Contents.media