Olio essenziale di lavanda: tutti gli usi e le proprietà benefiche

L'olio essenziale di lavanda ha molteplici usi e benefici per il nostro organismo

L’olio essenziale di lavanda è un ricavato della Lavandula angustifolia, una pianta della famiglia delle Labiate. L’olio essenziale di lavanda è conosciuto ed usato soprattutto in cosmetica per le sue numerose proprietà benefiche. Tuttavia, possiede anche altre qualità, ad esempio è utile in caso di insonnia, dolori mestruali e cistite.

Proprietà dell’olio essenziale di lavanda

Proprietà calmanti

L’olio essenziale di lavanda ha un’azione riequilibrante sul sistema nervoso centrale, essendo contemporaneamente tonico e sedativo. Calma l’ansia, l’agitazione, il nervosismo, allevia il mal di testa e i disturbi causati dallo stress. La lavanda ha proprietà rilassanti e aiuta a prendere sonno in caso di insonnia.

Proprietà antisettiche e antinfiammatorie

L’olio essenziale ha proprietà antisettiche. È utile per tutte le malattie da raffreddamento, come raffreddore, tosse, sinusite.

Se diluito con un detergente intimo, ha proprietà disinfettanti anche sul sistema genito-urinario. L’olio essenziale ha anche proprietà antinfiammatorie. È utilizzato spesso come olio da massaggio o in alcune lozioni perché allevia i dolori dovuti a strappi muscolari e reumatismi. È utile anche per eliminare i ristagni linfatici dovuti alla cellulite.

Benefici sul tratto gastrointestinale

L’olio essenziale di lavanda ha effetti benefici a livello del tratto gastrointestinale. Svolge un’attività antispastica sui dolori addominali ed è particolarmente utile in caso di disturbi gastrici, come coliche e flatulenza.

Ulteriori usi

L’olio essenziale può tornare utile anche in molte altre occasioni. Se applicato in purezza, dà sollievo in caso di punture di insetti, alleviando prurito e bruciore.

L’olio di lavanda è utile anche in caso di acne. Aggiungendone qualche goccia ad una crema viso da applicare sulle zone interessate, allevia i sintomi. Questo grazie alla sua azione antimicrobica.

Infine, l’olio di lavanda è utile anche in caso di forfora. Massaggiare il cuoio capelluto con l’olio, ha un effetto antifungine e tiene sotto controllo la formazione della forfora.

In alternativa, può essere diluito anche nello shampoo, aggiungendone qualche goccia per un uso quotidiano.

Controindicazioni

L’olio essenziale di lavanda, grazie alle sue molteplici proprietà, può tornare utile in diversi frangenti. È considerato un prodotto sicuro, specie se viene applicato localmente sulla pelle o se viene inalato. Tuttavia, può presentare delle controindicazioni e avere alcuni effetti collaterali, specie se viene fatto un uso improprio. Bisogna quindi utilizzarlo con la giusta attenzione.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Curry, una spezia antica dalle mille proprietà     

Frutta e verdura: le porzioni giornaliere corrette per un’alimentazione bilanciata

Leggi anche
Contents.media