Ibisco, un alleato contro ipertensione e colesterolo cattivo

L'ibisco protegge i vasi sanguigni, fluidifica il sangue e neutralizza il colesterolo cattivo che ostruisce le vene, migliorando la salute del cuore

L’ibisco, conosciuto anche come karkadè, è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae, ed è noto per i suoi bellissimi fiori. La pianta, però, possiede proprietà benefiche utili per ridurre ipertensione e colesterolo. Scopriamolo meglio.

Ibisco: un fiore dalle mille proprietà

Sbalzi di pressione

L’ibisco contiene tannini, glucosidi e flavonoidi, tutte sostanze alleate del cuore, che prevengono affanni o affaticamenti. L’ibisco, infatti, protegge i vasi sanguigni, fluidifica il sangue e rende la circolazione più efficiente. Il karkadè ricavabile dall’ibisco, inoltre, sembra essere efficace anche nel trattamento dell’ipertensione lieve e moderata poiché sarebbe in grado di ridurre la pressione sistolica e diastolica. La pianta, poi, ha anche un leggero effetto diuretico, che regolarizza la pressione arteriosa.

Colesterolo e stress

La funzione antiossidante è utile anche per neutralizzare il colesterolo cattivo che ostruisce le vene e minaccia il cuore, evitando così il deposito sulle pareti arteriose. Il colesterolo buono, invece, non risulta essere influenzato dall’azione dei principi attivi dell’ibisco.

Gli studi clinici proseguono e, se i risultati verranno confermati, l’ibisco potrà essere utilizzato per prevenire malattie cardiovascolari.

La pianta, poi, contiene anche flavonoidi, che distendono il sistema nervoso e contrastano ansia e stress, regolando la tachicardia d’origine emotiva.

Antinfluenzale

L’ibisco viene utilizzato anche in caso di raffreddore, catarro, disturbi circolatori, mancanza di appetito e come blando lassativo e diuretico. Infatti, se mescolato insieme ad altri prodotti appositi, è possibile ottenere uno dei migliori infusi contro raffreddore e congestione respiratoria.

Karkadè

In fitoterapia vengono utilizzati principalmente i fiori, mentre in altre preparazioni erboristiche si utilizzano le foglie, le radici e i semi.

Il prodotto più famoso ottenibile, però, è sicuramente il karkadè, una bevanda con un alto contenuto di vitamina C, polifenoli e flavonoidi.

La bevanda, gustosa e perfetta per l’estate, è un vero e proprio elisir di giovinezza, che contrasta l’azione dei radicali liberi prevenendo l’invecchiamento.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Menta, una benefica erba aromatica

Proprietà e controindicazioni della passiflora

Leggi anche
Contents.media