Gli antiossidanti aiutano a mantenere un adeguato tono muscolare

Secondo uno studio della dottoressa Newman, assumere quotidianamente antiossidanti aiuta a mantenere un adeguato tono muscolare e a combattere l'invecchiamento precoce.

La salute non è solo questione di fortuna, ma anche di costanza e strategia. Per quanto riguarda il mondo degli anziani; si sa che l’avanzare dell’età determina una diminuzione del tono muscolare e, quindi, un’uguale diminuzione della forza fisica. Ma la risposta a questo decadimento fisico può essere nell’alimentazione di tutti i giorni. A dirlo è un’equipe dell’università di Pittsburgh che, attraverso una recente ricerca, ha messo in luce che una dieta ricca di antiossidanti aiuta a mantenere un tono muscolare adatto all’età che si ha.

Antiossidanti, ricerca e tono muscolare

Secondo la dottoressa Newman, responsabile della ricerca, questi antiossidanti dovrebbero essere assunti soprattutto sotto forma di vitamine C ed E che, per l’appunto, sono ricche di questi elementi. Ovviamente la sola assunzione di queste vitamine non è sufficiente a garantire il ritorno della forza di un tempo; perché la strategia prevede anche una giusta e regolare attività fisica. Per i più curiosi, i sopraccitati risultati sono stati presentati durante il meeting annuale della Gerontological Society of America, la più grande e datata organizzazione interdisciplinare dedicata alla ricerca, educazione e pratica nell’ambito geriatrico; ovvero nello studio delle malattie che colpiscono gli anziani.

Per mantenere un adeguato tono muscolare dopo i 40 anni, e in particolar modo dopo i 60, è importante mettere in atto una buona strategia; basata soprattutto su un regime alimentare ricco di latte e antiossidanti. Insomma occorre un piano d’attacco strategico contro i danni dell’invecchiamento. La dottoressa Newman si è concentrata sullo studio degli antiossidanti, con il quale ha preso in esame un campione di 2.000 adulti di entrambi i sessi, con un’età media di 70 anni. Da tale ricerca è emerso che il modo migliore per evitare un decadimento fisico doloroso e precoce è, come abbiamo menzionato prima, l’assunzione di vitamine C ed E; dalle note proprietà antiossidanti.

Tale studio ha sottolineato l’importanza di una assunzione quotidiana di queste vitamine, rispettivamente nelle quantità di 114 e 11 mg al giorno. A conclusione del convegno, durante il quale sono stati presentati i risultati ottenuti; la dottoressa ha ribadito che questo studio rappresenta un ulteriore motivo per i medici di incoraggiare i loro pazienti ad avere una dieta equilibrata, ricca di frutta e verdura. Insomma, siamo e, oserei aggiungere diventiamo, quello che mangiamo.

Quali sono gli alimenti ricchi di antiossidanti

A questo punto sembra utile partire da una domanda fondamentale: cosa sono i radicali liberi? Sono frammenti instabili di molecole, ovvero il prodotto naturale di processi metabolici dell’organismo, e ci difendono da virus e batteri. A causa di una alimentazione sbagliata, situazioni di stress, inquinamento e diverse altre cattive abitudini, si possono presentare quantità pericolose di radicali liberi, con il rischio non irrilevante di danneggiare il DNA delle cellule e favorire l’insorgere di malattie degenerative e, ciò che interessa a noi in questo momento, l’invecchiamento precoce dei tessuti.

Altra domanda fondamentale: quali sono gli alimenti che favoriscono l’assunzione di antiossidanti naturali? Di seguito vi proponiamo alcuni cibi che potrebbero aiutarvi nella difesa del vostro organismo; avvalendoci anche dei suggerimenti di un noto studioso di alimentazione, Nico Valerio. Si consiglia una dieta a base di cereali integrali; legumi, anche più volte al giorno; verdure e frutta da dividere almeno in 6 porzioni al giorno; usare come condimento per i vostri piatti l’olio extravergine d’oliva; una cottura adeguata delle verdure, ovvero cuocere poco e il brevemente possibile a pressione di vapore; preferire il pesce alla carne; un bicchiere di vino rosso per pasto; e infine, se il cuore lo permette, bere tè e caffè e succhi naturali integrali di frutta e verdura.

Per concludere

Per combattere efficacemente l’invecchiamento, non c’è metodo migliore di quello di mangiare sano e fare movimento. Non occorre condurre una vita da atleta professionista per mantenersi sani, giovanili e in forma; basta partire dalle piccole cose e fare dei piccoli cambiamenti delle abitudini salutari. Senza neanche che ve ne accorgiate, tutti queste attenzioni diventeranno automatiche e fondamentali per il vostro stile di vita. Insomma, volendo fare un esempio pratico, è un po’ come lavarsi i denti; da piccoli il gesto di spazzolarci i denti ci sembra noioso e faticoso, ma una volta diventati più grandi non possiamo farne a meno.

Perciò mangiate più frutta e verdura, camminate più spesso all’aria aperta, magari anche in compagnia, e come dimostra la scienza, e non solo, ne gioverete con il passare del tempo. Ovviamente questo stile di vita vi aiuterà molto a mantenervi in linea e, cosa non irrilevante, a sentirvi meglio con voi stessi o con quello che vi circonda. Ciò non significa che le tentazioni golose siano bandite da un regime alimentare sano ed equilibrato; ogni tanto è un diritto e un dovere concedersi qualche sfizio. E poi è sempre possibile cercare ricette alternative più sane, ottenendo comunque degli ottimi risultati in cucina.

Lascia un commento

Legumi per combattere il colesterolo

Dieta vegetariana per le persone affette da patologie renali

Leggi anche
  • 1216x832 11 08 32 31 870870555Stile di vita sano: le abitudini per vivere meglio

    L’articolo suggerisce abitudini per migliorare la qualità di vita, tra cui esercizio fisico, dieta equilibrata, idratazione, crescita personale, pensiero positivo, meditazione e gratitudine, da integrare gradualmente nella routine quotidiana.

  • 1216x832 05 08 31 09 819520107Vitamine e minerali: a cosa servono

    Le vitamine e i minerali sono fondamentali per la salute e si trovano in vari alimenti. Una dieta equilibrata, ricca di frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre, garantisce un adeguato apporto di questi micronutrienti essenziali.