Mirtillo: proprietà, benefici e controindicazioni

Il mirtillo è un frutto dalle ampie possibilità alimentari e mediche e questa sua versatilità lo rende un alleato della salute.

Il Mirtillo è il frutto proveniente da una pianta tra le più diffuse nel mondo e anche le più facili da coltivare. Oltre ad essere ottimo da mangiare, il mirtillo è un frutto dalle ampie possibilità di scelta e questa sua versatilità lo rende un grande alleato della nostra salute.

Esistono addirittura dei costumi popolari provenienti dalla Scandinavia, secondo i quali il mirtillo, sarebbe in grado anche di preservare dalla cattiva sorte. Preferiamo per ora attenerci alla scienza, analizzando questo prodotto, dal punto di vista della sue proprietà benefiche: in particolare modo su; occhi, intestino, fegato, cuore e vie urinarie.

Pianta di mirtillo

La pianta da cui viene ricavato il mirtillo è in realtà, un arbusto, della famiglia delle Ericacee, che di solito non supera i 50 cm; le sue foglie, appaiono dentellate e dalla forma ovale o ellittica.

I fiori penduli, fanno da protezione alla corolla di colore bianco-rosato, caratteristica comune a tutte le Ericacee. Proprio da qui nascono i frutti: si tratterebbe in sostanza di bacche, ma in realtà anche il mirtillo, come le banane e il cocomero, fa parte della generazione delle false bacche, perché, oltre che dall’ovario, il frutto nasce anche da sepali, petali e stami.

L’habitat naturale del mirtillo è la montagna.

In Italia egli è più presente sulle Alpi, sull’Appennino tosco-emiliano perfino nel Parco nazionale d’Abruzzo. Più che altro se ne riscontra la presenza in zone submontane, nei boschi e nelle brughiere.

Sebbene vi siano diverse specie nel mondo, il mirtillo si divide di due grandi tipologie: rosso (Vaccinum vitis) e nero (Vaccinium myrtillus).

In quanto frutti selvatici, i mirtilli si possono raccogliere nel sottobosco, durante il mese di agosto.

A tal proposito, è sempre meglio raccoglierli direttamente, piuttosto che comprarli per due ragioni fondamentali: perché quelli comprati al supermercato possono avere pesticidi; la ricerca personale stimola un profondo contatto con la natura, utile a riposare la mente ed il corpo.

I fiori sono bianchi o leggermente rosati, mentre le bacche sono di color rosso o violaceo; esse vanno raccolte a piena maturazione, per preparare marmellate, succhi e rimedi naturali.

Mirtillo rosso

Il mirtillo rosso è di solito l’esemplare più grande, detto infatti mirtillo gigante. Cresce prevalentemente in America ed è ricco di proprietà antiossidanti che contrastano l’azione dannosa dei radicali liberi e soprattutto è un valido rimedio contro i problemi legati all’apparato urinario.

Il merito delle proprietà dei mirtilli rossi sta nella quantità di ferro, vitamina C e fibre che aiutano l’intestino a combattere i sintomi associati alla stipsi, diarrea, gonfiore addominale e emorroidi.

Uno degli utilizzi più diffusi del mirtillo è il suo succo; la quantità d’acqua contenuta al suo interno, fa si che esso sia un efficace stimolo per la diuresi e prevenire la comparsa di patologie all’apparato genitale come; cistite, candida e infiammazioni alle vie urinarie e biliari.

Altra grande potenzialità dei mirtilli rossi sta nella capacità di attenuare alcuni piccoli inestetismi della pelle. Sfruttando le sue notevoli proprietà cosmetiche infatti è possibile preparare anche diversi prodotti di bellezza in casa: ad esempio attraverso una miscela a base di mirtilli e polpa di melograno, è possibile ottenere una maschera viso per combattere la coperse, ma va bene anche per l’acne e per ridurre rossore e infiammazione.

Mirtillo nero

Il mirtillo nero è quello più diffuso in Italia ed è quello più frutto per le marmellate e i succhi.

