Dieta 28 giorni: funziona davvero?

Chi desidera rimettersi velocemente in forma può provare a dimagrire in 28 giorni grazie a una dieta specifica.

Negli ultimi tempi ha preso piede una dieta per dimagrire in 28 giorni tramite un regime alimentare rigido e esercizi fisici consigliati. Ma funziona davvero? Tutti noi, ogni anno quando arriva l’estate, cerchiamo disperatamente di perdere i chili di troppo accumulati durante l’inverno.

È proprio in questo scenario che nasce la dieta dimagrante dei 28 giorni.

Si tratta di un particolare tipo di dieta in cui l’obiettivo dichiarato è quello di aumentare l’efficacia del nostro metabolismo sfruttando le proprietà di alcuni cibi. Caratteristica fondamentale di questa alimentazione è la rigidità del regime alimentare, unito a un costante esercizio fisico aerobico e anaerobico. Questa dieta si basa anche sui nostri ormoni: il momento in cui mangiare un determinato alimento o in cui fare una determinata attività fisica deve basarsi anche sul nostro ciclo ormonale.

Dimagrire in 28 giorni: la dieta e gli esercizi consigliati

Quali alimenti si possono consumare? Innanzitutto è importante assumere prodotti con alto contenuto di ferro e vitamina C. Tra le verdure potete provare la rucola, i broccoli e i porri. Anche i legumi hanno ottime proprietà benefiche per l’efficacia di questa dieta. Gli agrumi sono sempre consigliati. Per gli amanti della carne è consigliabile scegliere esclusivamente carni magre, ma sarebbe meglio pesce.

Nella seconda fase della dieta è importante assumere carboidrati con basso indice glicemico. Di secondo, invece, cibi altamente proteici. Gli alimenti perfetti sono avocado, salmone e, come dolce, frutti di bosco.

Per quanto riguarda l’attività fisica, nella prima fase è importante un lavoro intenso di attività aerobica: corsa, ellittica o nuoto veloce. Nella seconda fase invece anche l’attività fisica cambia, è possibile preferire attività anaerobica ad esempio un sollevamento pesi intenso.

Regole della dieta dei 28 giorni

Come già accennato, la rigidità del regime alimentare è un fatto fondamentale di questa dieta, ma ci sono altri consigli che è bene seguire per ottenere migliori risultati. È importante mangiare spesso, circa ogni 3 o 4 ore, in totale in questo modo avrete mangiato circa 5 volte in un giorno. La colazione è un pasto fondamentale da assumere entro 30 minuti dal risveglio. Essenziale anche non mollare e seguire il piano per tutti 28 giorni. Non sarà un mese identico, ogni settimana vivrà dei cicli differenti. Di nuovo, la rigidità del regime alimentare è essenziale, infatti non è possibile uscire dagli alimenti consentiti. Anche le dosi non vanno ridotte per ottenere effetti maggiori. Anzi è possibile che chi vuole dimagrire più di 10 kg debba aumentare alcune porzioni di determinati alimenti.

Non invertire le fasi: questa dieta prevede diverse fasi ed è importante seguire la scaletta consigliata. Bisogna bere acqua spesso e regolarmente durante il giorno. Fare attività fisica almeno tre volte la settimana, quale tipologia di attività fisica è indicata in base alla fase della dieta. Bisogna preferire i prodotti biologici quando possibile e sono assolutamente da evitare alcuni alimenti specifici come l’alcool, lo zucchero raffinato, i dolcificanti artificiali e le caramelle.

La dieta del supermetabolismo non è una dieta impossibile, non richiede un’alimentazione così inusuale, anzi! Il principale motivo per cui funziona sembra essere l’attività fisica e il principale rischio è che i risultati non siano duraturi nel tempo.

Scritto da Amos Granata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lo yogurt bianco come trattamento per pelle e capelli

Funghi ai piedi: i rimedi e le cure

Leggi anche
  • dieta disintossicanteDieta disintossicante: lo schema per eliminare le tossine

    La dieta disintossicante si compone di nutrienti come vitamine, fibre e sali minerali, che favoriscono il benessere e la salute generale.

  • vitamina cVitamina C: le dosi consigliate

    Le dosi di vitamina C necessarie per restare in salute cambiano a seconda del sesso e dell’età: scopriamo insieme quali sono.

  • olio di macadamia alimentareOlio di macadamia: gli usi in ambito alimentare

    L’olio di macadamia alimentare è un prodotto che possiede un punto di fumo molto elevato e quindi è ottimo per friggere. Scopriamo tutti i sui usi.

  • diabeticiLe migliori farine alternative per diabetici: alcuni consigli

    Le farine alternative per diabetici permettono di realizzare alimenti perfetti con un basso valore glicemico. Scopriamo quali sono le migliori.

Contents.media