Farine alternative per celiaci: le opzioni tra cui scegliere

Tra le farine alternative per celiaci vi sono la farina di ceci, la farina di miglio, la farina di grano saraceno e la farina di mais

Le farine alternative per celiaci rappresentano un’ottima possibilità per chi è allergico al glutine e possono essere ottenute da cereali, legumi, frutta secca e pseudo-cereali. Vediamo insieme quali sono.

Farine alternative per celiaci: farine ottenute da legumi e frutta secca

Tra le farine alternative per celiaci vi sono quelle ottenute dai legumi e dalla frutta secca. La farina di ceci, per esempio, è ricca di nutrienti come carboidrati, proteine, fibre e vitamine come la A, C, E e gruppo B ed è molto utilizzata per preparazioni come polpette, frittate, farinate e come addensante per i sughi.

La farina di mandorle, invece, povera di carboidrati e ricca di vitamine e grassi monoinsaturi, possiede un basso indice glicemico ma ha calorie elevate.

Questo tipo di farina può anche essere preparato in casa frullando delle mandorle e, per via del suo sapore dolce, viene spesso impiegata nella preparazione di dolci.

Farine alternative per celiaci: farine ottenute dai cereali

Tra le farine alternative per celiaci ci sono anche quelle ottenute dai cereali come la farina di mais. Quest’ultima è ottenuta dal chicco di granturco, è molto saziante e ha un sapore dolce e rustico. La farina di mais ha un discreto valore nutritivo, contiene fibre e minerali come fosforo, potassio e ferro, ma ha uno scarso contenuto di proteine e vitamine.

Viene spesso miscelata con altre farine gluten free per preparare pizze, pane e dolci.

La farina di miglio è un altro tipo di farina alternativo per celiaci ottenuto dai chicchi di miglio. È ricca di vitamine A e B, ferro, potassio, niacina ma è povera di proteine. È l’ideale per preparare il pane o dolci umidi.

Farine alternative per celiaci: farine ottenute da pseudo-cereali

Infine, tra le farine alternative per celiaci ci sono quelle ottenute da pseudo-cereali come la farina di grano saraceno.

Quest’ultima viene spesso utilizzata per preparare pasta fresca e pane, ma anche crespelle e dolci insieme ad altre farine.

Infine, tra le farine ottenute da pseudo-cereali c’è la farina di quinoa, che ha un gusto particolare, che ricorda i legumi. Questo tipo di farina è perfetto per preparare pane e ricette salate, è ricca di proteine e ha un basso indice glicemico.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dieta disintossicante: lo schema per eliminare le tossine

Talco fai da te: la ricetta per prepararlo in casa

Leggi anche
  • La correlazione tra alimentazione e memoriaAlimentazione e perdita di memoria: la correlazione

    Scopriamo la correlazione tra alimentazione e salute cerebrale. Quali sono gli alimenti nocivi che influiscono sulla perdita di memoria?

  • fruttoDatteri contro ictus e colesterolo alto

    I datteri sono dei frutti in grado di regalare grandi benefici a chi soffre di colesterolo alto, inoltre sono utili anche per prevenire gli ictus.

  • dieta alzheimerLa dieta contro l’Alzheimer per prevenire la malattia degenerativa

    La dieta contro l’Alzheimer non prevede il consumo di superlacolici e carne rossa, ma predilige invece il consumo di acqua, verdure e legumi

  • Dieta Virginia Raffaele: i segreti della sua formaDieta Virginia Raffaele: i segreti della sua forma

    La dieta di Virginia Raffaele è semplice da seguire e ricca di benefici. Scopriamola insieme, nei paragrafi che seguono.

Contents.media