Grazie all’alto contenuto di vitamina B9 e di tannini, questa tipologia di mirtillo possiede numerose proprietà benefiche: migliora la vista, specie quella notturna; previene l’ulcera gastrica; migliora la circolazione sanguigna; combatte la diarrea e mantiene l’elasticità della pelle,grazie agli antiossidanti che ne garantiscono la tonicità e la lucentezza.

Il mirtillo nero è uno degli alimenti più consigliati per molti disturbi dell’intestino e del fegato, poiché possiede numerose proprietà anti-infiammatorie, che possono essere curate con un’adeguata terapia. Le antocianine contenute al suo interno, rafforzano il tessuto connettivo, sostenendo i vasi sanguigni e migliorando elasticità e tono dei capillari.

L’uso dei mirtilli è vivamente consigliato a chi soffre di insufficienza venosa, ma anche a chi soffre di cellulite, gambe gonfie, crampi e vene varicose.

Mirtillo selvatico

Tipica pianta di origine Europea, il mirtillo è per natura, allo stato selvatico. Abbiamo già accennato a come la sua presenza si concentri principalmente nel sottobosco alpino e appenninico.

La coltivazione però si rapidamente estesa in tutto il mondo, grazie alla sua versatilità e adattabilità climatica: è possibile ormai individuare le specie originarie del nord America, dagli arbusti più grandi e molto produttivi e persino in Australia.

La pianta italiana è però un arbusto nano che produce raccolti di minore imponenza e capita che durante la coltivazione si trovino delle varietà di Vaccinium corymbosum, che appartiene allo stesso genere del mirtillo europeo, ma sviluppa arbusti alti circa un metro o più, e grappoli di bacche molto grandi.

La produzione intensiva ha amori favorito la produzione di numerose varietà ibride, che permettono raccolti più abbondanti e frutti molto grossi.

Mirtillo americano

Il mirtillo gigante Americano è il cosiddetto Vaccinium corymbosym; una pianta a portamento cespuglioso che ha origine dal più comune mirtillo selvatico Americano.

Questa specie, che in Italia, è presente in Piemonte, viene coltivata di solito in zone pianeggianti e collinari, riparati dai forti venti. Nel nostro paese la coltivazione di questa specie è incentrata soprattutto nella regione Piemonte.

La pianta può raggiungere altezze che vanno dal metro ai 2,3 metri, con un’estensione pari a 1 a 1,8 metri, per una pianta capace di generare frutti anche coltivando un singolo individuo, grazie alla sua natura di “autofecondo“.

Mirtillo proprietà

Il mirtillo nero contiene diversi nutrizionali, tra cui tannini, zuccheri, sali minerali, flavonoidi, vitamine A, C e gruppo B e soprattutto la Mirtillina, capace di ridurre la permeabilità dei capillari, rafforzare i vasi sanguigni, coadiuvare il trattamento dei disturbi circolatori, oltre a dare la caratteristica colorazione nera.

La presenta di vitamina A, C, B e sali minerali garantiscono al mirtillo le proprietà antiossidanti che sono in grado di bloccare e impedire la formazione di radicali liberi, primi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Le foglie di mirtillo inoltre, sono un ottimo ipoglicemizzante contro i danni del diabete, del fumo e dell’ipertensione, oltre a possedere enormi proprietà diuretiche e disinfettanti per l’apparato urinario. Tra i principali usi di carattere popolare del mirtillo, abbiamo il famoso decotto preparato con 70 grammi di bacche fatte bollire per 5 minuti in 1 litro di acqua, da bere durante l’intero arco della giornata.

Vi è poi la tintura madre di mirtillo per la quale occorro 100 grammi di bacche poste a macero in 700 grammi di alcool a 60° per 10-15 giorni, contenuta in un recipiente preferibilmente esposto al sole.

Il rimedio per i problemi alla circolazione, possono essere risolti attraverso l’assunzione di un cucchiaio di succo di mirtillo al mattino, preso a stomaco vuoto e magari diluito in poca acqua.

Non dimentichiamo che il mirtillo è un frutto ottimo se, consumato fresco, oppure sotto forma di sane e fresche marmellate.

Benefici del mirtillo

I benefici del mirtillo sono racchiusi nella natura stessa del frutto che lo rende uno degli antiossidanti naturali più potenti. Oltre alle vitamine, i mirtilli contengono vari tipi di betacaroteni e l’acido eolico utili a proteggere il collagene della pelle e migliorare la parete dei capillari, per renderla più forte.

