Notizie.it logo

Il Vaticano dice No ai diritti dei disabili, ma era ovvio

Il Vaticano dice No ai diritti dei disabili, ma era ovvio

Dopo il «no» alla depenalizzazione dell'omosessualità da parte dell'Onu (il progetto di dichiarazione che la Francia intende presentare a nome dell'Unione europea alle Nazioni Unite), il Vaticano esprime il proprio dissenso anche nei confronti della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, entrata in vigore l'8 maggio scorso.

Così, nella Giornata internazionale delle persone con disabilità scopriamo perché l'Italia non si è ancora allineata ad altri Paesi considerati ben più arretrati di noi.

Come vi avevo già anticipato la Convenzione Onu sui diritti dei disabili è il primo trattato sui diritti umani del Terzo Millennio ed è stato approvato dall'Assemblea generale dell'Onu nel 2006. Il Vaticano aveva perfino partecipato attivamente ai lavori per la stesura del testo, durati cinque anni ma, alla conclusione, si è rifiutata di firmarlo perché il documento non ha inserito un divieto esplicito nei confronti dell'aborto.

Tutto qua. Non sono le persone con disabilità il problema, ma la mancanza di un "codicillo".

Infatti la Santa Sede, attraverso il sito di Radio Vaticana fa saper di considerare comunque la Convenzione sui diritti ai disabili «un passo importante sulla via delle pari opportunità per i 650 milioni di disabili del mondo, circa il 10 per cento della popolazione globale, molti dei quali si vedono ancora negare i diritti fondamentali, quali il pari riconoscimento davanti alla legge, la libertà di espressione e di opinione, l'esercizio del voto e altre forme di partecipazione alla vita politica e pubblica».

Del resto non è nemmeno un fulmine a ciel sereno: la Santa Sede il suo "no" lo aveva dichiarato pubblicamente pure all'ONU già a marzo, riconfermandolo poi in altre occasioni. A dispiacere semmai è il fatto che sia rispuntato proprio oggi ad adombrare una giornata così importante.

3 Post correlati Giorgione tra mito e realtà I bambini chiedono asilo Un minuto per salvare un miliardo di vite I giocattoli dei bambini africani “

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.