Olio drenante per le gambe: ricetta fai da te e benefici

Sogni gambe snelle, idratate e toniche? Ecco svelata la ricetta per un olio drenante fai da te

L’estate è ormai alle porte ed è tempo di preparare outfit estivi e freschi: via libera a vestitini, gonne e shorts, che inevitabilmente sposteranno l’attenzione sulle nostre gambe. L’aiuto di un buon olio drenante aiuterà a farle apparire più toniche, scopriamo come.

Olio drenante: i benefici

Adatto soprattutto nei cambi di stagione, in particolare in primavera, l’olio drenante risveglia la pelle dal torpore invernale. E’ utile per ridurre le adiposità localizzate e l’antiestetica pelle a buccia d’arancia. Elimina il gonfiore, la sensazione di pesantezza e drena i liquidi accumulati, facendo apparire fin da subito le gambe più leggere e in forma.

Per una pelle più compatta e con meno ritenzione idrica è necessario abbinare anche uno stile di vita sano che prevede un’alimentazione equilibrata, un’ottima idratazione e praticare un po’ di sport almeno 2 volte a settimana.

Olio drenante fai da te: la ricetta

Per realizzarlo direttamente a casa, bisognerà disporre di:

  • Un flacone di vetro scuro
  • 99 ml di oleolito di edera
  • 4 gocce di olio essenziale di betulla
  • 4 gocce di olio essenziale di geranio
  • 6 gocce di olio essenziale di cipresso
  • 4 gocce di olio essenziale di finocchio
  • 6 gocce di olio essenziale di arancio amaro

Come procedere?

Versare 50 ml di oleolito di edera in un flacone di vetro scuro dotato di tappo.

Successivamente aggiungere, uno dopo l’altro, gli oli essenziali di betulla, geranio, cipresso, finocchio e arancio amaro.

Chiudere il flacone e agitarlo per qualche secondo per unire al meglio tutti gli ingredienti. Riaprire il contenitore e aggiungere il restante oleolito di edera.
Chiudere nuovamente il flacone e agitarlo ancora qualche istante.

Ecco pronto il vostro olio drenante!

In caso di allergie o ipersensibilità alla betulla, è possibile eliminarla dagli ingredienti aumentando il quantitativo di gocce dell’essenza di geranio e finocchio.

Olio drenante: consigli d’uso e conservazione

Per risultati visibili ed efficaci è importante utilizzare l’olio drenante quotidianamente, anche più volte al giorno, per almeno un mese. E’ consigliata l’applicazione la sera prima di andare a dormire, accompagnata da un massaggio localizzato per riattivare la circolazione e favorire l’assorbimento.

L’olio essenziale di arancio amaro è fotosensibilizzante, perciò si raccomanda di non esporsi al sole/lampade solari per almeno 12 ore dopo il suo utilizzo.

Non contenendo sostanze acquose, è possibile conservarlo anche per alcuni mesi, al buio e lontano da fonti di calore.

LEGGI ANCHE: Gambe stanche e pesanti? 6 regole per ritrovare la leggerezza

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Unghie nere: quali sono i migliori rimedi naturali da provare

Tisana alla valeriana e melissa: come prepararla e tutti i benefici

Leggi anche
Contents.media