Gli antociani sono alcuni tra i fitonutrienti più ricchi, poiché conferiscono ottime proprietà antiossidanti utili a proteggere l’organismo dal morbo di Alzheimer e dall’invecchiamento precoce.

E’ importante non abbinare le preziose proprietà antiossidanti dei mirtilli, all’assunzione di proteine animali, come quelle del latte, che inibiscono le proprietà antiossidanti dei fenoli.
Altri benefici dei mirtilli possono riguardare il fegato grazie alla presenza della vitamina C, che aiuta a metabolizzare i grassi in modo da evitare i rischi di grasso all’interno dell’organo.

Un aiuto per il cuore: poiché i mirtilli aiutano la circolazione sanguigna, rendono più forte il cuore e prevengono il rischio malattie cardiovascolari, abbassando i trigliceridi e il colesterolo cattivo.

I mirtilli rafforzano il sistema immunitario, grazie alle proprietà antinfiammatorie, utili a combattere il raffreddore; in questo caso basteranno dei suffumigi a base di foglie di mirtillo per curare raffreddore e sinusite.

Vediamo quali sono le proprietà benefiche più riconosciute:

Un alleato contro il diabete: poiché i mirtilli contengono la mirtilli; una sostanza che abbassa i livelli di glicemia nel sangue, mentre il cromo aiuta a metabolizzare gli zuccheri.

Protezione dai tumori: poiché essi hanno delle proprietà antitumorali, non solo per merito delle sostanze antiossidanti contenute al loro interno, ma anche grazie alla quercina, che è una sostanza in grado di proteggere l’organismo dai tumori.

Gravidanza: il mirtillo è molto utile per alleviare nausea, vomito e problemi legati alla circolazione, durante il periodo della gravidanza.

Un alleato per il cervello: poiché agiscono sulla funzione cognitiva dell’uomo e sulla memoria, aiutando a prevenire la comparsa di malattie degenerative.

Benefici per il sistema cardiovascolare: le proprietà antiossidanti proteggono il sistema cardiovascolare riducendo il rischio di infarto.

Ai tanti vantaggi però, è opportuno sottolineare alcune piccole controindicazioni ed effetti collaterali legati ad un particolare consumo eccessivo; una delle conseguenze può essere la diarrea. Una dose consigliata di mirtillo, va dai 60 ai 90gr al giorno, senza interferire con farmaci anticoagulanti, antiaggreganti e antidiabetici.

Ricodiamo che su Amazon sono disponibili numerosi prodotti a base di Mirtilli. Vi segnaliamo i prodotti più venduti e amati presenti sul noto e-commerce

Scritto da Fausto Bisantis

Scrivi un commento

1000

Morte per mancanza di sonno, è possibile?

Ore di sonno, di quante ne abbiamo veramente bisogno

Leggi anche
  • Pediluvio detox: acqua e limone per tornare al topAcqua e limone per un pediluvio detox fai da te

    Un pediluvio detox in acqua e limone è l’idea perfetta per rilassarsi dopo una giornata stressante.

  • olio essenziale di finocchioOlio essenziale di finocchio, un digestivo naturale

    L’olio essenziale di finocchio ha molteplici proprietà, dall’azione digestiva all’azione drenante, ed è molto apprezzato anche in aromaterapia.

  • olio essenziale di eucaliptoOlio essenziale di eucalipto, un antidolorifico naturale

    L’olio essenziale di eucalipto è un rimedio naturale molto efficace in caso di raffreddore, febbre e dolori articolari.

  • Olio essenziale di pino: cos’è, benefici e controindicazioniOlio essenziale di pino: benefici e controindicazioni

    L’olio essenziale di pino offre numerosi benefici. Viene usato in erboristeria per le sue numerose proprietà benefiche.

  • 
    Loading...
  • bryoniaBryonia, un efficace rimedio omeopatico

    La Bryonia è una pianta molto utilizzata in omeopatia, efficace in caso di reumatismi e infiammazioni all’apparato grastointestinale

Entire Digital Publishing - Learn to read again.