I migliori rimedi naturali e cure fai da te per la gola arrossata

Con l'arrivo del freddo sono in agguato i piccoli malanni di stagione, scopriamo i migliori rimedi e cure per la gola arrossata

Il freddo è arrivato, e con lui anche i malanni di stagione come raffreddore e gola irritata e arrossata.

Piccoli ma fastidiosi disturbi che si possono curare anche in maniera casalinga ed economica, un po’ come facevano i nostri nonni che si affidavano a principi attivi naturali, e quindi senza effetti collaterali.

Partendo dal presupposto che “prevenire è meglio che curare“, per tenere lontani questi disturbi il più possibile e affrontare il freddo con una marcia in più, ricordatevi di

  • assumere regolarmente vitamine, soprattutto la C;
  • alimentatevi in modo bilanciato;
  • assumete dell’aglio, che è un favoloso antibiotico naturale;
  • consumate bevande e cibi caldi per mantenere l’interno del corpo ad una temperatura sfavorevole all’annidamento di germi e virus invernali;
  • e, ovviamente, copritevi.

Se nonostante tutti gli accorgimenti sentite la gola pizzicare e vi accorgete che è arrossata, ecco alcuni consigli per delle cure e dei rimedi semplici utili a lenire e allontanare questo disturbo fastidioso.

Gola arrossata: cure e rimedi

In assenza di febbre, e appurato che non si tratti di un infezione che richieda una visita dal vostro medico curante ed una terapia antibiotica, per far dare sollievo alla gola arrossata dal clima rigido, dall’umidità o dagli sbalzi di temperatura, ci sono diverse soluzioni.

Oltre ai vari farmaci da banco, come le caramelle disinfettanti, sciroppi e spray topici, è possibile curare una gola arrossata con dei rimedi naturali fai da te piuttosto semplici ed economici:

– Infuso miele e cannella

  • Mettere a bollire dell’acqua
  • sciogliervi due cucchiaini di miele per le sue proprietà decongestionanti e calmanti delle prime vie respiratorie, oltre che per dolcificare in modo naturale.
  • Aggiungere due cucchiaini di cannella in polvere, dalle proprietà antisettiche e stimolanti del sistema immunitario.
  • Un pizzico di pepe, che si ritiene funga da antinfiammatorio.
  • Per gargarismi o gustato ben caldo.

– Decotto allo zenzero e limone

  • Far bollire per 5/10 minuti dell’acqua in cui avrete messo due o tre fettine di radice di zenzero fresco e la scorza grattuggiata di un limone biologico (non trattato con pesticidi). Lo zenzero, dal sapore speziato, si usa da secoli per aiutare la digestione ed è inoltre un potente antisettico e antinfiammatorio.

  • A piacere aggiungete del succo di limone, disinfettante e ricco di vitamina c, e del miele.
  • Per gargarismi o gustato ben caldo.

– Aceto di mele: dalle proprietà antibatteriche utilizzato per gargarismi o un cucchiaino in acqua bollente per dei suffumigi.

– Tisana alla buccia di cipolla, antinfiammatoria e antibiotico naturale:

  • Fate bollire la buccia di mezza cipolla in una tazza di acqua,
  • filtrate e zuccherare a piacere o aggiungere miele
  • Da usare per gargarismi o assumere all’occorrenza

– Infuso al timo e menta

  • Mettete in infusione per 5 minuti due cucchiaini di timo essiccato ed un cucchiaino di menta (in alternativa potete usare una bustina di the alla menta) in una tazza di acqua bollente. Il timo è un valido antisettico, la menta è lenitiva e rinfrescante.
  • Dolcificate con il miele
  • Usatelo, una volta raffreddato, per gargarismi o consumatelo caldo aspirandone i vapori

Alle tisane/infusi è possibile aggiungere, in alternativa e se vi piace il sapore, dei chiodi di garofano che sono riconosciuti come antisettici e analgesici. Aiuteranno pertanto a diminuire quasi subito la sensazione di pizzicore o bruciore in gola.

Per disinfiammare la gola arrossata è anche possibile, come rimedio d’attacco, effettuare dei gargarismi e sciacqui con acqua calda e sale grosso (2 cucchiaini sciolti in una tazza) per qualche minuto. Il sapore è terribile, ma l’azione di questa combinazione, per osmosi, uccide tutti i batteri (ossia altera l’equilibrio osmotico della parete cellulare dei batteri e ne determina la morte) eventualmente presenti. Inoltre il calore aiuta a contrastare l’infiammazione. Da alternare ad una bevanda fresca, o un cubetto di ghiaccio, dopo un quarto d’ora.

Un cucchiaino di miele ogni tanto, oltre ad essere energetico, aiuta a calmare la sensazione di bruciore e può essere assunto come uno sciroppo.

Ottimo antisettico ed emolliente per le mucose arrossate, risulta essere anche l’olio di cocco, che si presenta solido a basse temperature, da far sciogliere in bocca in modo che scenda in gola. Non più di un cucchiaino al giorno però, dato il discreto contenuto calorico.

Tutti questi consigli ovviamente non sono da intendersi in sostituzione alle terapie tradizionali nel caso si trattasse di un disturbo più grave accompagnato da febbre. In tal caso è indispensabile rivolgersi al proprio medico curante.

Scritto da Alexandra Tubaro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Foglie di aloe: i consigli per conservarle in casa

I raggi di luce verde per combattere l’emicrania

Leggi anche
Contents.media